Ad Sanctam Trinitatem per Mariam
(Per mezzo di Maria alla Santissima Trinità)

Ut adveniat Regnum Deum, adveniat Regnum Mariae
(affinchè venga il Regno di Dio, possa venire il Regno di Maria)

ergo
(quindi)

TOTUS TUUS ego sum, MARIA
(sono tutto Tuo, MARIA)


Benvenuto sul sito di
MARIA DOMINA ANIMARUM

il canale di proclamazione della Scienza della Vita Divina
dalla Santa Vergine Maria come Signora di tutte le anime

Questo sito è l'unica fonte autentica delle
ispirazioni, dottrine e preghiere
dalla Regina del Cielo alle anime attraverso Myriam

La Regina del Cielo chiama il Suo Apostolato Maria Domina Animarum
"l'apostolato del Vero Amore, di vera speranza, di incoraggiamento
e della pienezza della Verità"

Poiché solo relativamente pochi testi sono stati tradotti in italiano, i menu a sinistra di questa pagina sono stati chiusi. Tutti i testi disponibili possono essere raggiunti dal fondo di questa pagina.
Molti altri di questi testi celesti possono essere trovati nelle sezioni olandese, tedesco e inglese di questo sito web.

"Ogni anima è una rosa, nata dalla mano di Dio. Io sono la Giardiniera celeste. Voglio stringere con ogni anima una santa alleanza, con la quale l’anima si dona totalmente a me: cuore, spirito e volontà per compiere le opere di Dio, e Io Mi dono totalmente all’anima, affinché la rosa si schiuda completamente e fiorisca per l’eterna primavera della fondazione del Regno di Dio sulla terra". (Maria – Signora di tutte le anime, 20 maggio 2008)


TOTUS TUUS MARIA !

Cari fratelli e sorelle in Gesù e Maria,

Dal profondo del nostro cuore benvenuti nella pagina Web dell’Apostolato Maria Domina Animarum, con il ringraziamento per avere seguito la voce della Regina del Cielo il cui desiderio è quello di portare ogni anima verso il Suo Operato.

Essendo Signora di tutte le anime, si manifesta come Promessa di una nuova ed eterna primavera che intende portare a fioritura in ogni anima attraverso la Scienza della Vita Divina come il più alto grado della glorificazione di Dio.

Attraverso la Sua portavoce Myriam, la Regina del Cielo comunica inequivocabilmente che Dio L’ha chiamata, negli ultimi tempi, a completare le Opere di Salvezza di Gesù Cristo a vantaggio dell’anima di ogni uomo. Questo presuppone che l’anima si consacri alla Regina del Cielo e che contribuisca volontariamente alla rimodellazione (compimento della Redenzione) che la 'Signora di tutte le anime' è designata a portare a termine. Sarà Lei a guidare verso un’autentica santificazione l’anima umana che grazie a Lei potrà giungere allo stato di Grazia antecedente il peccato originale.

Gli insegnamenti di Maria, offerti sotto il nome di Scienza della Vita Divina, comprendono Verità mai rivelate prima in materia di misteri Divini, misteri sulla profonda natura dell'anima, sulla natura unica e la potenza di Maria, conoscenze sull'essenza profonda di tutte le virtù e dei vizi, vie di una più profonda conoscenza di sè e la scoperta della natura e degli obiettivi profondi del Piano di Salvezza di Dio e le strategie delle tenebre allo scopo di minare il Piano di Salvezza tra e nelle anime. Maria indica alle anime la via alla vera felicità, in quanto vengono smascherate le molte idee sbagliate e le false dottrine, e vengono trasmessi insegnamenti a riguardo i numerosi elementi della Verità di Dio e il profondo significato dell'insegnamento di Cristo. Come Signora di tutte le anime, la vocazione di Maria stà nell'accompagnare le anime nel cammino della vita ad una profonda e corretta comprensione del vero sentimento cristiano, tutto ciò al fine di ottenere la massima fertilità della propria vita sulla terra nel contesto del completamento del Piano Divino.

L’Apostolato Maria Domina Animarum augura ore meravigliose e ricche di estasi nel Paradiso del Cuore di Maria, che desidera seminare in ogni anima la vera speranza, il coraggio, l’ Amore e la Verità.

Già il 6 agosto 2005, Maria ha chiaramente definito il vero scopo degli scritti sotto la firma di Myriam van Nazareth:
MARIA: "Uno dei compiti principali della vocazione di Mia Myriam è da portare la dottrina di Gesù Cristo nel cuore degli uomini e insegnare alle persone a vedere come possono applicare questo insegnamento nella loro vita pratica quotidiana, insegnando loro:

  • a riconoscere gli insegnamenti di Cristo in ogni situazione della loro vita quotidiana;
  • a analizzare correttamente tutti i loro comportamenti e tutti i loro stati di cuore e di mente nella loro piena profondità e testarli per la loro virtù o vizio sulla base della dottrina cristiana;
  • sulla base di queste intuizioni, de lavorare su se stesse per crescere nella vera santità nella completa esperienza e applicazione delle virtù.

Tutto ciò in completa unione e totale consacrazione a Maria".

Il 11 dicembre 2007, la Regina del Cielo specificò ulteriormente:
MARIA: "Attraverso le scritture che semino nel tuo cuore, proclamo la Scienza della Vita Divina, che non porta altro che un'esposizione sistematica di tutte le tenebre e di tutte le sue strategie e trappole. La Scienza della Vita Divina cerca per risvegliare tutte le anime:

  • per le Leggi di Dio,
  • per le aspettative che Dio nutre nei riguardi di tutte le anime,
  • per il vero senso della vita,
  • per l'incessante lotta tra la Luce e le tenebre,
  • per il Mio ruolo eccezionale in questa lotta, e
  • per le profondità sconosciute del loro essere."

 

Succede regolarmente, che le nostre preghiere e testi vengono pubblicati in altri siti web senza citarne la fonte, e anche trovati in pubblicazioni che non escono da questo Apostolato. Qualsiasi pubblicazione senza citare la fonte, taglia fuori le anime dalla possibilità di conoscere questo dono celeste nella sua pienezza. Ricordiamo per questo, alla richiesta della Madre di Dio, come menzionato nel Copyright, in cui Lei stessa dichiara:
"In altri siti web questi testi possono essere utilizzati solo in parte, ma con riferimento al sito web originale www.maria-domina-animarum.net".

Il motivo è quindi di natura spirituale: La Signora delle anime vuole che ogni anima che viene a contatto attraverso i diversi canali fuori da questo sito web, con testi, preghiere ecc... che in origine vengono diffusi attraverso l'Apostolato Maria Domina Animarum, offrano l'opportunità di conoscere il tutto della Scienza della Vita Divina, dal quale ogni testo o ogni preghiera ne forma solo una piccola parte.

Possiamo contare sulla collaborazione amorosa delle anime che desiderano prendere questi passaggi di testi o preghiere per altri media, che portino la dovuta obbedienza alla Madre di Dio, e quindi aiutare a promuovere la realizzazione delle Opere di Dio. Il nostro cristianesimo, e tutte le nostre opere nel quadro del nostro essere-cristiani, sono solo fertili nella misura della nostra obbedienza alle regole di Dio.

Con Amore, e a servizio della Signora di tutte le anime,

Il vostro Apostolato Maria Domina Animarum


Notizie e Informazioni

Perché 'Signora di tutti le anime'

www.maria-domina-animarum.net

TOTUS TUUS, MARIA!

PERCHÉ 'SIGNORA DI TUTTE LE ANIME'?

"Ecco, Maria, il Giardino Immacolato del Mio buon piacere e Signora di tutte le anime, Io l'ho nominata come Regina su tutto. Dal frutto di questo Giardino mangerai nel tempo e nell'eternità, affinché tu possa essere restaurato alla Mia immagine e somiglianza". (la Santissima Trinità ad ogni anima attraverso Myriam, aprile 2007)

Il titolo di 'Signora di tutte le anime' non appartiene ai 'soliti' nomi della Madre di Dio. Pertanto, si deve innanzitutto sottolineare che questo titolo non è germogliato da una mentalità pensante, ma è riservato da Dio stesso per questi ultimi tempi. Sebbene questo titolo sia strettamente connesso con Myriam, rispettivamente con l'Opera Maria Domina Animarum né Myriam né l'Opera sono l'inventore del titolo di 'Maria, Signora di tutte le anime'. Il 26 novembre 2005, Maria stessa Si definì "Signora di tutte le anime' di fronte a Myriam per la prima volta con le parole: "È la volontà di Dio che in questa ora Io debba essere rivelato all'umanità come la Signora di tutte le anime".

Dalle pertinenti spiegazioni della Santissima Vergine Maria possiamo concludere che Dio ha riservato questo titolo per questi ultimi tempi, ma che era già in vigore al momento della Sua incoronazione dopo il Suo Assunziane in cielo. Dobbiamo quindi assumere, come infatti la Madre di Dio indica chiaramente in vari punti delle Sue ispirazioni, che il titolo di 'Maria, Signora di tutte le anime' ha un significato speciale nel contesto di questa fase finale della lotta della Luce contro le tenebre, e che non è fuori luogo considerare questo titolo, o questa qualità, come l'incoronazione dello straordinario ruolo di Maria nel completamento della preparazione del fondamento del Regno di Dio sulla terra. Si tratta di un Mistero Divino, che, come si applica a tutto ciò che può distruggere le opere di distruzione delle tenebre e quindi accelera considerevolmente il completamento del Piano di Salvezza di Dio, viene regolarmente attaccato pesantemente e messo in discussione e incontra una forte resistenza. La stessa Santissima Vergine ha già parlato di questa resistenza in diverse occasioni, dato che siamo stati in grado di citare con il Suo permesso in vari luoghi su questo sito web, persino di citarla nel Suo incarico.

Il 22 agosto 2006, Maria rivelò a Myriam le seguenti parole della Santissima Trinità all'incoronazione di Maria come Regina e Signora di tutte le cose create. Il Dio uno e trino ha proclamato queste parole a tutti i beati che erano prostrati ai piedi di Maria:

"E nostra volontà che da questa ora a tutti gli abitanti delle sfere celesti, la terra, il luogo di purificazione e di inferno, sia proclamato che quest'anima, Maria, Madre Immacolata del Verbo, nell'attuazione di un atto della nostra volontà che à stata stabilita da secoli, riceverà il trono, la corona e lo scettro del potere ineguagliabile di Regina su tutta la creazione. Regnerà in modo sovrano su tutte le anime e tutte cose inanimate. Lei è rivestita di la nostra volontà incontestabile e il nostro potere inviolabile, e regnerà nel nostro Santissimo Nome. Le Sue parole sono le leggi che legano il cielo, la terra e tutto sotto la terra. Il Suo potere è radicato nella nostra Divinità, e Lei ne disporrà liberamente ed inmodo sovrano per virtù di Suoi meriti incomparabili, raccolti nell'esecuzione della vocazione unica che ha ricevuto da Noi e con il perfetto uso delle qualità, grazie e privilegi che ha potuto attingere dalla Sorgente della nostra Vita Divina e con le quale è vestita come l'unica anima.
È nostra volontà che sia servita, ubbidita e glorificata da tutte le anime per tutte le età. Avrà tutto il potere di comandare e godere della totale sottomissione e obbedienza da tutti gli angeli, tutte le anime glorificate, tutte le anime sulla terra e tutte le anime dannate. Nessun elemento della Nostra creazione, né anima né materia inanimata, avrà la capacità di resistere al Suo potere e ai Suoi comandi, di qualunque natura o contenuto. Ecco perché sarà chiamata 'Signora di tutte le cose create', perché mettiamo tutto sotto i Suoi piedi. Nelle Sue mani posiamo il completamento del nostro Piano di Salvezza per le anime, i cui frutti sono aperti da Dio il Figlio. Regnerà e governerà con illimitato potere e con infallibile Saggezza, a causa della Sua pienezza di Grazie. Dopo la nostra Divinità, per tutte le età, sarà l'oggetto del più grande tributo.
Come la Regina su tutte le creature e Signora di tutte le anime svolgerà un ruolo di mediazione, di restituzione e un ruolo complementare nel compimento della Legge di Giustizia Divina. Per questi scopi potrà disporre in modo libero e sovrano di tutte le risorse dalla Sorgente di Vita Divina, così come di tutte le anime. Avrà tutto il potere sugli effetti della nostra Divina Provvidenza. Tutta l'obbedienza, l'onore e tutto servizio a Lei, si applica di obbedienza, onore e di servizio verso il nostro Dio, e tutto ciò che non viene dato a Lei sarà considerato come non Ci à stato dato, perché quest'anima è nostro Rappresentante verso tutte le anime. Nell'incoronazione di questa anima il fondamento del completamento del nostro Piano di Salvezza è diventato perfetto. Nessuno dei Suoi desideri rimarrà insoddisfatto e tutto ciò che è e sarà, sarà soggetto al Suo potere irresistibile. Questa è la decisione della nostra indiscutibile Volontà Divina".

La chiave per una corretta comprensione del titolo 'Maria, Signora di tutte le anime', che è strana per alcune anime, è inconfondibilmente nascosta nelle summenzionate parole della Divinità: "Il Suo potere è radicato nella nostra Divinità". Il 22 dicembre 2006, Maria disse a Myriam:

"La Mia gloria e il Mio potere sarebbe complete al momento della Mia incoronazione, tuttavia si moltiplicherebbero ulteriormente per l'eternità. Dio ha annunciato agli angeli che il Mio potere sarebbe per sempre senza eguali tra le creature. Mi ha chiamato 'Regina su tutta la creazione' e emetteva il Decreto Divino che ció sarebbe proclamato à tutti gli abitanti del cielo, della terra, del luogo di purificazione e dell'inferno. Quello che ha fatto in sostanza: Gli attributi di Dio furono incoronati in un'anima come segno indiscutibile che nella questa Donna aveva fatto una creatura che la fusione più sublime con la Divinità. 'Regina' è il titolo della Mia gloria, 'Signora', il titolo del Mio potere. 'Signora di tutte le anime' è l'apice assoluto della Mia capacità come Regina su tutta la creazione. Io sono la Regina su tutto (sotto Dio) come segno della piena realizzazione degli attributi di Dio, da solo tra le creature, e Io sono Signora su tutto (sotto Dio) come espressione del potere supremo con cui sono vestito".

Il potere di Maria, il fondamento centrale per il titolo di tutti i titoli, quello di 'Signora di tutte le anime', si basa interamente sulla perfetta unione tra la Sua volontà e la volontà di DIO, e sulla Sua perfetta esperienza d'Amore e quindi la Sua perfetta rispetto della Legge di Dio per tutta la Sua vita sulla terra. Più impeccabilmente un'anima umana sperimenta il vero Amore che rinnega se stesso, tanto più è davvero immagine e somiglianza di Dio. Dio non può rifiutare un'anima in una condizione tanto pura qualsiasi desiderio, perché tutto ciò che questa anima vuole è identico a ciò che Lui stesso vuole. Per questo motivo, Maria può, senza eccezione, in tutte le cose rappresentare la volontà di Dio a tutta la creazione, e può anche 'trasformare' il potere di Dio nelle anime, 'metterlo in atto'. Pertanto, la Signora di tutte le anime dice giustamente che ha ricevuto da Dio il potere di 'trasformare' le anime, o di 'ricrearle', ma a una condizione: quella della cooperazione volontaria dell'anima stessa, perché Dio, come è noto, non viola mai il libero arbitrio dell'anima umana.

La ragione e la logica dietro il titolo 'Signora di tutte le anime' è chiaramente spiegata nelle scritture di Myriam. Questa 'proprietà di tutte le proprietà' riposa essenzialmente sulla vocazione di Maria come Comandante nella battaglia della Luce contro le tenebre (è per questo che è anche la Signora degli Angeli), come una Guida interiore in ogni cuore aperto, e come la Maestra degli insegnamenti incomparabilmente profondi che Lei stessa chiama la Scienza della Vita Divina. Come abbiamo già sottolineato in precedenza, il titolo di Maria come 'Signora di tutte le anime' non è un frutto di una comprensione umana pensando, ma era richiesto dalla Madre di Dio stesso, in virtù di un Decreto Divino come un elemento importante nella lotta per l'instaurazione del Regno di Dio sulla terra, la risurrezione di Gesù Cristo in ogni anima che sceglie risolutamente il vero Amore e applica questo Amore in tutti i dettagli della sua vita e dei suoi stati interiori. In una visione accompagnata da parole nel periodo pasquale del 2016, la Regina del Cielo insegnò a Myriam quanto segue:

"Signora di tutte le anime, la Donna con il serpente infernale sotto i Suoi piedi, Io sono perché Dio Mi ha chiamato per superare sotto i Miei piedi tutte le tenebre in tutte le anime che sinceramente e senza alcun compromesso è pronto a sacrificare la sua vita terrena per la realizzazione del Suo Piano di Salvezza, affinché quest'anima possa aprirsi per l'adempimento della sua vocazione come figlio della Luce, l'Eterno Amore, la sua vocazione come strumento del Piano di Salvezza di Dio. Sono davvera la Signora di un'anima nella misura in cui quest'anima Mi permette di aiutare a sradicare le tenebre nella sua vita a causa del peccato originale, ma con la sua attiva e volontaria collaborazione. In quest'anima Io sono sul trono il trono che le tenebre hanno usurpato; in questa anima Io ho la piena libertà per aiutare le Opere di Redenzione del Cristo per portare veramente frutti. Pertanto, la Signora di tutte le anime è il Ponte d'oro tra l'anima e il suo Dio".

Dio ha dato a Maria il potere di guidare le anime intensamente, di insegnare, di riformare interiormente, di portare avanti la massima maturazione e fertilità, e di umiliare e superare tutte le tenebre. Nella Sua rappresentazione come la 'Donna' con il piede sul serpente, Maria è completamente la Signora, anche riguardo Satana, sul suo seguito e sulle sue opere. Maria è chiamata a trasformare e guidare le anime - purché collaborino con Lei - in modo tale che questo processo possa svolgersi in modo ottimale, cioè con la massima garanzia possibile di piena fertilità per lo sviluppo della propria anima e per la realizzazione del Piano di Salvezza di Dio. Per otenere questo, Maria ha bisogno di un potere che può attingere direttamente da Dio stesso. Questo potere è suggellato dal fatto che la volontà di Maria è identica alla volontà di Dio, per cui Ella nella Sua pienezza di Grazie, senza eccezione, può ottenere tutto ciò che può essere utile per le Opere e i Piani di Dio. Questo è ciò che ha reso Maria la Signora di tutte le anime: possiede il potere illimitato di guidare, trasformare, guarire l'anima, e nessun potere tranne Dio può resistere a Lei, compresi le forze delle tenebre.

Il titolo della Regina del Cielo come 'Signora di tutte le anime' non è semplicemente un nome teorico, o il frutto di un ragionamento teorico. Dall'inizio della sua Rivelazione in questa qualità, la Signora di tutte le anime ha ispirato molte brevi invocazioni che portano un potere speciale. Ha sottolineato alcuni di questi, perché sono strettamente correlati alla realizzazione della Sua vocazione (il completamento del Piano di Salvezza di Dio nelle anime volonterose). In primo luogo, Maria ha reso noto quale grande potere si trova in ogni invocazione in cui è chiamata 'Maria, potente Signora di tutte le anime'. Così ha parlato l'11 dicembre 2005: "Dì alle anime che ogni volta che Mi invocano con Amore e la venerazione più profonda come 'potente Signora di tutte le anime', Io ordinerò al diavolo di prostrarsi ai Miei piedi".

Da tutti gli insegnamenti dati dalla Regina del Cielo per molti anni come parte della Scienza della Vita Divina, diventa chiaro che 'la più sublime di tutte le qualità', questa come 'Signora di tutte le anime', à tutto tranne una novità di secondaria importanza sotto il cielo mariano, ma al contrario deve essere considerato come un elemento di un segno di Dio molto focalizzato contro le tenebre, che sta strangolando il mondo più manifestamente di anno in anno. Ci è stata promessa la vittoria finale di Dio sui poteri delle tenebre. Questa vittoria sarà completato sulla base dei meriti eterni della Passione, la Crocifissione e la Resurrezione di Gesù Cristo, e Maria sarà mostrata al Satana come inequivocabile Segno della vittoria dell'Amore perfetto e della santità perfetta sulle tenebre, in la forma di 'Donna con il piede sul serpente' (= su tutte le opere delle tenebre). Questa donna è colei che incarnerà la capacità dell'anima umana creata di diventare santa e che, durante la Sua vita sulla terra da un'assoluta resistenza alle tentazioni, ha esercitato un potere illimitato sul diavolo. La 'Donna', Maria, è giustamente la 'Signora di tutte le anime', e come tale aiuterà ad aprire la porta del Regno di Dio sulla terra in ogni anima. Ha, tuttavia, a questo fine bisogno di la resa totale di quante più anime possibili, attraverso la santa alleanza del totale, incondizionata consacrazione di tutta la vita a Lei, une consacrazione che e applicata sinceramente e pieno d'Amore in ogni dettaglio della vita, tramite tutte le azioni e in tutti gli stati interiori dell'anima. Tale resa dà forma completa all'imitazione di Cristo e suggella il potere illimitato delle Sue opere di Redenzione nell'anima. Questo potere è quello che deve scacciare le tenebre per sempre dal mondo. Maria, la Signora di tutte le anime, ci è data come il Ponte d'oro sul flusso vorticoso delle nostre tentazioni. Permettiamo davvero a Lei di essere la nostra Signora, affinché Cristo, e non il diavolo attraverso i suoi inganni, possa essere nostro Signore nel vero senso della parola.

Una considerazione per concludere:

Nella proclamazione della Regina Celeste attraverso questa Opera, l'enfasi centrale è sul Vero Amore come forza essenziale all'interno della creazione di Dio e come il criterio principale secondo cui Dio misura la fertilità di ogni anima umana e ogni vita umana per la realizzazione delle Sue Opere e Piani. La Signora di tutte le anime era ed è prima di tutto la Signora della più alta santità mai raggiunta da un'anima umana.

La vera speranza e il incoraggiamento parlano attraverso ogni elemento di questa proclamazione perché la Signora di tutte le anime motiva ogni anima alle estreme conseguenze all'impegno spontaneo personale al completamento della propria salvezza, e Lei spiega molto chiaramente che l'anima stessa determina la sua salvezza e la sua destinazione eterna, per la misura in cui, e la condizione del cuore da cui, riesce a mettere le sue condizioni di cuore in linea perfetta con quelle di Gesù Cristo e della Regina del Cielo. La via d'oro e più promettente è quello della consacrazione totale, incondizionata, permanente a Maria in tutti i dettagli della vita. La speranza non è quindi una condizione di attendere passivamente, ma di una partecipazione attiva fiduciosa nella consapevolezza che è considerata da Dio come testimonianza aperta del sincero desiderio di vivere una vita al servizio esclusivo delle Opere di Dio. La Promessa di Cristo è un segno di speranza per l'anima che vuole veramente realizzare questa Promessa nella propria vita attraverso l'esperienza perseverante del vero Amore a tutte le altre creature.

La Madre di Dio vuole formare le anime attraverso questi insegnamenti in modo che possano essere in grado di realizzare la partecipazione più fruttuosa al completamento del Piano di Salvezza di Dio e della propria santificazione. A tal fine Lei insegna attraverso quest'Opera la Scienza della Vita Divina, in cui l'anima trova le chiavi per ottenere una profondità senza precedenti nella sua comprensione dei vari misteri in connessione con la vita spirituale e la Legge di Dio. Un elemento chiave in questi insegnamenti è quindi quello di approfondire la conoscenza delle qualità altamente elevate e spesso molto poco conosciute di Maria, in modo che l'anima possa trovare in questa conoscenza una motivazione in più per il dono illimitato di se stesso alla Regina del Cielo, chi ha il potere di aiutare ad avanzare lo sviluppo, nell'anima, delle Opere Redentrice compiute da Gesù in mente può contribuire ad accelerare immensamente nella misura in cui Lei riceve nella vita quotidiana de l'anima opportunità per influenzare veramente gli stati interiori dell'anima e aiutarla a riorientare, se necessario.

 

Consacrazione a Maria

TOTUS TUUS, MARIA!

(Io appartengo interamente a Te, Maria)

LA TOTALE CONSACRAZIONE A MARIA

LA VERA FELICITÀ PER LEI E PER IL MONDO

(Myriam van Nazareth)

Dio creò l'uomo affinché conducesse una vita Santa, ma la prima coppia umana ascoltò l'insinuazione di satana e così si rese disubbidiente a Dio.

Questo primo peccato dell'uomo viene definito peccato originale: il veleno di satana entrò nell'anima dei primi uomini e doveva evitare a tutte le altre generazioni di vivere secondo l'immagine di Dio. A partire da questo momento l'uomo dovrà santificarsi, sempre se fosse riuscito a rimuovere le orme del morso dell'infernale serpente dalla sua anima, conducendo una vita conforme alla volontà di Dio: nel vero amore, nella purezza e in tutte le virtù. Il peccato originale e la fila interminabile di peccati, che in seguito furono commessi dall'umanità hanno causato un continuo crescendo di colpe verso la giustizia Divina. Queste colpe hanno portato un grande squilibrio nella creazione, motivo questo della miseria che possiamo constatare intorno a noi: guerre, lotte, litigi, cattiveria, fame, povertà, castighi naturali e un infinito proliferare di tutti i vizi e peccati. Il male moltlipica il suo potere sull'umanità senza sosta perché attraverso i loro peccati, le anime danno sempre più potere a satana.

Dio ha predestinato la Santa Vergine Maria ad essere Vittoriosa su satana. Maria è stata l'unica creatura concepita Immacolata, questo vuol dire che La Sua Anima non porta con Se il peccato originale. Da Lei nascerà Gesù Cristo il figlio di Dio, per poter riscattare l'umanità dagli effetti del peccato originale attraverso le Sue Sofferenze e con la morte sulla Croce e le conseguenze di ciò doveva essere l'eterna dannazione. Affinché l'opera di Salvezza di Gesù ci sia utile è necessario, ciascuno deve seguire Gesù nella propia vita: deve accettare la Sua parola come l'unica verità di Dio e seguire la sua vita terrena il più fedelmente possibile, tendendo alla perfezione con l’uso delle varie virtù (Amore, purezza, sincerità, onestà, tolleranza, abnegazione, Perdono...) e nell'accetazione amorevole delle propie croci giornaliere (le imposizioni quotidiani, prove, tribolazioni, dolori, malattie, afflizioni). In questo modo si acquista la propia beatitudine in cielo, si aiuta a pagare il peso del debito di tutta l'umanità e a paralizzare il potere del male, contribuendo alla pulizia di ogni miseria nel mondo.

La Santa Vergine Maria ha ricevuto il potere di completare l'opera di Salvezza di Cristo nel mondo e bandire per sempre dal mondo satana. Tuttavia lei può usare questo potere nella misura in cui le anime La pregano con incessanti suppliche e offerta della propia vita. Perché? Perché Dio rispetta sempre la libera volontà dell'uomo.

La vostra felicità e quella del mondo intero sta quindi nelle mani di Maria. Tendete all'eterna beatitudine dopo la vostra vita terrena e ad un mondo pieno di pace e amore senza miserie qui sulla terra? Allora consacrate tutto il vostro essere, tutta la vostra vita e tutto quello che possedete a Maria.

Come ci si consacra a Maria?

Ogni giorno dite che volete essere sua propietà e possesso, che ogni cosa, parola, pensiero, sentimento, desiderio e aspirazione le vengono offerti. Ogni giorno pregatela di guidarvi in tutto e perchè tutti i vostri pesi, prove e dolori vengono accettati, affinché Maria Li usi nel contesto del Suo piano per la Salvezza del mondo. Questo piano si chiama: la fondazione del Regno di Cristo sulla terra. Perché così agisce la consacrazione: le vostre sofferenze vengono trasformate nelle Mani di Maria in POTERE e LUCE.

Più prove e sacrifici date a Maria con amore e devozione (senza resistenza), ancora di più Lei eserciterà il Suo infinito potere su satana. Ogni protesta, ogni insoddisfazione nel propio cuore rallenta la vittoria di Maria e allontana l'instaurazione del Regno di Dio di Pace e Felicità sulla terra.

Perché dovete consacrarvi a Maria?

Perché Lei dispone della Potenza di Dio e grazie alla Sua Elezione e la Sua vittoria sul peccato e su ogni tipo di tentazione, umilierá satana sotto i Suoi piedi perché Dio L'ha predestinata come la Donna che schiaccerà la testa al serpente. Sono le anime che si abbandonano totalmente a Maria, non a parole ma con i fatti, specialmente attraverso l'offerta delle propie pene che, come Suoi servi, metteranno satana sotto i Suoi piedi.

Questa consacrazione è una Santa Alleanza. Da voi ci si aspetta che la seguiate non a parole, ma nella pratica di tutti i giorni e senza condizioni. In caso di insofferenze e lamentele sulle prove che incrociate nel vostro cammino, non apportate nessun contributo alla salvezza del mondo.

Non lasciate che i vostri dolori giornalieri vengano persi: consacratevi del tutto e per sempre a Maria e vivete questa consacrazione con tutto il vostro essere, così che tutte le vostre croci giornaliere vi ottengano il cielo dopo questa vita. Aiuterete a salvare il mondo dalle sue miserie e glorificherete Dio. Da voi ci si aspetta solo una cosa: che miriate in ogni momento della vostra vita agli obbiettivi di Maria e non ai vostri, perché Maria anela particolarmente e solamente all'eterna felicità di ogni anima e alla liberazione del mondo.

CONSACRAZIONE À MARIA
=
SEGUIRE TOTALMENTE CRISTO

Diventate membri della CATENA DI LUCE DI MARIA
la quale bandirà per sempre il male:

Pregate giornalmente la seguente preghiera di consacrazione à Maria,
e divulgatela

741. ATTO FONDAMENTALE DELLA CONSACRAZIONE À MARIA

(Myriam van Nazareth)

Maria, Madre Celeste,
Voglio appartenerti in tutto e del tutto, in tutte le mie opere, parole, pensieri, sentimenti,
desideri e aspirazioni.
Aiutami a servirti con Amore, purezza, devozione e gioia ogni attimo della mia vita.
Possa questa offerta di tutto il mio essere a Te, santificare la mia anima e liberare il mondo dal dominio del male, affinché venga il Regno di Dio sulla terra.

Il seguente testo è tratto dal libro Il Tempio di Maria:

alcune linee principali del sacro contratto di consacrazione
à MARIA

* Consacrazione a Maria = il sacrificio più completo di Voi stesso alla Santissima Vergine Maria, chi ha ricevuto il comando in preparazione della fondazione del Regno di Dio sulla terra, e chi prepara questa fondazione usando tutti i sacrifici posti nelle Sue mani dalle anime umane attraverso la totale consacrazione.

Attraverso Maria, Dio vuole cacciare Satana dal mondo e fondare il Suo Regno per il quale Gesù Cristo ha disperso il primo seme. Maria vuole ottenere ciò attraverso il frutto combinato del Suo potere invincibile e il contributo delle anime umane. Ecco perché desidera ardentemente la consacrazione totale delle anime che sono disposte a vivere come Suoi servi.

* Attraverso una vita cosciente come un devoto di Maria, Le date:

    • Tutta la vostra vita, passato, presente e futuro, tutte le esperienze della vostra vita quotidiana (anche le più banali)

    • tutte le vostre azioni, parole, pensieri, sentimenti, pensieri, desideri, dolori, tristezza, fardelli, paure, prove, malattie, affaticamento, ferite, incertezze, dubbi e il vostro libero arbitrio (la Volontà di Maria diventa la vostra)

    • Tutto il vostro essere: anima, spirito, cuore e corpo

    • tutte le vostre relazioni e rapporti con le persone e l'intero ambiente (compresi i vostri beni e utensili)

    • tutte le vostre preghiere, sacrifici, penitenze, mortificazioni

* Maria può usare tutto quanto sopra per il completamento della Sua commissione per la salvezza delle anime. Dio Le ha dato il potere assoluto di ricreare: il potere di cambiare tutto ciò che è negativo o tutto ciò che viene vissuto come negativo, in grazie e forze salutari.  In tal modo ottiene la santificazione, la purificazione, la conversione e Lei prepara la fondamenta di un nuovo mondo: il Regno di Dio dell'Amore, della pace e della felicità sulla terra, cambiando di tutte le tenebre nella Luce, di tutto l'odio nell'Amore, di tutte le malattie e morte delle anime in una rinascita. Per usare un'immagine: al vostra primo atto di consacrazione, Maria ti riceve nel Suo grembo, Lei porta e ti nutre e poi ti dà alla luce come frutto del Suo lavoro per una vita al Suo servizio. Voi siete quindi in senso spirituale Suo possesso e proprietà, e dovete essere disposto a farle usare la vostra vita secondo il Suo piacere.

* La condizione assoluta per il completamento delle Opere di Maria è l'incessante consacrazione di Voi stesso, di tutte le vostre esperienze e di tutti i vuoi costituenti nel corpo, pensieri e sentimenti per Lei, ogni momento di ogni giorno. Se non lo fate, conducete una vita sterile.

* Maria Si rivela in questi ultimi tempi attraverso Myriam van Nazareth come la Signora di tutte le anime, che vuole completare il Piano di Salvezza di Dio per le anime, e vuole tre cose da voi per questo:

    • Amore ardente verso Dio, verso di Lei e verso i tuoi simili

    • accettazione e dedizione di tutte le croci sul vostro percorso di vita

    • perfetta obbedienza e sottomissione a Lei

Più le anime si consacrano totalmente a Maria, sperimentando veramente questa consacrazione e rispondendo a questi tre desideri, tanto prima e più profondamente Maria svilupperà la pienezza del Suo potere per la distruzione finale di tutti i mali e l'instaurazione del Regno di Dio sulla terra.

La consacrazione a Maria è un'alleanza sacra tra Maria e la vostra anima. Come devoto di Maria, voi assumete grandi responsabilità:

  1. La vostra consacrazione deve essere totale, incondizionata ed eterna. Finché trattenete qualcosa nella vostra vita per Maria (volete continuare a controllare o regolare voi stesso), non siete completamente impegnato con Lei.

  2. Consacrazione significa riconoscere che Maria è e rimane l'unica e assoluta Signora di tutto il vostro essere e tutta la vostra vita. Lei rappresenta Dio in ogni cosa nella vostra vita.

  3. Consacrazione presuppone il vostro voto di vivere la vostra devozione con parole e azioni, ogni momento della vostra vita e di adempiere rigorosamente ai tuoi obblighi di devoto. Mai insultare Maria e Dio con frivolezza nell'osservanza di questa santa alleanza.

  4. Come devoto voi fate un voto di vivere rigorosamente secondo i precetti della Dottrina di Cristo e nella fede nei dogmi della Chiesa Cattolica Romana.

  5. Come devoto fate il voto di vivere ogni momento nella consapevolezza che Maria è la Signora di tutto il tuo essere, compreso il tuo corpo, i tuoi sentimenti e pensieri, e che custodirete attentamente la preservazione e la purezza di esso. Non dimenticare mai che voi, come anima consacrata a Maria, siete soldato di Maria e quindi siete direttamente coinvolta nella lotta contro il male. Non potete combattere i vizi che proliferano ancora in larga misura in voi stesso.

* Il devoto di Maria vive esclusivamente e solo a attraverso di Maria, per Maria, con Maria e in Maria:

    • ATTRAVERSO DI Maria: È nato di nuovo da Maria dalla sua consacrazione

    • PER Maria: Tutta la sua vita è pienamente al Suo servizio

    • CON Maria: Dovrebbe coinvolgere Maria in ogni cosa nella sua vita quotidiana

    • IN Maria: Aggiungendo la perfezione in tutte le virtù, permette a Maria di plasmarlo, adattarlo e cambiarlo in modo tale che egli 'si fonde sempre più con Lei'.

* Dio ha designato Maria come la Signora di tutte le anime e Le ha dato un potere illimitato sull'umanità. Già per questa ragione Dio desidera la totale consacrazione delle anime a Lei, affinché possa sviluppare pienamente il Suo potere. La consacrazione totale come dono perfetto da voi stesso a Maria è il più grande tributo che potete portare alla Signora di tutte le anime. In questi ultimi tempi, Dio desidera una resa perfetta a Maria. Per questo motivo vi invito alla totale consacrazione di voi stesso a Maria e all'educazione al vostro prossimo affinché anche lui possa conoscere la necessità e la salvezza della sua propra consacrazione a Maria.

* L'obiettivo finale della totale consacrazione a Maria è questo: Salvezza e benedizione della liberazione per tutta l'umanità e santificazione per la vostra anima.

Lo dice popolarmente che la felicità non è di questo mondo. Questo è certamente vero per l'anima che è saldamente radicata nel mondo. Tuttavia, potete già provare un assaggio della vera felicità durante la vostra vita sulla terra. La chiave dello scrigno della felicità sta nella totale consacrazione a Maria. Chi si dedica totalmente, incondizionatamente e per sempre a Maria e veramente sperimenta profondamente la sua consacrazione in tutti i dettagli della sua vita quotidiana, si sentirà al centro della sua anima che ha trovato il suo vero scopo nella vita, il suo vero destino, la sua vera vocazione. Solo questa determinazione crea già una pace sempre crescenti nel cuore. Innumerevoli sono le anime che trascorrono un tempo infinito alla ricerca del senso della vita. Per chi si è donato completamente a Maria, la ricerca è finita: la consacrazione totale e indivisa a Maria è la vera arte di vivere. Vi dà la vera felicità, perché in questo atteggiamento verso la vita la vostra anima trova esattamente ciò che ha sempre desiderato inconsciamente, perché Dio ha già alla creazione dell'anima posto in lei il desiderio di vivere una vita che la rende pronta ad essere ripresa nel cuore di Dio.

Il modo di vivere che più risponde a questo obiettivo è quello della totale consacrazione a Maria. Maria è destinata dall'Essere Supremo ad essere la Regina del Cielo e della terra e la Signora di tutte le anime. In virtù della Sua proprietà di Signora, e poiché Lei è il ponte perfetto tra Dio e l'umanità, non c'è modo più naturale di andare a Dio di quello della totale resa di voi stesso e del vostro intero percorso terreno verso Maria. È stata nominata da Dio come la Signora per l'esecuzione del Piano di Salvezza di Dio per le anime umane. Questo Piano consiste nella Redenzione e santificazione di tutte le anime e nella fondazione del Regno di Dio sulla terra. Per questo motivo Maria è rivestita da Dio con elementi di Suo potere, così che anche tutto ciò che vive è nel Suo potere. Ecco perché ha anche tutto il potere sulla vostra anima e sul vostro corpo. Nondimeno, Dio si aspetta che voi vi arrendete a Lei di vostra spontanea volontà, perché solo allora potrà usare la pienezza del Suo potere per processarvi e cambiarvi in modo che voi possiate diventare utile come una pietra da costruzione nel fondamento del Regno di Dio.

Maria è spesso raffigurata con il globo sotto i Suoi piedi. Questo è precisamente il grande simbolo del Suo potere assoluto su tutto ciò che vive sulla terra. Userà quel potere per liberare il mondo da Satana, che ha controllato l'umanità dal peccato originale. Così stabilirà il Suo Regno sulla terra, che è anche il Regno di Dio. Puoi già sperimentare i primi frutti del dominio di Maria durante la vostra vita sulla terra, prostrandoti davanti a Lei e promettendoti esplicitamente che volete che Lei apparteniate totalmente con tutto il vostro essere, tutta la vostra vita e tutte le vostre azione. Diventate quindi, per così dire, 'oggetti d'uso' nelle mani di Maria, ma i vostri salari per questo nella Vita Eterna non possono essere stimati. Come devoto totale di Maria, compartecipate direttamente alla realizzazione delle Opere di Dio. Solo la misura in cui la vostra vita è stata utile a Dio determina il merito che acquisite e che vi dà accesso alla beatitudine eterna in cielo.

Una vita di massimo servizio a Maria, la Signora di tutte le anime, è il destino che Dio stesso ha provveduto per tutte le anime, perché questa è la via per la realizzazione del Suo Piano di Salvezza per le anime. È vostro sacro dovere preparare le anime a diventare loro stessi i servitori di Maria, ed è sacro dovere di tutti i servitori di Maria sostenerli l'un l'altro al massimo nell'adempimento di questa missione spesso così difficile ma così incomparabile. I veri devoti di Maria sono chiamati a servire come base per ritornare alla condizione della giovane Chiesa, immediatamente dopo l'Ascensione di Gesù: un gruppo molto stretto di anime, pieno di entusiasmo, fede incrollabile, fervente Amore e un accattivante solidarietà e sostegno reciproco. Queste caratteristiche saranno il segno di Maria, che è bruciata nei cuori.

Per affrettare la fondazione del Regno di Dio sulla terra, è ora che le anime si uniscano come una catena di Luce in totale, incondizionata ed eterna consacrazione alla Santissima Vergine Maria. Il numero dei devoti totali deve aumentare e l'esperienza pratica di questa consacrazione a Maria deve veramente diventare profonda. Questa è l'unica via per la liberazione dell'umanità dalla morsa devastante di Satana. Coloro che si lamentano della malvagità del mondo, possono agire in modo da fare il primo contributo ad abbandonare il loro atteggiamento di scoraggiamento per se stessi rispetto ai loro simili, e arrendersi totalmente a Maria nella fervida preghiera, il sacrificio e la penitenza. Mettete le anime e i loro modi di vita ai piedi di Maria in modo che Lei abbia l'opportunità di dispiegare la pienezza della potenza che Le è stata donata da Dio. Maria desidera una dedizione ardente, per confermare il Suo potere nei cuori. Il lavoro di Maria in questi ultimi tempi è l'incoronazione dell'Opera Redentrice di Gesù Cristo. Vi gettate nell'umiltà davanti a Maria e vi date a Lei come offerta totale. Sono i piedi di Maria che libereranno l'umanità per sempre, perché è così che Dio ha ordinato.

La totale consacrazione a Maria è per un altro motivo la grande chiave dello scrigno della vera felicità: la consacrazione a Maria è un viaggio alla scoperta della più profonda della vostra anima. Nessun altro modo di vivere vi porta nella stessa misura alla conoscenza del vostro vero essere, delle vostre debolezze e quindi dei punti su cui dovete lavorare per ottenere il massimo dalla vostra natura umana. Ecco come funziona Maria: purifica prima i templi in cui vuole vivere e regnare. Questa purificazione è possibile solo attraverso la consapevolezza delle carenze, delle debolezze e della suscettibilità alle tentazioni. Ecco perché una vita di totale consacrazione a Maria è la via definitiva verso uno stato di essere che dà veramente soddisfazione profonda e rende possibile una equanimità duratura e una vera pace del cuore.

Dio vuole riportare l'umanità allo stato di santità che possedeva in Adamo ed Eva prima del peccato originale. Proprio per questo motivo, la totale consacrazione alla Santissima Vergine Maria è la via regale di Dio. Maria è l'Immacolata Concezione, è l'unica anima umana dopo Adamo ed Eva che è nata senza il peccato originale, ed è l'unica che ha conservato il perfetto stato di santità per tutta la Sua vita. Con la totale consacrazione a Lei voi indicate che volete essere formato da Lei secondo il Suo modello, esempio e somiglianza, che in realtà significa un ritorno allo stato originale di santità che Dio aveva provveduto per le anime umane.

A questo riguardo, dobbiamo considerare la consacrazione totale, incondizionata ed eterna a Maria strettamente osservata nella vita quotidiana come l'ultima espediente per le anime e per il mondo nel suo insieme. La consacrazione totale e intensamente praticata a Maria è l'ultima fonte della Vera Felicità. Questa è anche l'essenza del messaggio che, in questi giorni, Maria nella Sua qualità di 'potente Signora di tutte le anime', viene a insegnare all'umanità nelle Sue Rivelazioni e Insegnamenti attraverso Myriam van Nazareth. La gioia consiste soprattutto nel fatto che le anime sono motivate dalla loro Signora a cooperare nella loro liberazione.

Vivere in totale consacrazione a Maria, se questa consacrazione è vissuta in modo rigoroso e ardente, sta anche vivendo in perfetto accordo con la Volontà di Dio e i Piani di Dio, poiché Maria è l'unica anima che sia mai stata perfettamente vissuta nel piacere di Dio. Maria si pone l'obiettivo di santificare i Suoi veri devoti. È vostro sacro dovere darle l'opportunità di farlo, attraverso una vita di esercizio coscienzioso di tutte le virtù e di abnegazione totale per la realizzazione del grande Piano di Dio: la fondazione del Suo Regno sulla terra.

Tutto ciò che è consacrato a Maria con fede e vero Amore è ritirato dalla sfera di influenza di Satana. Per questo motivo nulla è più adatto a portare la Luce nel mondo della totale consacrazione a Maria di tutte le anime, di ogni percorso di vita, di ogni evento, situazione e prova. La più potente è la consacrazione che viene vissuta in un modo fervente dall'anima in questione. Il primo atto di consacrazione può essere pronunciato con la stessa quantità di frutta da un'altra anima alla presenza dell'anima in questione, ma la responsabilità per l'esperienza e quindi anche per il frutto della consacrazione spetta al devoto stesso. Dedicarsi a Maria significa consegnarle le chiavi della vostra auto, così che diventi padrona e si metta al volante Lei stessa per aiutare a determinare il viaggio della vostra vita. Allora Le date il potere sul vostro viaggio di vita. Consacrare un'anima che non è presente alla consacrazione, significa coinvolgere Maria come une vigilessa o una poliziotta: non guida se stessa, Lei aiuta solo a cancellare alcune strade per quest'anima. Non dimenticate mai che la totale consacrazione a Maria è un'alleanza sacra tra il devoto e Maria. Non chiudete questa alleanza con leggerezza, ha conseguenze di vasta portata per la vostra beatitudine eterna e per quelle di altre anime.

Nessun bambino nasce per lasciarlo morire di fame in seguito. Bene, la totale consacrazione a Maria è una rinascita per la vostra anima, e ogni giorno Lei si aspetta che voi riconfermate questo grande evento in voi dal desiderio intenso di appartenere totalmente e indiviso solo a Maria. Non permettete che la tua rinascita da Maria si trasformi in un frutto morto, o non lasciate che questo frutto nasca e poi languirebbe per mancanza di cibo (esperienza pratica di devozione!).

C'era una volta, la totale consacrazione a Maria è stata mostrata simbolicamente a Myriam nell'immagine di un singolo 'giglio pasquale' in una nebbia densa (in lingua olandese il narciso e chiamato, se tradotto letteralmente, 'giglio pasquale'). Il fiore è l'anima, la Nebulosa Celeste è Maria che racchiude completamente il fiore (nel Suo Cuore) perché l'animavuole appartenerle (si apre alla ricerca della Luce). Non appena l'anima si lascia 'prendere' da Maria (dichiara di essere Sua proprietà), Maria assicura che l'anima presta sempre meno attenzione al mondo. È come se Maria proteggesse la Sua proprietà dall'influenza del mondo e metta 'una cortina celeste' attorno all'anima. La nebbia porta l'acqua della vita nel fiore e lo nutre con il potere non materiale della rugiada del mattino, in modo che sia completamente preparato per la Luce del Sole (Cristo). Sorprendentemente, il fiore mi è stato mostrato come un 'giglio pasqualesimbolo della Resurrezione, quindi Vita Eterna. L'anima che si dona totalmente a Maria viene allontanata dal mondo da Lei, preparata a 'assorbire' Gesù, la Luce del mondo, ed è quindi portata alla Vita Eterna.

La Gloria della Santa Vergine Maria

TOTUS TUUS, MARIA !

LA GLORIA DELLA SANTA VERGINE MARIA

sulla sublimità della Santissima Vergine Maria
e sulla necessità del servizio totale delle anime verso Maria

Myriam van Nazareth

Cosa rende un'anima bella? La misura in cui irradia il vero Amore. L'Amore è la regina delle virtù che 'anima' tutta la vita (che dà la forza vitale). L'Amore è come il sole dell'Essere di Dio. Lei irradia principalmente la Sua Luce attraverso l'allegria. Le dà il suo calore principalmente attraverso la dolcezza, e la sua radiazione fluisce senza impedimenti fino al punto in cui l'anima è in uno stato di purezza. La fermezza del sole della vostra anima è governata dalla vostra equanimità: ogni volubilità nella vostra mente è come una nuvola che si muove davanti al sole. Il vostro sole alimenta attraverso l'obbedienza, perché l'anima riceve solo la forza divina per brillare come un sole nella misura in cui vive secondo la volontà di Dio, le Sue Opere e Piani. La durabilità dell'effetto del vostro sole è determinato dall'umiltà: Un'anima fiero cerca così tanto di brillare dal proprio potere che, per così dire, 'esplose' e molto presto estinta e scurisce. Per tutte queste ragioni, la bellezza della vostra anima è determinato dal grado di sviluppo nel vostro Amore, la purezza, l'allegria, la dolcezza, l'equanimità, l'obbedienza e l'umiltà.

Questa rivelazione può farvi capire perché Maria, la perfetta Signora di tutte queste virtù, è l'anima umana più bella di tutti i tempi. La bellezza di Maria è mozzafiato perché il Suo aspetto riempie l'anima con lo splendore assoluto del sole divino, perfetto in tutte le sue sfaccettature: luce, calore, la radiazione pura e senza ostacoli, alimentata completamente e in una misura inesauribile dalla potenza di Dio stesso, e durevole e imperituro nel loro effetti. Chi vede Maria sente che in Lei le qualità della Divinità hanno raggiunto uno sviluppo incomparabile e che il potere di Dio stesso irradia da tutto il Suo Essere. La bellezza di Maria è come quella di un paradiso di perfetti fiori profumati in tutti i colori creati da Dio, attraverso i quali risplende un sole che dissipa tutta la freddezza e tutta l'oscurità e che libera dai fiori tutte le forze che curano le anime e tutto ciò che delizia le anime. La bellezza di Maria è incantevole, abbagliante, e porta l'anima contemplante in estasi, in una gioia beata perché Maria ha perfettamente assorbito e applicato tutte le grazie che Dio Le ha dato, e ha permesso a tutti i semi divini nella sua anima di maturare in tale perfezione da diventare i fiori più deliziosi che Lei (Maria, la Signora, La Regina) così da dare all'anima contemplativa l'impressione di incorporare la più alta bellezza di Dio stesso.

Maria deve essere il vostro Esempio, poiché è l'anima umana più perfetta e l'anima che ha realizzato i desideri e i Piani di Dio nel modo più perfetto. In altre parole: Lei è l'anima che nel modo più perfetto ha portato tutti gli elementi divini in Se stesso alla massima maturazione e quindi è ha cominciato a somigliare a Dio nel più alto grado possibile per un'anima umana. É in questo senso che devi comprenderlo quando si dice che Maria è 'divinizzata'.

Maria non è Divina per natura, Ella è 'divinizzata' dalla pienezza delle grazie con cui Dio ha riempito la Sua anima e l'ha elevata alla perfezione. Per questo motivo, Maria è chiamata 'lo specchio perfetto di Dio'. Lei 'rappresenta' Dio come nessun'altra anima creata può fare questo.

Più un'anima assorbe la Volontà Divina nel suo cuore e cerca di rendere questo motivo un motivo della Tua vita e rende questo l'unico motivo per la sua vita, più si fonde con la Sorgente di ogni Vita, Dio stesso. Questo è ciò che viene chiamato 'deificazione/divinizzazione dell'anima'. L'anima umana che è 'divinizzata' al più alto grado possibile è la Santissima Vergine Maria: era ed è perfettamente unita alla Volontà di Dio dalla sua Concezione all'eternità.

Maria è diventata un Tabernacolo vivente: fin dall'inizio portò il seme più ricco e vario del Padre Eterno in Se stesso, fu totalmente ripieno dello Spirito Santo e portò il Figlio di Dio nel Suo corpo per nove mesi. Inoltre, per l'eternità porta il Cuore e la Divinità di Gesù nel Suo Cuore, e per l'eternità è perfettamente connessa con lo Spirito Santo. Maria è chiamata la Sede della Saggezza perché porta sempre con Sé lo Spirito Santo. Così Maria è con l'anima e il corpo Tabernacolo di Dio Uno e Trino, il che significa che Lei è perfetta e santificata nel profondo del Suo Essere. In parte per questo motivo si dice che Maria è 'divinizzata', poiché tutto il Suo essere è permeato dalla Divinità. Sulla base di questo privilegio, in Maria il divino e l'umano non possono essere separati l'uno dall'altro. Quando aggiungi il latte all'acqua, come puoi separare entrambi?

Questo è il motivo per cui è elevata oltre la portata sopra tutte le creature.


Rivelazione della Santissima Vergine MARIA
de 19. aprile 2008

a Myriam van Nazareth

"Guarda il quadro che voglio mostrare nel tuo cuore. Rappresenta il Mio attributo di Signora di tutte le anime nella sua intera dimensione. Voglio marcare con ardore questa immaggine eternamente dentro il tuo cuore".

L'immaggine, che posso osservare durante un lungo tempo, è indescrivibilmente bella. Per incarico di Maria, descrivo quello che vedo:

Nella base dell'immaggine vedo la parte superiore di una palla, che rappresenta il globo terrestre.

Sopra la palla si incontra un trono dorato. Sopra, sullo schienale del trono vedo uno scudo in forma di giglio con sopra le gracili lettere MDA (= Maria Domina Animarum, Maria Signora delle anime).

Sul trono siede Maria. Porta un vestito bianco, con sopra um manto di un bellissimo colore celeste, indescrivibilmente bello, come mai visto niente di uguale su questa terra. Sopra la Sua testa pende una cintura brillante di colore dorato (una fascia con una larghezza di circa 5 cm), che cade da ambo i lati della Sua testa, di maniera che i due estremi cadono ai lati delle braccia del trono fino a toccare la superficie del globo terrestre.

Maria tiene nella mano destra uno scettro dorato, coperto di pietre preziose dai vari colori. La Sua mano sinistra riposa leggermente nella parte frontale del braccio sinistro del trono. Otto delle Sue dita sono adornati con pietre preziose di vari colori (ogni pietra ha un colore diverso: i sette colori dell'arcobaleno, insieme ad una pietra che irradia una luce dorata abbagliante). I raggi colorati provenienti da ogni pietra preziosa si spargono come fasci di luce in tutte le direzioni, e dai piedi di Maria fino a tutto il globo terrestre.

Nella testa di Maria, sopra la cintura dorata, c´è una corona dorata coperta di pietre preziose di vari colori.

Sopra l'immaggine vedo la Divinità in forma di una brillante luce bianca, somigliante ad un sole radiante, nel centro di questa luce una Croce da cui cadono gocce di sangue. Da questo 'Sole' esce un largo fascio di brillante luce bianca, che illumina verso sotto, per dirramarsi in mezzo al cammino entro il 'Sole' e la testa di Maria nello Spirito Santo. Vedo lo Spirito Santo in forma di una Colomba bianca. Come se questa Colomba fosse un prisma, in cui la luce bianca sembra frazionarsi nei sette colori dell'arcobaleno per risplendere dal di sotto in forma di un fascio di luce che si fà sempre più largo nella misura che si avvicina alla testa di Maria. Il punto dove il fascio di luce tocca la testa di Maria, è anche largo quanto la Sua testa, che mi dà l'impressione come se la Sua testa fosse avvolta da un arcobaleno.

Il Cuore di Maria sembra un sole di una dorata luce brillante.

In ambo i lati di Maria vedo una grande quantità di Angeli, che giacciono in ginocchio, con la testa rivolta verso Maria. Sembra, che tutti questi Angeli 'fluttuano' (non toccano la terra).

Il piede destro di Maria posa sul viso di un demone, che giace nella superficie della terra, con la testa rivolta verso Maria, ma con il viso girato verso sinistra, di maniera che le dita del piede destro riposano sopra la guancia. Il piede sinistro di Maria riposa nel globo terrestre. Davanti a questo piede giacciono in ginocchio tre figure sataniche. Gli occhi di queste figure guardano con paura il piede della Signora. Sotto di questi tre demoni, sembra che la superficie terrestre sia aperta. Vedo le fiamme dell'inferno.

Alla destra di Maria, entro gli Angeli e la superficie terrestre, vedo una nebbia, nella quale, igualmente sono inginocchiate alcune figure. Questa nebbia rappresenta il Purgatorio. La nebbia viene irradiata dal raggio dorato di una delle pietre preziose della mano di Maria.


SPIEGAZIONI SULLA VISIONE SOPRACITATA

Maria mi spiega questa impressionante visione mentre la vedo. Il significato di tutta la simbologia, così come me l´ha rivelato la Signora di tutte le anime:

  • La Divinità non ha forma, è tutta Luce. Nel centro della Luce Divina c'è la Croce del Figlio di Dio, con il Sangue che ha reso accessibile le numerose Grazie per le anime.

  • I misteri Divini agiscono attraverso lo Spirito Santo. La divisione della Luce Divina (portatrice della Vita Divina) nello Spirito Santo, simbolizza il fatto, che lo Spirito di Dio versa ogni Grazia sopra le anime 'in modo accessibile'.

  • la testa di Maria è allo stesso modo avvolta dall´arcobaleno della Grazia. Questo simbolizza il privilegio unico della Pienezza della Grazia, che entro tutte le creature è presente solo in Maria. Questa abbondanzia di Grazia eleva Maria nella posizione unica, dove Lei può esercitare il potere esecutivo di Dio su tutte le creature: Lei è avvolta dalla Luce Divina, che vuol dire, che porta in Sè l'abbondanza della Luce Divina e per questo motivo è perfettamente uno con la volontà di Dio. Questo fà il Suo potere perfetto: ogni espressione della Sua volontà è per Dio un'espressione della propria volontà e per conseguenza deve essere accettata e seguita con obbedienza dalle creature come espressione della volontà Divina.

  • Maria siede su un trono dorato. Questo rappresenta il fatto, che Lei è stata elevata a Regina di tutto quello che sta sotto di Dio. (il colore dorato è il colore Divino, il colore della dignità e santità illimitata).

  • Maria porta una corona dorata, coperta di pietre preziose dai vari colori. La corona è il simbolo della dignità reale, il colore dorato rappresenta il Divino, i vari colori delle pietre preziose simbolizzano più volte l´abbondanza della Grazia, e il fatto che Dio ha fatto traboccare in Maria tutte le Sue qualità, affinchè Lei possa esercitare la Sua vocazione di Signora di tutte le anime.

  • Sopra sullo schienale del trono di Maria, si trova uno scudo in forma di giglio, con le lettere MDA (Maria Domina Animarum, = Maria Signora delle anime), per far notare che il Suo attributo di Signora di tutte le anime, le è stato donato a motivo della Sua immacolata purezza (simbolizzata dal giglio) e santità. La perfetta purezza è la propietà che rende possibile ad un'anima, di accogliere in sè la luce di Dio TOTALMENTE, e rifletterla. Fuori Maria, questo non vale per nessun'altra anima, così che possiamo dire di Lei, che è uno Specchio di Dio.

  • Maria veste un vestito bianco (simbolo della Sua purezza immacolata) un mantello celeste (simbolo del fatto, che la Sua Anima contiene l'assoluta perfetta Pace interiore, cosicchè fuori di Lei questa si trova solo nel Cuore di DIO; il celeste del cielo senza nuvole simbolizza la profonda pace del cuore) e sulla testa una cintura dorata (simbolo del fatto, che tutto il Suo essere è avvolto nelle qualità e gli effetti della Divinità). Questa fascia tocca, da ambo le parti del trono il globo terrestre, con la quale viene indicato, che Maria vuole diffondere la Sua Gloria sulle anime.

  • Il Cuore di Maria è un sole di una luce dorata brillante: un simbolo dell'assoluta purezza immacolata della costituzione interiore di Maria, il fatto, che Lei è totalmente piena di Santità e vita Divina, e il fatto, che il Suo potere incide attraverso il suo straordinario Amore, di modo che Lei, svolge anche uno straordinario potere sul Cuore di Dio. (Per questo motivo il Suo Cuore è come un sole dorato: con questo Dio vuole confermare, che Maria in virtù di un precetto Divino, eserce un potere Divino, e che fà questo attraverso l'abbondanza dell'Amore, che letteralmente è la forza motrice di tutta la creazione).

  • la mano destra di Maria tiene uno scettro dorato (simbolo del Suo potere su tutto) con pietre preziose di vari colori (simbolo del fatto, che questo potere scaturisce dall'abbondanza della Grazia Divina). La Sua mano sinistra riposa leggermente sopra il braccio sinistro del trono, come simbolo della naturalità di come porta la Sua magnificenza e di come risalta il Suo potere sulla creazione.

  • Otto delle Sue dita sono adornati con pietre preziose. Queste simbolizzano il ruolo di Maria come Mediatrice e Donatrice di tutte le Grazie Divine: Lei le lascia brillare come raggi di luce colorita (elementi della Vita Divina) su tutte le anime. Le pietre preziose distribuiscono i sette colori dell'arcobaleno, che insieme rappresentano l'abbondanza della Grazia Divina, in più il colore dorato per la realizzazione della Santità. Per questo motivo il raggio dorato irradia il Purgatorio: purificazione delle anime che ivi si incontrano e simbolo del fatto, che queste anime assolvono la loro purificazione con l´aiuto delle Grazie che Maria riversa su di loro.

  • Il trono di Maria si trova sopra il Globo terrestre, perchè le è stato dato il potere sopra tutto il creato. Anche il Suo piede sinistro riposa nel Globo terrestre, come segno del Suo illimitato potere su tutto il mondo.

  • Il piede destro di Maria riposa sopra un demone. Questa posizione rappresenta il fatto, che Maria tiene in eterno satana in Suo potere. Lei è stata sempre superiore a lui durante tutta la Sua vita terrena. (basta posare un solo piede su di lui, affinchè diventi impotente). Lei apparirà alla consumazione dei tempi davanti a tutta la creazione con satana sotto i Suoi piedi, per mostrare il Suo governo su tutte le anime e la Sua vittoria finale su ogni potere delle tenebre e su ogni opera tenebrosa. La posizione del corpo di questo demone vinto rappresenta di per sè ancora dei simboli: giace nel globo terrestre (questo vuol dire che è impegnato a strappare il mondo verso di lui), con la testa rivolta verso Maria (perchè considera Lei e i Suoi fedeli come i suoi maggiori nemici e ostacoli). Senza dubbio la testa è girata sotto il piede di Maria (Lei gli schiaccia la testa – simbolo della sua superbia – sotto i Suoi piedi nel suolo. Il fatto, che le dita dei piedi di Maria riposano sulla guancia e non sul cranio, simboleggia la più profonda umiliazione, dalla quale la figura diabolica in questo modo non può più muoversi, ma può vedere del tutto il piede che lo sta umiliando).

  • Nel piede sinistro di Maria giacciono demoni inginocchiati, sotto di loro le fiamme dell'inferno. Maria mostra qui il Suo potere illimitato su tutti i demoni, su ogni forza tenebrosa. Lo sguardo spaventato negli occhi delle figure demoniache, mentre questi guardano al Suo piede, rappresenta la consapevolezza della loro impotenza verso Maria. Questa immaggine rappresenta anche il fatto, che satana sa che un giorno gli sarà schiacciata la testa dai piedi della Signora di tutte le anime.

  • Nell´ambo i lati del trono di Maria ci sono miriadi di Angeli, inginocchiati, con le teste rivolte verso Maria, come simbolo del dominio di Maria su tutti gli Angeli.

L'aspetto generale è questo della Regina e Signora su TUTTE le cose, in virtù della pienezza della Grazia Divina.

(il testo sarà continuato nel prossimo futuro)

Fiori celesti di Maria

TOTUS TUUS, MARIA !

FIORI CELESTI DI MARIA
PREGHIERE ISPIRATE DALLA SANTA VERGINE A MYRIAM

Myriam van Nazareth

www.maria-domina-animarum.net

La seguente novena viene pregata preferibilmente dal 16. Dicembre fino alla Notte Santa, il 24. Dicembre, o dal 17. Dicembre fino al Natale.


618. NOVENA DI NATALE PER LA PACE

(Myriam van Nazareth)

1. Giorno – pace con il mio passato

Cara Madre Maria, attraverso la Salvezza di Dio venuta nel mondo la notte di Natale, degnati adesso, di dare alla Luce Gesù nella grotta di ogni cuore umano.

O Regina della Pace, voglio dividere con Te tutte le mie ore tenebrose, che la mia vita ha contato.
Quanto lungo e freddo mi sembrava a volte il viaggio verso la Luce. Quanto dispiacere, quanto dolore, quanta afflizione ha nascosto ai miei occhi la stella nel cammino della mia vita.
Ma adesso io lo so, che Dio mi ama, perche Ti ha condotto nella grotta del mio cuore, per portarci la Luce e dimenticare la notte del mio passato.
Colloca adesso il Bambino della Salvezza eterna nella paglia della mia imperfezione, affinché questa bruci nel fuoco, che solo Dio può accendere, ed io potrò far pace con i pesi del mio passato e con tutti i miei ricordi.

Ave Maria...

O Maria Madre della vita e della Luce, fai nascere Gesù in me e nel mondo.

2. Giorno – Pace sul mio futuro

Cara Madre Maria, attraverso la Salvezza di Dio venuta nel mondo la notte di Natale, degnati adesso, di dare alla Luce Gesù nella grotta di ogni cuore umano.

O Regina della Pace, Irradia come la Stella dell'alba sull'orizzonte del cammino della mia vita, affinché risplenda in me la Luce della speranza nel Regno di Dio.
Quanta agitazione tormenta a volte il mio cuore, quando i venti del giorno già dal mattino toccano la mia anima, ancora prima che la notte sia morta.
O Madre, non hai Tu portato la Luce inestinguibile dell'eterna speranza? Non ha il Tuo sangue donato l'alimento alla Pace di Dio fattosi uomo?
Fa il mio cuore testimone del frutto del Tuo grembo, affinché il giorno di domani mi riempi già da adesso con la pace della speranza che porta la vita.

Ave Maria...

O Maria Madre della vita e della luce, fai nascere Gesù in me e nel mondo

3. Giorno – Pace con le mie sofferenze

Cara Madre Maria, attraverso la Salvezza di Dio venuta nel mondo la notte di Natale, degnati adesso, di dare alla luce Gesù nella grotta di ogni cuore umano.

O Regina della Pace, quante numerose sono le croci, che ho portato durante il cammino della mia vita, e con quanto peso pressionano il mio cuore. Quanta resistenza e quanto orrore causano in me il loro aspetto. Quanti conflitti ha sperimentato il mio cuore, che spesso mi è sembrato inutile. Ma il freddo del mio viaggio mi porta al rifugio, dove mi aspetta il fuoco dell'Amore eterno.
Lo so adesso, che il dolore delle mie tribolazioni danno la Luce alla stella, che mi mostra il cammino della Salvezza.
Insegnami allora, di riconoscere il dono, che Tu porti nel Tuo grembo, o Madre, che io trovi pace nell'abbracciare la croce, dove anche il Messia ha accettato nel cammino della Sua vita.

Ave Maria...

O Maria Madre della vita e della Luce, fai nascere Gesù in me e nel mondo.

4. Giorno – Pace nelle mie relazioni

Cara Madre Maria, attraverso la Salvezza di Dio venuta nel mondo la notte di Natale, degnati adesso, di dare alla Luce Gesù nella grotta di ogni cuore umano.

O Regina della Pace, nessuna persona incrocia il cammino della mia vita, non sia che, Dio lo abbia voluto. Bene, visto che ho messo la mia vita nelle Tue mani, io so adesso, che mi conduci persone al quale io ho bisogno, e che possa servire.
Liberami dal mio risentimento, che mi opprime, a causa delle persone che non amo abbastanza.
Insegnami ad accettare le intenzioni che Dio ha con le mie relazioni, affinché lodi ogni incontro come un dono e un'opportunità, di servire Dio nel mio prossimo, e compiere la mia missione in questo mondo per il Suo beneplacito.
Dopo, il Principe della Pace troverà in me, il calore che gli fù negato a Betlemme.

Ave Maria...

O Maria Madre della vita e della Luce, fai nascere Gesù in me e nel mondo.

5. Giorno – Pace in tutte le famiglie

Cara Madre Maria, attraverso la Salvezza di Dio venuta nel mondo la notte di Natale, degnati adesso, di dare alla Luce Gesù nella grotta di ogni cuore umano.

O Regina della Pace, nessun uomo vive per sé stesso. Come è Santa agli occhi di Dio l'unione che contraggono due anime per compartigliare i frutti della Legge Divina, e lasciar fiorire il Suo Amore nella semente che é vivificata da Lui. Quanta è l'impurezza, con la quale la discordia entro questa unione macchia la benedizione che Dio ha pronunciato a questo Sacramento.
O Madre, vivifica tutte le relazioni dentro la famiglia con il Tuo Amore pieno di Pace, affinché il Regno di DIO metta radici, e loro trovano la forza anche nei momenti difficili di essere specchio della Santa Famiglia di Nazareth.

Ave Maria...

O Maria Madre della vita e della Luce, fai nascere Gesù in me e nel mondo.

6. Giorno – la Pace mondiale

Cara Madre Maria, attraverso la Salvezza di Dio venuta nel mondo la notte di Natale, degnati adesso, di dare alla luce Gesù nella grotta di ogni cuore umano.

O Regina della Pace, nessun cuore umano è stato creato per odiare. Come è diventato tenebroso il mondo che ha crucificato l'Amore, e ha compromesso la Pace, in cambio di fama passeggera e necessità assurde.
O Madre, possa lo Spirito di Dio, che ha effuso in Te il Principe della Pace, fluire in tutte le anime, affinché gli uomini non retribuiscano il dolore delle loro tribo non comprese, con dolore al loro prossimo.
Possa l'eterna Pace venire sul mondo in una veramente Santa umanità, affinché la corona della creazione di Dio, non sia più di orrore ai Suoi occhi.

Ave Maria...

O Maria Madre della vita e della Luce, fai nascere Gesù in me e nel mondo.

7. Giorno – Pace con il piano di Dio

Cara Madre Maria, attraverso la Salvezza di Dio venuta nel mondo la notte di Natale, degnati adesso, di dare alla Luce Gesù nella grotta di ogni cuore umano.

O Regina della Pace, nove mesi prima della nascita del Principe della Pace dicesti all'eterno Padre: "Ecco, sono la Schiava del Signore, avvenga di Me secondo la Tua parola". Con queste parole pronunciasti la Tua totale dedizione ai disegni di Dio nella Tua vita.
O Maria, come facilmente sperimenta il mio cuore la discordia sul mio destino. Quante volte il mio cuore oppone resistenza contro il piano che Dio ha nella mia vita.
Ottienimi la grazia della comprensione e della confidente accettazione. Non hai Tu intrapreso piena di confidenza in Dio, il viaggio invernale per Betlemme, per dare alla Luce Gesù in mezzo a grandi pericoli?
Guidami alla vera Santità, affinché la mie prove e tribolazioni siano come opportunità e privilegi dalla mano di Dio, e doni nascosti della Sua Provvidenza. Così la stella della Pace sarà la mia Luce in ogni passo del mio cammino.

Ave Maria...

O Maria Madre della vita e della Luce, fai nascere Gesù in me e nel mondo.

8. Giorno – Pace nel mio spirito

Cara Madre Maria, attraverso la Salvezza di Dio venuta nel mondo la notte di Natale, degnati adesso, di dare alla Luce Gesù nella grotta di ogni cuore umano.

O Regina della Pace, quante preoccupazioni e afflizioni tormentano il mio spirito. Quante ore ho sprecato con pensieri che non mi riguardano, o che per mio Amore, Dio vuole mantenere nascosti. Quanto hanno usurpato i miei pensieri e la mia capacità di sentire, e così hanno chiuso il mio cuore al sospiro dello Spirito di Dio nella mia anima.
O Madre, curami dalla febbre dei pensieri che mi inquietano, e che hanno messo una nebbia di discordia attorno al mio spirito.
Prendimi con Te, nella Tua silenziosa contemplazione dei misteri di Dio, affinché nessun pensiero mondano, nè il peso dei miei ricordi, possano rubare in futuro al mio spirito, la Pace celestiale dell'anima che ha trovato in Dio.

Ave Maria...

O Maria Madre della vita e della Luce, fai nascere Gesù in me e nel mondo.

9. Giorno – Pace nel mio cuore

Cara Madre Maria, attraverso la Salvezza di Dio venuta nel mondo la notte di Natale, degnati adesso, di dare alla Luce Gesù nella grotta di ogni cuore umano.

O Regina della Pace, il Tuo Cuore è stato nell'eternità di Dio un giardino di Pace, dove i fiori dell'allegria, della dolcezza, della tolleranza, della clemenzia, della confidenza, della fede e della pazienza hanno raggiunto una bellezza incomparabile.
O Oceano della quiete, come è stato irremovibile il Tuo Cuore a tutte le prove della vita in terra e superato tutti gli attacchi delle tenebre. Come facilmente si spegne la fiamma della Pace e della donazione, che illumina e riscalda il mio cuore.
O Portatrice di ogni Salvezza, concepisci questa notte Gesù Cristo nel mio cuore, affinché la Sua Pace diventi sorgente della mia ispirazione, e annuncia il messaggio della recente nata Salvezza a tutte le anime, affinché la vera Pace di Dio porti adesso il cielo in terra.

Ave Maria...

O Maria Madre della vita e della Luce, fai nascere Gesù in me e nel mondo.

♥ ♥ ♥

La Pace nel cuore è considerata un grande segno di crescita spirituale. Il cuore sperimenterà la vera Pace solo quando lo Spirito Santo attua in pieno, perché un cuore, che è pacifico, è un cuore che ha fatto i conti con il potere devastante delle influenze negative e inquietanti del mondo che minacciano l´essere umano. La Pace nel cuore si espressa anche in uno stato di serenità, dolcezza, cordialità, tolleranza, moderazione, pazienza, gioia a prescindere dalle prove, confidenza, coraggio, donazione, felicità silenziosa. La discordia nel cuore indica ad una mancanza di resistenza contro le tentazioni.


www.maria-domina-animarum.net

741. ATTO FONDAMENTALE DELLA CONSACRAZIONE A MARIA

(Myriam van Nazareth)

Maria, Madre Celeste,
Voglio appartenerti in tutto e del tutto, in tutte le mie opere, parole, pensieri, sentimenti,
desideri e aspirazioni.
Aiutami a servirti con Amore, purezza, devozione e gioia ogni attimo della mia vita.
Possa questa offerta di tutto il mio essere a Te, santificare la mia anima e liberare il mondo dal dominio del male, affinché venga il Regno di Dio sulla terra.


www.maria-domina-animarum.net

Invocazione a Maria come Signora di tutte le anime

La Santa Vergine Maria esorta i Cristiani degli ultimi tempi, perché usino spesso la seguente Invocazione:

MARIA, Potente Signora delle anime, io confido in TE

"È volontà di Dio che in quest'ora Io sia rivelata all'umanità come Signora di tutte le anime. Nella Mia qualità di Signora di tutte le anime viene rivelato l'illimitato potere che Dio Mi ha dato e che Io farò rispecchiare nei cuori. Io regno nei cuori che si sono totalmente consacrati a Me". (Rivelazione di MARIA a Myriam van Nazareth del 26. Novembre 2005)

"Dì alle anime che ogni volta che Mi invocheranno piene di Amore e profonda devozione come 'Potente Signora delle Anime' Io ordinerò a satana di prostrarsi ai Miei piedi". (Rivelazione di MARIA a Myriam van Nazareth del 11. Dicembre 2005)


998. PREGHIERA DI TEMPESTA A MARIA, SOGNORA SOPRA OGNI FORZA TENEBROSA

(Myriam van Nazareth)

O Maria Regina del cielo e Signora di tutto il creato, a cui Dio ha dato potere totale su tutti i diavoli e su ogni forza tenebrosa, con cuore contrito Ti offro tutto il mio essere.
O Immacolata Concezione, spezza in me ogni tentazione.
O Corredentrice con Cristo, purificami da ogni traccia di peccato.
O Spavento dei demoni, Ti supplico di usare il Tuo terribile potere su ogni forza tenebrosa che mi minaccia.
Potente Signora, Ti supplico, comanda i diavoli, che mi torturano, mi scoraggiano, mi inquietano nello spirito, mi tolgono ogni pace dal cuore, mi paralizzano di paura con parole oscure e inducendomi ai vizi e al peccato, che si prostino ai Tuoi piedi per essere castigati e annientati. Comanda loro di lodare e glorificare la Tua potenza e di affermare ai Tuoi piedi che Tu sei la loro Signora.
Per la mia completa liberazione mi consacro a Te per sempre e annuncio con tutti gli Angeli e tutti i Santi il Tuo illimitato e travolgente potere sopra ogni diavolo e su tutti i loro piani e macchinazioni.
O Maria, potente Signora delle anime, proteggimi.
O Maria, potente Signora delle anime, liberami.
O Maria, potente Signora delle anime, regna su di me e sulla mia vita.
O Maria, potente Signora delle anime, regna sopra ogni forza tenebrosa.

♥ ♥ ♥

Nel comporre questa preghiera Maria disse:

"Ad ogni anima che Mi rivolgerà con vero Amore e profonda fiducia questa preghiera, prometto la liberazione dal potere di satana. Ad ogni anima che la reciterà giornalmente prometto una rapida crescita di tutte le virtù, perché troverò gioia a sottomettere i demoni al Mio potere durante il cammino di vita di quest'anima".

Myriam: "Potente Signora, Ti prego di comandare ai diavoli di lodare e glorificare il Tuo Potere e di affermare ai Tuoi piedi che sei la loro Signora. Succede veramente questo, quando Ti viene recitata questa preghiera?"

MARIA: "Succederà ogni volta che lo riterrò opportuno e secondo la Mia volontà. Solo Io possiedo il Potere di decidere. Qualsiasi cosa Io comandi loro i demoni Mi ubbidiranno perché sono consegnati al Mio Potere. Io lo so, e loro anche. Ogni volta che Mi verrà rivolta questa preghiera, i diavoli tremeranno di paura nell´attesa della Mia decisione (...) Voglio che questa preghiera sia subito propagata e usata spesso. Anticiperà l'ora in cui il Mio Piede schiaccerà definitivamente il serpente infernale".


www.maria-domina-animarum.net

1185. CONSAGRAZIONE A MARIA, SIGNORA DI TUTTE LE ANIME

(Myriam van Nazareth)

Santa Vergine Maria, Regina di tutte le cose create e Signora di tutte le anime,
Dio Ti ha assegnata alle anime umane come Regina della santità senza macchia e Ti ha donato il potere di completare in ogni anima che Ti si dona completamente e senza limiti, la salvezza.
Per questo io mi pongo adesso ai Tuoi piedi per consegnarti tutto quello che sono e quello che ho, affinché Tu mi domini come Signora Assoluta e Sovrana.
Ti dono la completa disposizione del mio cuore, affinché possa in futuro usufruire del Tuo amore che bloccherà ogni tendenza al peccato.
Ti dono la completa disposizione del mio spirito, affinché possa pensare i Tuoi sublimi pensieri, e su tutti i miei ricordi, affinché tutti i semi che Dio ha seminato lungo la mia vita Tu li possa trasformare in fiori, per la purificazione della mia anima e per il riscatto delle anime che hanno perduto il seme della santità.
Ti dono la completa disposizione del mio corpo, affinché diventi uno strumento di salvezza insieme al Cristo sofferente e ai Tuoi dolori. Sii la mia forza interiore, il mio fuoco in tutte le mie prove, affinché possa fondermi in unità con Te e con il Cuore di Cristo.
Ti dono la completa disposizione della mia anima, affinché possa essere guidata, sotto il Tuo dominio, verso la perfezione.
Ti dono la completa disposizione della mia volontà, affinché la Tua volontà sia legge per tutta la mia vita, perché Dio ti ha resa libro vivente della legge del Suo amore.
Per Te, Signora celeste di tutto il mio essere e di tutta la mia vita, voglio vivere e morire, perché in Te vive la pienezza del regno eterno.
A Te, che hai ricevuto ogni potere sulle tenebre, dono tutte le mie debolezze, le mie disposizioni e tutto quello che mi può allontanare da Dio, affinché in tutte le mie vie io sappia che il serpente della tentazione è sotto i Tuoi piedi, così che io possa condurre una vita feconda al Tuo servizio, perché in Te, o Signora di tutte le anime, Dio ha nascosto il compimento del Suo regno sulla terra.
A Te voglio appartenere, completamente, incondizionalmente e per sempre come Tuo possesso e Tua propietà, affinché per mezzo del Tuo dominio su di me io possa essere sempre e dappertutto un fiore che sparge il suo seme in molte anime, incantando Dio.
Ottienimi, a questo scopo di lavorare e custodire la mia anima come Tuo giardino, affinché da oggi il regno di Dio possa fiorire in me.


www.maria-domina-animarum.net

Maria chiama anche a consacrarle i bambini. La seguente preghiera può essere usata da un adulto per consacrare una pluralità di bambini (un gruppo, una classe, i bambini di una famiglia ecc...) a Maria, in modo che il seme della santa alleanza della consacrazione possa essere sparso a queste giovani anime.

1215. AFFIDAMENTO DEI BAMBINI ALLA SANTA VERGINE MARIA

(Myriam van Nazareth)

(Pronunciato da un adulto possibilmente alla presenza di bambini)

Santa Maria, Madre Celeste di tutti gli uomini, in unione con il cuore di tutte le madri, di tutti i padri ed educatori cristiani, e nel nome della Chiesa di Gesù Cristo, vengo ad affidare questi bambini alla Tua potente protezione, a Te che sei la Regina del Cielo e della Terra. Degnati di vivere in loro e di riempire le loro giornate della Luce dell'Amore Divino.
Affinché queste anime possano adempiere il Piano che Dio ha disegnato per loro fin dal loro concepimento, io Ti prego:
Concedi loro il dono della resistenza alle innumerevoli tentazioni del mondo.
Proteggili contro le numerose minacce alla purezza del corpo, del cuore e della mente.
Conserva in loro l’Amore per il vero pensiero cristiano.
Domina il loro cuore e la loro mente in ogni momento di tentazione e particolarmente ogni volta che dovranno prendere una decisione nella vita affinché possano essere preservati da ogni peccato e da ogni vizio.
Che il loro libero arbitrio possa essere guidato e diretto da Te affinché conducano una vita santa e fruttuosa per i Piani e le Opere di Dio.
Che l’Amore verso Dio, verso di Te e verso i loro fratelli e sorelle possa essere e rimanere più grande di qualsiasi desiderio materiale.
Sii Tu la Signora della loro intera esistenza nelle giornate di sole come quelle di tempesta, nella gioia come nella prova, in modo che possano realizzare ogni cosa solo per la gloria di Dio.
Sii Tu la Luce della loro speranza in tutti gli eventi, in modo che, anche nell'ora della sconfitta e dello scoraggiamento, possano perseverare tutta la vita nella lotta per la santità della loro anima, che è il più prezioso dono che Dio ha dato loro.
Santa Maria, Madre di Gesù, affido a Te questi bambini. Degnati di farli sbocciare come i fiori dell'albero della cristiana ricchezza, e degnati di accompagnarli fino alla Porta del Paradiso, perché sono nati per la Felicità Eterna !


www.maria-domina-animarum.net

1216. CONSACRAZIONE DI UN BAMBINO ALLA SANTA VERGINE MARIA

(Myriam van Nazareth)

(detta ogni giorno da un bambino)

Santa Maria, Madre di Gesù, oggi mi dono a Te con tutto quello che sono e tutto quello che ho per appartenere a Te ed essere un piccolo fiore per Te e per Gesù.
Degnati di prenderti cura di me finché vivo. In cambio Ti do tutta la mia gioia.
Degnati di proteggermi in tutte le mie difficoltà. In cambio, Ti do tutti i miei dolori.
Degnati di insegnarmi ad amare Gesù ogni giorno. In cambio, Ti do tutto quello che mi fa male.
Degnati di insegnarmi a non fare mai cose cattive. In cambio, Ti do ogni giorno i miei piccoli sacrifici.
Degnati di insegnarmi a vivere come Gesù. In cambio, Ti do ogni giorno le mie piccole preghiere.
Fai splendere il sole nel mio piccolo cuore. In cambio, voglio essere io stesso un piccolo sole per tutti gli uomini, per tutti gli animali e tutti i fiori.
Cara Madre Maria, Madre amata del Cielo, vieni a vivere nel mio cuore affinché ogni giorno possa condividere tutto con Te. In cambio, Ti dono me stesso.


www.maria-domina-animarum.net

TOTUS TUUS, MARIA !

Invito del 20. Dicembre 2011
da parte della Santa Vergine Maria, la Signora di tutte le anime,
a formare una catena di preghiera con un

giorno di preghiera con Myriam (uniti nello spirito)
per il bene degli animali e
un miglioramento del vero Amore tra tutte le creature

In occasione delle ispirazioni, che sono state elaborate nello scritto di Myriam, I Ruscelli della Salvezza, Maria invita a formare una catena di preghiera, dove si pregherà il quarto giorno di ogni mese per il bene degli animali in questo mondo, e offrire la consacrazione di questi a Maria.

Nei Ruscelli della Salvezza la Regina del Cielo insegna alle anime l'inaspettato significato degli animali nel loro ruolo indiretto nel Piano di Salvezza di Dio per le anime umane. Maria indica, che Dio ha creato gli animali per diversi motivi, e che uno di questi motivi sta nell'immenso ruolo degli animali nel formare le anime umane nelle virtù e santità.

Per questo motivo è agli occhi di Dio letteralmente una vergogna e un disonore per l'anima umana, e una grande offesa al Suo Amore, quando l'anima maltratta gli animali, trascura o in qualche forma li tratta senza amore, con egoismo o indifferenza.

Di conseguenza la Santa Vergine chiama adesso con urgenza ad organizzare questi giorni di preghiera, per implorare Grazie per la conversione delle anime, che trattano gli animali in un modo, che non è conforme all'Amore di Dio, e per la liberazione degli stessi animali da tutte queste forme di pene, che gli vengono afflitte dagli uomini, sebbene le anime umane erano previste ad essere nella creazione come coronazione delle Opere di Dio e come rappresentanti del Suo Amore.

Maria indica, che ha scelto per questi giorni di preghiera il quarto giorno di ogni mese a causa del significato simbolico, che al quarto giorno del mese (ottobre) viene ricordato il Santo protettore degli animali, San Francesco di Assisi.

Come primo giorno di preghiera la Regina del Cielo ha deciso per il 4. Febbraio 2012, affinché l'Apostolato di Myriam abbia la possibilità, di pubblicare nelle varie lingue, possibilmente, molti testi dai Ruscelli della Salvezza, affinché le anime vengano informate più a fondo.

Possano, attraverso questo Celeste invito, essere toccate nei cuori molte anime. L'importanza di questi giorni di preghiera è estremamente molto più grande che la maggior parte delle anime possa riconoscere. Secondo la Santa Vergine, la lotta contro il comportamento verso gli animali, che offende la legge di Dio, costituisce una parte importante della lotta contro le tenebre di questo mondo, cosicché l'umanità non può essere liberata dalle sue pene fino a quando l'atteggiamento di numerose anime verso gli animali non cambi profondamente. Per questo la chiamata di Maria ad una intensiva lotta spirituale in questo contesto. Si tratta della dignità degli animali come quella delle anime umane.


1239. CATENA DI PREGHIERA PER IL BENE DEGLI ANIMALI

(Myriam van Nazareth)

questa preghiera è, entro altro, da pregare nei
'giorni di preghiera con Myriam, intesa per il bene degli animali' e
un miglioramento del vero Amore tra tutte le creature,
come richiesto da Maria nel Suo invito del 20. Dicembre 2011 alle anime

O Santa Vergine Maria, Regina della creazione di Dio e Mediatrice di tutte le Grazie,
Dio ha creato gli animali per la gioia delle anime umane e per il perfezionamento della loro capacità ad un santo comportamento.
Giornalmente in questo mondo viene disonorato questo dono di Dio dalle anime, diverse volte, con un comportamento insensibile verso gli animali.
In tal modo la corrente dell'Amore e della Vita Divina è seriamente disturbata in tutto il creato, e così le tenebre, che sono state propagate con i peccati dell'umanità vengono giornalmente diffuse in misura inaspettata.
O Madre di Misericordia, in nome di tutta l'umanità imploro urgentemente la Tua potente Intercessione. Ottieni, di moltiplicare attraverso l'illimitato potere del Tuo perfetto Amore, la forza e il riflesso di ogni buona azione, ogni azione di Amore di tutte le anime di questo mondo a favore degli animali, affinché possa essere versata la Luce del sapere e la conversione sull'umanità, in un'esplosione di Amore:

  • per la liberazione degli animali dalle tenebre dei maltrattamenti di qualsiasi forma da parte delle anime umane. Padre Nostro + Ave Maria

  • per la liberazione degli animali dalle tenebre dell'abbandono a causa delle anime umane. Padre Nostro + Ave Maria

  • per la liberazione degli animali dalle tenebre di ogni forma di insensibilità e risp. comportamento d'indifferenza da parte delle anime umane. Padre Nostro + Ave Maria

  • per la liberazione degli animali dalle tenebre di ogni comportamento materialista da parte delle anime umane. Padre Nostro + Ave Maria

  • per la misericordia verso gli animali, che vengono abbandonati o respinti dalle anime umane. Padre Nostro + Ave Maria

  • per la misericordia verso gli animali, che per colpa delle anime umane hanno poco nutrimento. Padre Nostro + Ave Maria

  • per la liberazione degli animali, che sono vittime di esperimenti degradanti e altri degradanti atti da parte delle anime umane. Padre Nostro + Ave Maria

  • per la liberazione degli animali, che sono vittime di bracconaggio da parte delle anime umane. Padre Nostro + Ave Maria

  • per la liberazione degli animali, che sono vittime dello sfruttamento per motivi di piaceri umani, nello sport o qualsiasi scopo di profitto. Padre Nostro + Ave Maria

  • per la misericordia verso gli animali, che per qualsiasi motivo umano sono vittime dell'espulsione dal loro ambiente naturale. Padre Nostro + Ave Maria

O Madre di Dio, potente Vincitora di tutte le tenebre, tutti i peccati e tutte le prove, Ti offro le mie prove di questo giorno per elargire Grazie di misericordia e conversione a tutte le anime umane nel mondo, che non hanno capito, che solo l'Amore delle anime umane verso tutte le creature – uomo e animale – può salvare il mondo dalle sue pene, e che non hanno riconosciuto il valore di ogni animale dentro le Opere di Dio per la propria Pace interiore e la propria gioia.
Ottieni, a tutte queste anime di rompere il potere della tentazione di un comportamento senza Amore e resp. egoista, di ogni indifferenza e materialismo a svantaggio degli animali, affinché queste anime si convertano e il mondo venga liberato dalle sue pene, che sono i frutti amari della morte dell'Amore verso le creature, che la provvidenza di Dio ha permesso nel cammino delle anime per la propria felicità e Salvezza eterna.

Per ottenere questo privilegio, Ti supplico:

  1. Per un'esplosione di Luce Divina e Amore Divino in tutte le anime,

  2. Per paralizzare il potere di satana, che ha ucciso in numerose anime umane l'amore per le proprie creature, o avvelena giornalmene queste anime affinché aumentino gli effetti delle sue opere tenebrose anche nel loro comportamento e atteggiamento verso gli animali, e

  3. Per la Grazia, che attraverso questa preghiera possano tutti gli animali di questo mondo conoscere l'Amore e la misericordia di Dio, a gloria dell'Amore, attraverso il quale Lui tiene tutta la creazione in vita.


INVOCAZIONE POTENTE A MARIA

Invocazione a Maria come Signora di tutte le anime

La Santa Vergine Maria esorta i Cristiani degli ultimi tempi, perché usino spesso la seguente Invocazione:

MARIA, Potente Signora delle anime, io confido in TE

Il quarto giorno - gli animale e il Piano di Salvezza di Dio

www.maria-domina-animarum.net

TOTUS TUUS, MARIA !

INVITO ALLA PREGHIERA E TESTA
ISPIRATI DALLA SANTA VERGINE MARIA
sul valore e il ruolo degli animali nel Piano Divina di Salvezza

Myriam van Nazareth

Il 20. Dicembre 2011 la Signora di tutte le anime chiamò, nel contesto dell'annuncio sui Ruscelli della Salvezza, (parte della quale trovate tradotto un po' più in basso) ad una giornata di preghiera con Myriam, mensalmente, per il bene degli animali, ogni volta il quarto giorno di ogni mese. Come primo giorno di preghiera di questa serie scrisse il Sabato 4. Febbraio. Uniamoci insieme in una vera offensiva della Luce, in un'area, dove è inimaginabile la quantità di tenebre che vengono fatte cadere sulla terra

TOTUS TUUS, MARIA !

Invito del 20. Dicembre 2011
da parte della Santa Vergine Maria, la Signora di tutte le anime,
a formare una catena di preghiera con un

giorno di preghiera con Myriam (uniti nello spirito)
per il bene degli animali e
un miglioramento del vero Amore tra tutte le creature

In occasione delle ispirazioni, che sono state elaborate nello scritto di Myriam, I Ruscelli della Salvezza, Maria invita a formare una catena di preghiera, dove si pregherà il quarto giorno di ogni mese per il bene degli animali in questo mondo, e offrire la consacrazione di questi a Maria.

Nei Ruscelli della Salvezza la Regina del Cielo insegna alle anime l'inaspettato significato degli animali nel loro ruolo indiretto nel Piano di Salvezza di Dio per le anime umane. Maria indica, che Dio ha creato gli animali per diversi motivi, e che uno di questi motivi sta nell'immenso ruolo degli animali nel formare le anime umane nelle virtù e santità.

Per questo motivo è agli occhi di Dio letteralmente una vergogna e un disonore per l'anima umana, e una grande offesa al Suo Amore, quando l'anima maltratta gli animali, trascura o in qualche forma li tratta senza amore, con egoismo o indifferenza.

Di conseguenza la Santa Vergine chiama adesso con urgenza ad organizzare questi giorni di preghiera, per implorare Grazie per la conversione delle anime, che trattano gli animali in un modo, che non è conforme all'Amore di Dio, e per la liberazione degli stessi animali da tutte queste forme di pene, che gli vengono afflitte dagli uomini, sebbene le anime umane erano previste ad essere nella creazione come coronazione delle Opere di Dio e come rappresentanti del Suo Amore.

Maria indica, che ha scelto per questi giorni di preghiera il quarto giorno di ogni mese a causa del significato simbolico, che al quarto giorno del mese (ottobre) viene ricordato il Santo protettore degli animali, San Francesco di Assisi.

Come primo giorno di preghiera la Regina del Cielo ha deciso per il 4. Febbraio 2012, affinché l'Opera Maria Domina Animarum abbia la possibilità, di pubblicare nelle varie lingue, possibilmente, molti testi dai Ruscelli della Salvezza, affinché le anime vengano informate più a fondo.

Possano, attraverso questo Celeste invito, essere toccate nei cuori molte anime. L'importanza di questi giorni di preghiera è estremamente molto più grande che la maggior parte delle anime possa riconoscere. Secondo la Santa Vergine, la lotta contro il comportamento verso gli animali, che offende la legge di Dio, costituisce una parte importante della lotta contro le tenebre di questo mondo, cosicché l'umanità non può essere liberata dalle sue pene fino a quando l'atteggiamento di numerose anime verso gli animali non cambi profondamente. Per questo la chiamata di Maria ad una intensiva lotta spirituale in questo contesto. Si tratta della dignità degli animali come quella delle anime umane.


1239. PREGHIERA A CATENA PER IL BENE DEGLI ANIMALI

Myriam van Nazareth

questa preghiera è, entro altro, da pregare nei
'giorni di preghiera con Myriam, intesa per il bene degli animali' e
un miglioramento del vero Amore tra tutte le creature,
come richiesto da Maria nel Suo invito del 20. Dicembre 2011 alle anime

O Santa Vergine Maria, Regina della creazione di Dio e Mediatrice di tutte le Grazie,

Dio ha creato gli animali per la gioia delle anime umane e per il perfezionamento della loro capacità ad un santo comportamento.

Giornalmente in questo mondo viene disonorato questo dono di Dio dalle anime, diverse volte, con un comportamento insensibile verso gli animali.

In tal modo la corrente dell'Amore e della Vita Divina è seriamente disturbata in tutto il creato, e così le tenebre, che sono state propagate con i peccati dell'umanità vengono giornalmente diffuse in misura inaspettata.

O Madre di Misericordia, in nome di tutta l'umanità imploro urgentemente la Tua potente Intercessione. Ottieni, di moltiplicare attraverso l'illimitato potere del Tuo perfetto Amore, la forza e il riflesso di ogni buona azione, ogni azione di Amore di tutte le anime di questo mondo a favore degli animali, affinché possa essere versata la Luce del sapere e la conversione sull'umanità, in un'esplosione di Amore:

  • per la liberazione degli animali dalle tenebre dei maltrattamenti di qualsiasi forma da parte delle anime umane. Padre Nostro + Ave Maria

  • per la liberazione degli animali dalle tenebre dell'abbandono a causa delle anime umane. Padre Nostro + Ave Maria

  • per la liberazione degli animali dalle tenebre di ogni forma di insensibilità e risp. comportamento d'indifferenza da parte delle anime umane. Padre Nostro + Ave Maria

  • per la liberazione degli animali dalle tenebre di ogni comportamento materialista da parte delle anime umane. Padre Nostro + Ave Maria

  • per la misericordia verso gli animali, che vengono abbandonati o respinti dalle anime umane. Padre Nostro + Ave Maria

  • per la misericordia verso gli animali, che per colpa delle anime umane hanno poco nutrimento. Padre Nostro + Ave Maria

  • per la liberazione degli animali, che sono vittime di esperimenti degradanti e altri degradanti atti da parte delle anime umane. Padre Nostro + Ave Maria

  • per la liberazione degli animali, che sono vittime di bracconaggio da parte delle anime umane. Padre Nostro + Ave Maria

  • per la liberazione degli animali, che sono vittime dello sfruttamento per motivi di piaceri umani, nello sport o qualsiasi scopo di profitto. Padre Nostro + Ave Maria

  • per la misericordia verso gli animali, che per qualsiasi motivo umano sono vittime dell'espulsione dal loro ambiente naturale. Padre Nostro + Ave Maria

O Madre di Dio, potente Vincitora di tutte le tenebre, tutti i peccati e tutte le prove, Ti offro le mie prove di questo giorno per elargire Grazie di misericordia e conversione a tutte le anime umane nel mondo, che non hanno capito, che solo l'Amore delle anime umane verso tutte le creature – uomo e animale – può salvare il mondo dalle sue pene, e che non hanno riconosciuto il valore di ogni animale dentro le Opere di Dio per la propria Pace interiore e la propria gioia.

Ottieni, a tutte queste anime di rompere il potere della tentazione di un comportamento senza Amore e resp. egoista, di ogni indifferenza e materialismo a svantaggio degli animali, affinché queste anime si convertano e il mondo venga liberato dalle sue pene, che sono i frutti amari della morte dell'Amore verso le creature, che la provvidenza di Dio ha permesso nel cammino delle anime per la propria felicità e Salvezza eterna.

Per ottenere questo privilegio, Ti supplico:

  1. Per un'esplosione di Luce Divina e Amore Divino in tutte le anime,

  2. Per paralizzare il potere di satana, che ha ucciso in numerose anime umane l'amore per le proprie creature, o avvelena giornalmene queste anime affinché aumentino gli effetti delle sue opere tenebrose anche nel loro comportamento e atteggiamento verso gli animali, e

  3. Per la Grazia, che attraverso questa preghiera possano tutti gli animali di questo mondo conoscere l'Amore e la misericordia di Dio, a gloria dell'Amore, attraverso il quale Lui tiene tutta la creazione in vita.


Su richiesta della Santa Vergine, trovate da questo punto in avanti la parte tradotta di Ruscelli della Salvezza.


TOTUS TUUS, MARIA !

I RUSCELLI DELLA SALVEZZA

Manifesto della Santissima Vergine Maria ispirato a
Myriam van Nazareth
sul valore e il ruolo degli animali nel Piano di Salvezza
come motivazione mistica nel trattamento amoroso con gli animali


Indice

Introduzione

1. Il sistema della creazione

2. Perché Dio ha creato gli animali?
    2.1. Motivi per la creazione degli animali
    2.2. Sulle diverse cause della creazione degli animali

3. la profonda natura degli animali. La caratteristica della natura
degli animali

4. la responsabilità dell'uomo verso gli animali.
    4.1. L'anima umana come amministratrice della creazione  
    4.2. Le relazioni dentro la creazione

    4.3. La riscoperta dell'amore
    4.4. La relazione tra l'uomo e l'animale 

5. Valutazione spirituale del dolore, che viene inflitto agli animali
    5.1. La completa consapevolezza di Dio e la Madre di Dio
    5.2. Il trattamento con gli animali ispirato dal male
    5.3. Categorie di trattamento con gli animali ispirate dal male
    5.3.1. Maltrattamenti nel vero senso della parola
    5.3.2. Negligenza
    5.3.3. Considerazioni, e trattamento, con animali come merce di
scambio
    5.3.4. L'uccisione degli animali per il consumo o come rituale
    5.3.5. La caccia
    5.3.6. Minaccia degli animali nel loro ambiente naturale
    5.4. Il retroscena spirituale dei maltrattamenti sugli animali
    5.5. La lotta spirituale contro i maltrattamenti sugli animali

6. Il trattamento con animali 'ripugnanti'o irritanti
    6.1. Il trattamento con animali 'ripugnanti'o 'spaventosi'
    6.2. Il trattamento con animali 'irritanti'

7. Quadro spirituale della morte di un animale
    7.1. Ragioni del comandamento 'non uccidere'
    7.2. Cosa succede alla morte di un animale?

8. L'accesso al ruscello della Salvezza
    8.1. I ruscelli – considerazioni essenziali
    8.2. Consigli celesti per un rinnovamento fondamentale dell'
atteggiamento  dell'uomo verso gli animali.

Conclusione

Introduzione

Care anime in Gesù e Maria,

Questo scritto è una dichiarazione di amore. È scritto in risposta ad una grande Grazia, che la Regina celeste dopo tanti anni di preghiera ha lasciato fluire alla Sua Myriam. A motivo di un innato profondo Amore per gli animali, pregavo da diversi anni per la possibilità di riparare per le molte deplorevoli mancaze di Amore nel contesto dell'atteggiamento di molte anime umane verso gli animali. Queste preghiere sono state adesso ascoltate, in forma di ispirazioni straordinarie da parte della Signora di tutte le anime con questo scritto, dove Lei in un modo unico trasmette conoscenze su questo ramo in relazione agli effetti del Piano di Dio, che fino adesso la maggior parte erano rimaste sconosciute.

Questo scritto è inteso come una dichiarazione di Amore a Dio, Creatore di tutto ciò che vive e Sorgente di tutto l'Amore, come anche a tutti gli animali come Opera di Dio, e ai piccoli nascosti aiutanti nello sviluppo della nostra anima. In questo scritto, gli animali vengono presentati alle anime come Ruscelli di Salvezza. Il Piano di Dio per le anime umane si basa completamente sulla corrente del Suo Amore, l'essenza della Vita Divina. La Santa Vergine dimostra, che anche gli animali giocano un'enorme ruolo, sottovalutato, perfino un ruolo sconosciuto di grande valore come punto cruciale nel ciclo dell'Amore verso la creazione, e che il rapporto dell'anima umana con gli animali forma una parte importante, dove le Opere di Dio nella creazione vengono realizzate, e che in questa area la corrente dell'Amore viene spesso bloccata. A causa di questo molte anime si tagliano fuori dalla pienezza della Salvezza, riducono anche lo stato di grazia di tutta l'umanità, e contribuiscono alla crescita dello squilibrio, che la creazione soffre sotto il peso del peccato, con cui l'umanità ha accumulato nei secoli, e che la grande quantità non ha espiato o rimediato.

Offro questo scritto alla Signora di tutte le anime con la richiesta, che attraverso la Sua intercessione nelle anime umane, tutti gli animali di questo mondo possano ricevere l'Amore, che come Opera dell'Amore di Dio meritano.

Cosicché, Maria rivela qui gli animali come ruscelli, che possono lasciar scorrere inosservate significative quantità di Salvezza verso le anime umane, e così la Salvezza si sviluppa e incide esclusivamente nella base del vero Amore, come anche questo scritto si è sviluppato da un approfondimento del vero Amore. Anche per questo presenta questo nuovo frutto della Scienza della Vita Divina un importante manifestazione dell'Amore, misericordia e Grazia di Dio per le anime.

Esattamente come altre parti della Scienza della Vita Divina di Maria, questo scritto è un frutto di rivelazione mistica. Quindi questo scritto è portatore di elementi del sapere, come è il caso in tutti gli scritti mistici, che formano in parte un supplemento del sapere fino adesso generalmente accettato su questo tema nel Piano di Dio. Alcune di queste conoscenze regalate dalla Regina del Cielo, nonostante la sua origine celeste, e con ciò del fatto che tutto questo è basato sulla Verità, sarà motivo per certe anime di incomprensione, perché l'accetazione di queste conoscenze da parte di certe anime porta con sé la necessità di cambiare fondamentalmente certi elementi del loro comportamento e del modo di vedere la vita. Con tutto ciò non mi sono lasciata guidare in questo annuncio, come sempre, da nessuna considerazione umana, ma esclusivamente dall'Amore e dall'obbedienza verso Quella che ho fatto i miei voti: la Signora di tutte le anime non annuncia nessuna parola, che non sia dalla Sorgente della Verità di Dio. La Sua Myriam ha fatto voto a Lei, di trasmettere questo annuncio alle anime incondizionatamente.

Così annuncio qui gli animali come ruscelli, dove Dio lascia scorrere una significativa corrente del Suo Amore, e come canali, i quali aiutano le anime a bere alle Sorgenti della Salvezza, e invito le anime, nel nome di Maria, che avranno difficoltà con certi elementi di questo scritto di non responsabilizzare per queste difficoltà la Signora di tutte le anime come anche la Sua Myriam, ma con la Grazia di Dio di unursi alla Catena di Luce di Maria nella preghiera per un fondamentale cambiamento della nostra società e del pensiero umano, che attraverso i secoli si sono sempre più deviati dalla Legge di Dio e dal Suo punto di vista, e per questo motivo sono gli unici responsabili per il fatto, che esattamente quello che viene messo dal Cuore di Dio nelle anime, spesso diventa una grande fonte di lotta interiore. Questa lotta può e deve essere per tutta la società umana lo stimolo per ritornare alla Sorgente: il Cuore di Dio. Questa è stata l'essenza della tesi per la proclamazione che Gesù è venuto nel mondo e ha accetato la morte di croce.

Ognuno di noi, che siamo il coronamento di Dio nell'Opera della Sua creazione, incombe il dovere, attraverso una vita santa di pensieri e sentimenti ad aiutare a ripristinare l'armonia nella creazione. Possiamo iniziare con i contatti con le creature, che la Provvidenza di Dio permette che incontriamo nel nostro cammino: persone e animali. Per quanto riguarda i contatti per quest'ultima categoria, la Madre di Dio vuole aprire con questo scritto una porta per una completa nuova esperienza e applicazione del vero Amore.

Con amore, e a servizio della Signora di tutte le anime.

La Sua Myriam – nel Settembre 2011 (data della fine dello scritto originale in lingua Olandese)


Capitolo 1

Il sistema della creazione

Dio è il Creatore di tutto quello che vive e non vive. Di quello che non vive attorno a noi molto viene dalle mani dell'uomo. Tuttavia l'uomo non è mai il creatore ma al massimo il progettista delle cose. L'essenza fondamentale di tutto quello che non vive è composto di minerali e materia prima, che sono esclusivamente dati da Dio. Anche quello che vive è composto di minerali e materia prima, ma è altrettanto penetrato da un fattore non materiale: l'animazione, quella che dona la vita. L'essenza fondamentale di tutto quello che vive così diventa un profondo mistero.

I primi esseri creati da Dio furono gli Angeli. Loro non hanno nessuna componente materiale palpabile, sono composti di spirito non palpabile. L'uomo è stato il primo essere, che è esenzialmente anima, ad essere rivestito di un corpo materiale, attraverso il quale può muoversi sulla terra. L'anima umana doveva condurre una vita sulla terra, che doveva avere anche un piano materiale.

Dio aveva previsto nel Suo Piano creativo anche gli animali e le piante, che anche dovevano portare questo fattore inpalpabile, che si chiama 'Vita'. Nell'uomo, Dio doveva completare l'Opera miracolosa della creazione, il quale gli diede una dimensione in più nella vita: l'anima nella sua totale complessità, che avrebbe superato quella di tutti gli animali e piante. Il modo della vita, si differenzia in grande misura in complessità da un genere di essere all'altro. Già meno complessa è la natura degli animali da quella degli uomini, e anche entro i diversi generi di animali questa complessità varia di diversi gradi, dall'alto al basso. Nel mondo delle piante la complessità della vita si trova ancora più bassa, anche con diversi gradi.

La cosa, che fà unico l'uomo nella creazione, è il fatto, che come unico tra gli esseri viventi, possiede un'anima nel vero senso della parola. Animali e piante non possiedono nel vero senso della parola un'anima, ma un 'principio di vita', che negli animali, specialmente negli esseri più alti, come per esempio quelli a noi conosciuti come animali domestici, è più complessa che nelle piante. La differenza più importante tra l'anima umana e il principio vitale degli animali, sta nel fatto che l'anima umana è portatrice di direttive e norme a rispetto l'osservanza della Legge di Dio, e portatrice del seme di santità. Per essere più chiari: la Legge di Dio è il tutto delle disposizioni e decisioni, che regolano e mirano, che i Piani e le Opere di Dio vengono portati a compimento.

La Signora delle anime definisce il seme della Santità nel seguente modo:

  • come piano costruttivo della Vita Divina nell'anima: il programma per la possibile esperienza e possibile sviluppo della Vita Divina nell'anima;

  • come ovario di quello, che può far crescere l'anima secondo l'immaggine e somiglianza di Dio;

  • come seme di Dio stesso, che il Creatore ha lasciato in ogni anima.

Questi concetti non sono da contemplare per sé stessi, al contrario: si completano, perché descrivono esattamente la stessa cosa, solo da vari angoli diversi.

L'unicità dell'anima umana è costituita allora dal fatto, che è munita della capacità di essere santificata. Santificazione è il processo di sviluppo, dove l'anima con tutte le sue disposizioni e atteggiamenti interiori, e tutto quello che esce da lei, promuove in una misura sempre più alta, direttamente le Opere di Dio, e aiuta ad accellerare il compimento dei Suoi Piani. Detto in altri modi: santificazione è il processo, dove l'uomo nella sua sensazione, nel suo sentimento e modo di pensare viene portato in concordanza con l'aspettativa di Dio e con il nocciolo dell'essere di Dio. Anche qui viene spiegato la stessa cosa due volte, solo osservate da un angolo diverso.

L'animale e la pianta non possono essere santificati. Non hanno ricevuto il privilegio, di crescere secondo l'immaggine e somiglianza di Dio, e quindi non possono aiutare a promuovere direttamente le Opere e i Piani di Dio. Loro, e al primo posto gli animali, possono fare questo direttamente attraverso l'anima umana. Questo costituisce il nocciolo di questo scritto, come si rivelerà più avanti.

Anche la coscienza è un'altra unica componente dell'anima umana. La Signora di tutte le anime definisce la coscienza come il sistema, che mette l'uomo nella posizione, di sentire rimorso delle sue violazioni contro la legge di Dio, e desiderare ardentemente di rimediare a queste violazioni (penitenza), e futuramente evitarle. La coscienza è il meccanismo di comando per tutto il comportamento e ogni stato interiore dell'anima. È il sistema di allarme regalato da Dio all'anima, dove l'anima può essere informata in ogni momento sulla posizione che si trova agli occhi di Dio, come anche nella misura che questa posizione corrisponde alle attese di Dio.

Gli animali e le piante non sono muniti di questo meccanismo. Gli esseri più alti degli animali certamente possiedono la facoltà di imparare dal loro comportamento e dalla loro esperienza, ma questa capacità non va di pari passo con la santità, come tanto meno con ogni consapovelezza di peccato. Detto altrimenti: gli animali non hanno la capacità di sentire se il loro comportamento corrisponde alla Legge di santificazione di Dio. Tutto questo vuol dire anche che animali e piante non possono peccare. Peccare può esclusivamente l'anima umana, perché porta con sé la Legge di Dio e da lei ci si aspetta che la applichi in tutto. Peccare, è appunto la trasgressione della Legge di Dio, e stabilisce la capacità di sapere in anticipo, se qualcosa è sbagliata o no agli occhi di Dio.

Qualcosa di molto concreto: un animale non pecca se per esempio uccide un'altro animale o un uomo, o gli reca danno; l'uomo al contrario, che uccide una creatura o gli reca danno, pecca. Possiamo anche contemplarlo così: Dio chiede solo all'anima umana una vita in perfetta armonia con la Sua Legge, perché solo l'anima umana ha ricevuto la capacità di conoscere la Sua Legge, e la differenza tra il bene (tutto, quello che promuove la realizzazione delle Opere di Dio) e il male (tutto, quello che agisce contro la realizzazione delle Opere di Dio). Più tardi ritorno su questo argomento.

Dio pensò la Sua creazione come un sistema, che dentro di esso le diverse arti di esseri viventi vivessero insieme in perfetta armonia. Insieme, formano questi miliardi di esseri viventi sulla terra una grande rete invisibile, dove ogni essere, forma un punto nodale, e tutti i punti nodali sono uniti tra di loro. Attraverso questa rete Dio lascia scorrere ininterrottamente correnti di Amore. L'Amore Divino è l'essenza, l'essere profondo e il carburante di tutto quello che vive. Entro i diversi modi di vita si differenzia la capacità di ricevere in sé l'Amore Divino, di farlo maturare, e continuare a lasciarlo scorrere. L'anima umana possiede per questo la grande capacità. Per questo motivo Dio invia correnti del Suo Amore prima tra le anime umane. Loro hanno ricevuto il compito di essere 'portatori' della rete della creazione. Tuttavia rimane alle anime umane l'obbligazione, queste correnti di Amore:

  • di accettarli liberamente;

  • di portarli a maturazione (a fioritura), questo vuol dire: di lavorarli in sé in modo che possano elevare l'anima sempre più, in gradi più alti, o detto altrimenti: che l'anima possa nutrirsi dell'Amore Divino, che il compito della sua vita, di avvicinarsi sempre più all'essere di Dio e la Sua Vita Divina, possa realizzarsi;

  • di farli scorrere ad altri esseri viventi, che loro, in qualsiasi modo che sia, vengono a contatto nel cammino della vita.

Il fatto, che Dio lascia scorrere il Suo Amore in primo luogo alle anime umane, non vuol dire, che Li 'ama di più' degli animali o piante: il dono d'Amore di Dio è sempre perfetto, non lo diminuisce in nessun modo e non tiene mai qualcosa indietro. La Signora di tutte le anime lo esprime così: l'Amore di Dio è indivisibile. Viene dato sempre nella sua pienezza, solo la capacità di accoglierlo può essere intensamente diversa da creatura a creatura. Per questo motivo la dimensione in cui Dio regala il Suo Amore non si lascia 'misurare' in 'più' o 'meno'. Il fatto, che Dio lascia scorrere il Suo Amore in primo luogo sulle anime umane, vuol dire, che ha previsto per le anime umane un 'alto' ruolo come diretto partecipante nel Suo Piano di salvezza. Mentre in terra solo le anime umane hanno la capacità di santificarsi e sono anche le uniche creature, che possono peccare, loro sono gli unici direttamente coinvolti nel Piano di Dio.

Da ricordare: il Piano di Salvezza è il Piano di Dio, che consiste, che tutte le anime ricevano la possibilità di santificarsi, e con questo, malgrado il peccato originale, di acquistare l'eterna beatitudine e contribuire, ognuno per sé, all'elevazione di tutta l'umanità sempre a livelli più alti di Salvezza. Lo sviluppo del Piano di Salvezza è completamente sostenuto dal comportamento di tutte le anime di tutti i tempi. Gli altri essere viventi giocano nello sviluppo del Piano di Salvezza soltanto un ruolo indiretto. In questo insegnamento la Signora di tutte le anime vuole provare, esattamente quanto è grande questo ruolo indiretto. Poiché solo le anime umane sono attori partecipanti nello sviluppo di questo grande Piano Divino, l'Amore Divino scorre in prima linea sulle anime, e spetta a questi la responsabilità, di aiutare a installare questa essenza della Vita Divina nella creazione.

Dio lascia fluire il Suo Amore certamente anche direttamente sugli animali e piante (altrimenti non ci sarebbe in questi esseri possibilità di vita), ma una gran parte del Suo amore lo lascia scorrere attraverso le anime umane sugli animali e piante, così che si può dire, che questi ultimi ricevono l'Amore di Dio direttamente da Dio come anche indirettamente (attraverso le anime umane). Questo è il significato della dichiarazione della Signora di tutte le anime, quando dice, l'anima umana deve aiutare a rappresentare Dio in tutta la creazione, e per questo ha la responsabilità, di provvedere che sia in grado di farlo, e precisamente in base ad una possibile grande purezza. Il valore di ogni anima umana per le Opere e i Piani di Dio viene misurato da Dio, entro altro, nel giudizio della vita su ogni anima individuale dopo la morte, di come quest'anima ha trasmesso il suo Amore su tutta la creazione, specialmente verso le persone e gli animali. Più avanti in questo scritto si scoprirà che questa tesi della Regina del cielo è di fondamentale importanza.

Dio desidera, che ogni contatto tra gli esseri viventi sia influenzato da un perfetto incondizionato amore. Questo amore è sí, portatore di tutto quello che vive, e senza la vita Divina il Regno di Dio non può venire in terra. Questo vuol dire, che gli essere viventi che ricevono l'Amore Divino da Dio come carburante e materiale di costruzione, devono lasciarlo scorrere in una forma incontaminata. è importante, indicare già a questo punto, che la corrente dell'Amore Divino può essere contaminata solo dalle anime umane, perché gli animali e le piante non hanno la capacità di santificarsi, non hanno coscienza, e con questo non possono peccare. Dunque questo vuol dire, che la responsabilità per una corrente libera del vero Amore attraverso la creazione spetta esclusivamente alle anime umane.

La corrente dell'Amore Divino è guidata attraverso la rete della creazione, dall'Intelligenza di Dio.

Il vero Amore scorre così dal Cuore di Dio, in primo luogo verso le anime umane, e a quest'ultimi spetta la responsabilità di incorporare questo Amore nelle opere, parole, pensieri, sentimenti e desideri. L'unica cosa che decide la misura di quanto le anime incorporano in loro l'Amore, è l'uso della libera volontà da parte di ogni anima umana. Lo giusto uso della libera volontà, questo vuol dire, l'uso a favore delle Opere di Dio in vista dell'adempimento della Volontà Divina, è pregiudicato nell'anima umana sin dal peccato originale.

Il fatto, che in sempre più anime umane l'accettazione dell'Amore Divino è pregiudicato, ha pesanti conseguenze: la corrente dell'Amore Divino nella creazione diventa sempre più debole, cosicché i segni della Presenza di Dio nella creazione diventano sempre più deboli. Questa è la causa diretta di tutte le pene e tutti i dolori, e anche delle catastrofi naturali in questo mondo. Tutta la creazione ne soffre (anime umane, animali, piante, e elementi naturali), mentre la debolezza della corrente dell'Amore Divino e le numerosi interruzioni della stessa in numerosi punti nodali della rete della creazione, portano a pesanti disturbi dell'equilibrio dentro tutto il sistema. Le innumerevoli anime, che non accettano l'Amore Divino risp. o in una misura sufficiente, sono sempre meno in grado, di completare in loro il processo di Salvezza. Le loro azioni, pensieri, sentimenti e desideri diventano sempre meno fruttuosi per le Opere e i Piani di Dio, e sono sempre meno in grado, di mettere la loro libera volontà a servizio della Volontà Divina, che è il motore di tutte le cose viventi della creazione.

La creazione può essere ristabilita solo in misura, e tutto il male può scomparire dalla terra in misura, che un grande numero di anime portano il vero Amore a un grande numero di creature (persone e animali, e anche il mondo delle piante). Gli effetti e lo sviluppo del sistema della creazione in armonia con la Legge Divina si basano completamente nello scambio reciprico dell'Amore, attenzione e aiuto. L'anima umana è particolarmente responsabile per il mantenimento della forza vitale in tutte le creature che incontra nel suo cammino. Mentre l'anima irradia l'Amore in tutte le sue forme diverse nelle creature, rinforza il contatto delle stesse con Dio. L'anima rappresenta allo stesso tempo Dio stesso verso le creature. Ogni azione, ogni parola, ogni pensiero o sentimento di vero Amore verso una creatura – uomo o animale – rinforza la corrente dell'Amore Divino sulla creazione e indebolisce le tenebre.

Per un giusto intendimento di questo scritto, è di alta importanza, tenere sempre presente davanti agli occhi tutto questo sistema.

Capitolo 2

Perché Dio ha creato gli animali?

2.1. Motivi per la creazione degli animali

Dio non fà niente 'così per fare'. Tutto ha un significato, che senza eccezione va molto più a fondo che la ragione umana possa comprendere. Se constatiamo, quanti tipi di animali ci sono (in tutto il mondo sono conosciuti fino adesso quasi due milioni di specie di animali, e ogni anno ce ne sono migliaia di nuovi – questo vuol dire: fino adesso sconosciute – specie per la prima volta registrate, così che si considera, che il vero numero ammonta a diversi milioni di specie di animali), non possiamo fare a meno di assumere, che Dio con l'esistenza degli animali, e quelli di ogni singolo genere in sé, deve aver avuto delle specifiche intenzioni. La domanda, perché Dio ha creato gli animali, viene risposta dalla Signora nel seguente modo, Dio ha creato gli animali:

         1. Perché ha avuto piacere, di creare una grande varietà di forme di vita. L'uomo può considerare sé stesso come punto centrale della creazione, comunque è solo una specie entro molte altre specie di creature. Dio vide già dal principio l'esistenza di diversi tipi di animali, e la Legge di Dio stabilí, che questi non dovevano vivere indipendente l'uno dall'altro, ma che insieme dovevano formare un sistema complesso, di cui le numerosi componenti (miliardi di persone e ancora più gli animali) insieme dovevano tenere in buon stato una rete di Amore. Questa rete è formata da diversi canali, attraverso il quale l'Amore Divino deve scorrere nella creazione. Tutta la rete con i suoi reciproci collegamenti deve finalmente servire il Piano di Dio. Finché il sistema rimane bilanciato, promuove la realizzazione del grande Piano di Salvezza di Dio per tutta la creazione. Il risultato è felicità tra le anime umane, che viene a rispecchiarsi in una grande Pace interiore, e così in un piccolo peso di peccati, poiché la Signora di tutte le anime indica, che il peccato cresce nella misura che sempre più anime sentono una grande discordia interiore, e diminuisce nella misura che sempre più anime sentono una grande Pace interiore.

In questa grande rete dell'Amore Divino ogni essere vivente forma un punto nodale, in cui l'Amore deve scorrere in diverse direzioni. Così, la creazione è un sistema che è completamente fondato sulla base dell'Amore Divino. Non solo ogni anima umana, ma anche ogni animale forma un simile punto nodale. La grandezza di ogni punto nodale è stabilita principalmente dallo sviluppo spirituale dell'essere in questione, come anche dalla sua vocazione risp. ruolo, per quello che è stato chiamato da Dio, o detto altrimenti: dal compito che questa creatura ha ricevuto, affinché questo venga adempiuto durante la sua vita terrena. Così forma un membro della cosidetta alta specie di animali (cane, gatto, cavallo...) un grande punto nodale, che per esempio un membro della bassa specie di animali (insetti ecc.).

         2. Perché voleva che l'anima umana nell'incontro con esseri di diversa natura facesse l'esperienza. In questa intezione si nasconde l'Amore di Dio all'uomo. l'Amore è un fenomeno Divino, e così come tutto quello che è Divino, si può rivelare in molte infinite diverse forme. La Signora di tutte le anime si espresse una volta così: Tutto quello che è Divino si moltlipica senza fine, come una rosa di cui i petali sembrano schiudersi all'infinito, strato per strato. Nell'infinita differenza della Saggezza con cui l'Amore si mostra, si trova la più grande sorgente dell'eterna felicità in Cielo. Detto in altri modi: Per l'anima lo stato di felicità perdura essenzialmente, nell'infinita esperienza con cui viene confrontata con un'immensa diversità di estasi. Adesso, Dio aveva già inteso la vita dell'anima sulla terra, anche come uno stato di estasi (il paradiso terrestre). L'esperienza del contatto con molte diverse forme di vita, doveva per l'anima umana contribuire ad uno stato di estasi.

Ogni essere vivente è provvisto di diverse facoltà, ricevere l'Amore e ritrasmetterlo. L'onnipotenza e la grandezza di Dio vengono anche dimostrate attravesro le parecchie milioni di diverse specie di animali, e che ognuna di queste specie appresenta molte qualità, caratteristiche e modi di comportamento, e ancora tra gli individui dentro la stessa specie ci sono dinuovo molte diversità (esattamente come è il caso tra tutte le persone di questo mondo). Questa immensa differenza provvede, che i numerosi miliardi di animali in questo mondo formano nella rete d'amore di Dio punti nodali, che sono completamente di diversi tipi, e con questi l'Amore di Dio può scorrere in innumerevoli diverse espressioni.

Perché questa grande differenza? Questo mistero rimane nascosto nel Cuore di Dio, ma dietro i fatti, che tutta la creazione alla fine è pensata in primo luogo ad aiutare l'anima umana nel suo cammino per la santità, per la perfezione dell'anima, Dio deve aver pensato che la diversità della creazione fosse una sfida per l'anima umana, affinché questa impari a trattare con le diverse specie di correnti di Amore.

Dio ha creato gli animali come regalo d'Amore per l'anima umana. Ogni animale è un essere capace di sperimentare l'Amore – a seconda della specie, questa capacità è più o meno marcante – e lasciarlo continuare a scorrere. L'anima umana è stata creata così, che il cuore (il livello dell'essere dell'anima, dove i sentimenti vengono sentiti e lavorati) sia in grado di reagire alle percezioni con diverse emozioni (p.es. percezioni delle infinite differenze negli animali e degli innumerevoli meravigliosi segni e peculiarità degli stessi) e da tutto quello che esce fuori dalle creature che non sia percepibile con i sensi.

Nella misura, che un'anima umana si rivolge alla Presenza di Dio con purezza, queste percezioni possono essere intense e nitide. Ognuno di questi innumerevoli segni, che di specie in specie e di creatura in creatura sono diversi, hanno un significato specifico dentro il Piano di Dio. Ogni specie di animale ha innumerevoli specifiche caratteristiche, e dentro ogni specie di animale ha ogni individuo, dinuovo, con diverse proprie caratteristiche. In verità ogni animale forma un mondo a sé, che tuttavia con tutti questi 'altri' innumerevoli mondi rimane in contatto. Tutto questo insieme viene amministrato e protetto dall'Intelligenza, Saggezza e Provvidenza di Dio.

         3. Perché ha previsto un ruolo molto specifico per ogni creatura individuale, animale o anima umana. La santificazione dell'anima umana è un processo molto complesso, che è formato di molti gradini. L'anima è come una costruzione Divina, che è formata da molte piccole stanze, dove si compie lo sviluppo di molte abilità e virtù. Con questo, può essere purificata attraverso diversi canali, vale a dire: pulirla a immaggine e somiglianza di Dio. Per questi motivi l'anima può essere toccata dalle diverse impressioni, in positivo come anche in senso negativo. A seconda degli sviluppi, che un'anima compie, e le esperienze che ha vissuto durante tutta la vita, può essere toccata alla meglio nel suo essere essenziale, o attraverso l'influsso A, o attraverso l'influsso B, C, D ecc... Così, ogni animale può influire in vari modi su un'anima umana. A seconda della caratteristica specifica di un certo animale può afferare esattamente la parte malata di una specifica anima umana, ecc.. Dio tutto questo l'aveva già previsto. Questo è uno dei motivi perché ha fatto una così grande diversità nella Sua creazione.

Esattamente perché nessuna anima umana conosce o capisce il ruolo di ogni animale, e non sa collegarlo con il ruolo di ogni altra creatura, non spetta all'anima umana di decidere sulla vita o morte di un specifico animale. Questa tesi celeste è molto importante per una giusta valutazione del comportamento dell'uomo verso verso gli animali. Dio ha dato ad ogni specie di animale – e dentro ogni specie, ogni individuo – specifici segni, caratteristiche, attitudini e modelli di comportamento, esattamente perché tutta questa diversità torna necessario le varie vie di come le creature, per esempio l'uomo, si avvicinano a ogni animale.

Ogni creatura ha le sue 'caratteristiche', perché ne ha bisogno per realizzare il suo ruolo specifico dentro la creazione. Per certi animali questo ruolo si trova in gran parte in certi compiti nella natura (pensiamo agli animali di terra, che spesso giocano un grande ruolo nel mantenimento e sviluppo della fertilità del suolo), per altri animali questo ruolo si trova in grande misura nella relazione con le anime umane (pensiamo agli animali domestici, che sono preparati dall'Intelligenza di Dio per vivere insieme con gli uomini, dove possono aiutare a modellare il carattere e lo stato dell'anima di queste anime).

         4. Perché voleva dare alle anime umane aiuti per la loro vita terrena. Il Creatore creò prima gli animali, ma coronò la Sua Opera di creazione con l'anima umana, il quale pose il desiderio, di condurre una vita a Sua immagine e somiglianza e rappresentarlo in tutta la creazione, il altre parole: Di far sentire la Sua Presenza e la santità di un essere verso la creazione. In un certo modo Dio pensò gli animali come aiuto per gli uomini. Essi lo potrebbero servire a causa di determinate qualità, per esempio attraverso la loro forza del corpo. L'uomo ne ha veramente fatto uso in grande stile, specialmente, l'utilizzo di certi animali come forza di aiuto o come animali da sella nell'agricoltura.

Questo quarto motivo non era l'intenzione più importante di Dio. Bisogna notare, che Dio non ha confidato gli animali agli uomini incondizionatamente come aiutanti. La sempre valida condizione era, che l'uomo non sfrutti, o che tratti gli animali in un modo, che sia in accordo con la Legge Divina dell'Amore, ma che può entrare in una 'relazione di lavoro'con l'animale, dove l'anima si prende la responsabilità di inserire l'animale amorevolmente, dolcemente, delicatamente e con indulgenza nella sua attività. E questo non doveva succedere ad ogni prezzo, ma in un modo di pensare di sana collaborazione, con riguardo alle necessità e il bene stare dell'animale.

Non dimentichiamo, che Dio confidò gli animali all'anima umana prima che le prime anime cadessero in peccato originale. Fin dal peccato originale l'anima umana non si trova più 'automaticamente e spontaneamente'nello stato di vero Amore. Per questo motivo gli animali in questo mondo vengono raramente portati ad una 'relazione di lavoro' con l'uomo, secondo le condizioni che Dio aveva prestabilito.

Dio aveva anche stabilito, che gli animali, a motivo di certe proprietà potevano aiutare a far crescere il benessere fisico dell'uomo. Molte specie di animali possono diventare fornitori di sostanze benefiche. Un esempio è l'olio di fegato del pesce squalo, o di certe altre specie di pesci. Un altro esempio è il veleno di certi tipi di serpenti e ragni, che secondo i principi homopatici può essere in un certo modo diluito o 'potenziato', e che questo veleno nel corpo umano non agisce più come veleno, ma come un dolce stimolo, ad un livello di vita, che va fuori del livello materiale, cosicché vengono risvegliati nel corpo certi meccanismi di guarigione.

La stessa condizione vale a riguardo: l'uomo può ritirare queste sostanze dal corpo di questi animali, rigorosamente a condizione, che gli animali non vengano uccisi, in nessun modo maltrattati, e tramite questi 'interventi' non vengono dannificati in nessun modo (sia fisicamente che spiritualmente), e questi 'interventi'avvengano strettamente secondo un procedimento che sia in accordo con la Legge di Amore. In caso che una sola di queste condizioni venga a mancare, questo impiego degli animali per la promozione del benessere umano, viene da Dio rigettato. Più tardi ritorno sull'argomento. Dio pensò gli animali anche come aiuto per le anime umane, nel senso di ponte per il benessere spirituale, e dell'anima. Anche più tardi ritorno sull'argomento.

2.2 Sulle diverse cause della creazione degli animali

Il fatto, che Dio ha creato gli animali, ha per le anime umane delle consequenze che sono molto più grandi di quanto le anime possano riconoscere. Gli animali giocano un ruolo indiretto, importante e inosservato nel Piano di Salvezza Divino. Prendiamo in considerazione alcune tesi della Signora di tutte le anime per spiegarlo:

         1. Appartiene al grande compito della vita di ogni anima umana, imparare a riconoscere l’Amore di Dio e contribuirne allo stesso flusso. Gli animali rappresentano nella creazione in molti aspetti la semplicità. A seconda delle circostanze della società umana che nel corso del tempo più si sviluppava, cadevano più anime umane nell'illusione, che la scienza e la tecnologia erano capaci di sostituire Dio, e la conoscenza umana, di governare il mondo. Quest’opinione ha inflitto gravi danni al sistema della creazione, e questi danni si propagano in questi tempi più veloci che mai prima. L'uomo si è costruito idoli nella scienza e nella tecnologia, e in molti sistemi di pensieri, ed ha allontanato l’unico vero Dio. Numerose anime umane hanno perso così il più prezioso tesoro: la sensazione della Presenza di Dio, il Suo Amore e gli effetti delle Sue Opere.

Tuttavia, per mezzo degli animali Dio vuole insegnare la grande lezione alle anime, la quale possono trovare collegamenti con Dio, nei Suoi misteri, nel vero Amore e nella vera felicità non attraverso la conquista della scienza e della tecnologia moderna, né attraverso i tanti sistemi di pensieri, ma esclusivamente attraverso il proprio cuore: Dio ha nascosto nelle 'piccole' creature (l’intero mondo vegetale e animale) infiniti tesori del Suo Amore, che tuttavia viene sottovalutato e disprezzato dalle anime umane. In molte anime umane l'Amore si è così indebolito, che misurano il valore di tutto intorno a loro soltanto con il guadagno materiale (soldi, beni) che gli può portare questa vita. Tutto questo non viene contemplato dalla corrente d'Amore nel cuore, ma con uno spirito di calcolo. Per questo motivo, gli animali vengono disprezzati in grande stile, o spesso incontriamo minimo un ambiente di insensibilità e indifferenza.

La Signora di tutte le anime chiama le anime umane ad una profonda rivalutazione della natura, specialmente degli animali che incontrano nel loro cammino, poichè tutti costituiscono diversi gradi e forme di tesori dell'Amore di Dio. Osserviamo attentamente solo un’animale per poter già constatare con quanta Intelligenza e Amore è stato fatto: ogni animale possiede il suo proprio corpo, le sue proprie caratteristiche, bellezza, modi di comportamento... una serie di numerosi elementi, che mostrano come gli animali sono stati fatti con una precisione perfetta, che solo Dio può fare. Più tardi ritorno sulle specie di animali che vengono abitualmente considerati o sentiti dalle persone in forma negativa.

Ogni anima umana può imparare a scoprire la Presenza di Dio nella natura. Quando si fà una passeggiata in un’area calma della natura, in un sentiero o in un bosco, e si sente in sé stessi una sempre crescente tranquillità, questo effetto non ha solo un principio biologico (area fresca) o di origine psicologica (meno stress), bensì questo effetto indica al primo posto ad un’apertura della sua anima, la quale ha sentito il contatto con Dio attraverso l’intera vita naturale e spontanea. Un’anima che si è aperta il sufficiente al trascendente, quest'effetto può agire in misura più profonda, dipende da come i dintorni sono più naturali, questo vuol dire: di quanto sono liberi da influenze e fattori umani. Sotto 'influenze e fattori umani' intendiamo edifici, traffico e attività umane, che sono tutti penetrati dall'inquietudine e discordia secolare.

La vita spontanea naturale è il tutto dello stato di essere, della crescita e della fioritura, dello sviluppo e delle attività delle piante e animali, nella misura che questi sono liberi d'intromissione umana, e per questa ragione, presentano esclusivamente, gli effetti del Piano e dell'Intelligenza di Dio che in loro è efficace. Questo Piano e Intelligenza sono pienamente penetrati dall'Amore di Dio. È esattamente questo che porta alla calma, alla sensazione di Pace, alla rivitalizzazione del corpo e dell’anima nella natura. Rivitalizzazione del corpo e dell’anima vuol dire, nel profondo, nient'altro che un ritorno alla vera Sorgente: Dio e il Suo Amore.

         2. Gli animali giocano un grande e vasto ruolo nella formazione spirituale delle anime umane. La Redenzione e il peccato agiscono solo nelle anime umane, ma ogni animale interpreta un ruolo negli effetti indiretti del Mistero della Salvezza. La formazione spirituale di ogni anima umana è determinata dagli animali che quest'anima incontrerà nel cammino della sua vita, non solo durante ripetuti contatti che durano da molto tempo (come per esempio gli animali domestici), ma anche d'incontri più corti con animali che si incrociano nel cammino della vita di un’anima piuttosto 'per caso'. Un piccolo espempio: un’anima umana può all’improvviso commuoversi alla vista di un animale morto nel margine della strada, o in una corta percezione di una scena, dove un’animale presenta una condotta evidente di Amore ad un‘altro animale o ad una persona. Tornerò su questo argomento in un punto successivo.

I modi, di come le anime umane trattano tutti gli animali che incontrano nel cammino della loro vita, portano ad uno stato di santità, di grazia, di merito risp. di colpa, che le anime acquistano di fronte a Dio risp. che si caricano di fronte a Dio. Dio ha affidato gli animali alle persone, affinché quest’ultimi custodiscano gli animali, per così dire, 'in modo di rappresentare' Dio. Possiamo osservarlo in questo modo, come se tutta la creazione fosse una poprietà personale di Dio, un parco gigante che Lui ha dato in affidamento o controllo alle anime umane.

Dio giudica dunque le anime umane secondo la natura e il modo, di come questi trattano i suoi simili, ma anche gli animali. Gli animali sono affidati agli uomini con lo scopo, affinché l’essere umano tratti e curi gli animali, come farebbe lo stesso Dio. Per questo, Dio cerca di insegnare infinite diverse lezioni agli uomini proprio attraverso i diversi contatti con gli animali, dove l’anima ogni volta è confrontata con un essere completamente pieno di altre caratteristiche. Chi ha avuto una quantità di diversi animali domestici come gatti e cani, sa molto bene, quanto questi sono diversi l’uno dall'altro nel comportamento e nell'atteggiamento. La Provvidenza Divina li fà incontrare alle anime umane nel cammino della vita per garantire alle anime una possibile grande diversità nella pratica delle virtù.

Le anime umane rappresentano, per così dire, Dio stesso di fronte agli animali e tutta la creazione. Quando Dio disse, che l’essere umano doveva regnare sugli animali, pensò niente meno che questo: che le anime umane dovrebbero proteggere e irradiare l'Amore e la Luce di Dio sugli animali. Così come in Dio stesso non c’è nessuna oscurità, così l'anima umana dovrebbe impegnarsi ad essere in tale proporzione specchio del Cuore di Dio, cosicché non affluirebbe nessuna oscurità verso gli animali. Alle anime umane compete il sacro dovere di rappresentare tutta la creazione di fronte a Dio. Questo vuol dire, che si esige dagli uomini, che trasmettano agli animali quello che caratterizza il proprio Dio: Amore, attenzione, tenerezza, sicurezza, pazienzia, empatia nella peculiarità degli animali ecc., con altre parole: una possibile grande purezza a tutti i livelli del suo essere. Purezza significa automaticamente, che l’anima non lasci prosperare nessuna oscurità in sé, e ancora propagare oscurità attorno.

Devo quindi segnalare a questo punto, che ogni azione di persona verso un animale, dove quest’ultimo viene umiliato, è messa in conta da Dio come un peccato, perché tali azioni costituiscono una violazione della Sua legge d'Amore. Qualsiasi crudeltà da parte di un essere umano non è solo un peccato quando è commesso contro un'altro essere umano, ma anche quando è commesso contro un'animale.

Cito la Signora di tutte le anime in una rivelazione del 11. giugno 2007:

"Insisto sull'importanza della natura e modo, di come le anime umane trattano gli animali a loro affidati. Dio confida gli animal agli uomini, affinché questi aiutano gli esseri umani nella loro crescita per la santificazione. La natura e il modo, di come le anime umane li trattano, è per Dio di grande importanza. È attraverso questo cammino complesso, che un animale gioca verso un essere più sviluppato [a causa delle immagini, che sono mostrate nel mio interiore, si rivela, che Maria al primo posto, ma non esclusivamente, richiama qui l'attenzione sui cani e gatti e per esempio anche sui cavalli] di maniera indiretta un ruolo importante nel grande Piano di Salvezza Divino, che in realtà si riferisce solo alle anime umane".

         3. La provvidenza Divina fà incontrare uomini e animali. L’anima umana non è generalmente consapevole di questo, ma i contatti tra un’anima e un'animale vengono, non di rado, regolati dalla Provvidenza Divina, esattamente perchè Dio vuole insegnare all'anima qualcosa attraverso tale contatto, vuole lasciargli fare un’esperienza. Perciò viene affidato dalla Provvidenza Divina a determinate persone un'animle domestico, perchè un contatto prolungato tra uno specifico animale ed un'anima specifica può aiutare a formare e promuovere lo sviluppo di quest’ultima, quindi, può significare qualcosa di concreto all'interno del piano specifico, che è stato previsto da Dio per il cammino della vita di quest'anima, perché appunto ha bisogno di esperienze molto particolari, che gli vengono mediate attraverso questo determinato animale.

Per questo motivo un'animale domestico può essere molto vicino ad un uomo, a condizione, che l’uomo permetta quest'avvicinamento. Anime umane e animali vengono, per così dire, scelti uno per l’altro dalla Sapienza Divina, perchè le due parti possano trarre benefici dalla situazione risultante. Non dobbiamo mai perdere di vista, che tutto quello che accade in questo mondo, alla fine ha un solo profondo significato: deve compiere l’Opera di Dio e aiutare nello sviluppo della realizzazione del Suo grande Piano di Salvezza per la creazione. Caso l’anima compie in modo corretto la relazione a lei offerta con lo specifico animale, può da questo imparare molto, e può anche imparare a sentire la purezza dell'Amore di Dio.

Nessun contatto tra un'anima umana e un'animale è compiuto per pura coincidenza. L'anima non conosce coerentemente il vero significato, né capisce mai completamente il contesto o i propositi di Dio, però deve essere consapevole, che la Provvidenza Divina prepara continuamente situazioni di cui hanno bisogno per la loro crescita spirituale e la loro prosperità spirituale. Un cavallo non si presenta casualmente sul filo metallico in un prato per salutare un'anima umana; il motivo per questa azione supera molto di più la 'richiesta per il cibo', di quello che l'uomo spesso pensa. Un escursionista non vede pure per caso un uccellino ballando in un ramo. Alcuni esempi della mia vita (e la lista è lontano dall'essere completa):

  • Pochi anni fa, proprio, alla Vigilia del Giovedì Santo venne saltando verso di me un'impeccabile agnello bianco, su un prato dove normalmente non ci sono mai animali. Si è lasciato accarezzare, leccò la mia mano, e toccò estremamente nel profondo il mio cuore. Da quest'animaletto irradiava un'amore, che mi commosse fino alle lacrime. Nella stessa notte la Signora di tutte le anime mi disse: "Cristo L'Agnello pasquale ti ha salutato stasera". Secondo la Sua spiegazione, aveva intenzione di immergermi attraverso questa via unica nelle ultime fasi della Passione.

  • Anche anni fa, fui salutata dallo stesso pettirosso ogni mattina durante un'inverno intero, mentre alimentavo gli uccelli nel giardino. Quest'animaletto mi venne straordinariamente vicino e mostrò un comportamento tale, che non avevo mai visto prima nella mia vita da parte di un uccello. La Signora di tutte le anime mi ha consentito vicino a quest'animaletto esperienze mistiche insolite, e mi spiegò più tardi, un giorno, che questi incontri quotidiani erano regolati da Lei, perché questo era in quei giorni molto vantaggioso per il mio addestramento quotidiano al Suo servizio.

  • Molti animali domestici sono venuti nel mio cammino in maniera insolita, attraverso eccezionali incontri nella natura. Maria confermò pure in quei casi l’opera della Provvidenza Divina, perchè questi animali "dovevano da quel momento dividere con me il cammino della loro vita".

Sin dal momento della mia chiamata Maria mi confermò ripetutamente, che certi animali domestici sono affidati a certe anime umane dalla Provvidenza Divina, e questo perchè le anime possono imparare dal rapporto con determinati animali lezioni molto particolari, oppure possono praticare e perfezionare in un certo modo determinate virtù. Per questo motivo, Maria ha definito il rapporto tra un'anima umana e un'animale domestico come 'un'alleanza', un contratto non scritto dove l'anima si impegna verso Dio, nell'ambito di una relazione amorosa, ad aver cura di questo animale. L'anima, che non rispetta questa regola, che non tratta il suo animale domestico in conformità alla Legge dell'Amore, o addirittura l'animale che viene abbandonato sconsideratamente (pensiamo ai molti animali domestici che sono abbandonati affinché i possessori possano andare in vacanza indisturbati) è davanti a Dio colpevole di ‘violazione del contratto“ (si tratta della rottura dell'alleanza dell'accuratezza verso l'animale).

         4. Ogni creatura, non solo il prossimo ma pure un animale, può portare più vicino un’anima al suo scopo definitivo (la perfetta santificazione). Dio vuole ricordare continuamente alle anime umane, affinché siano coscienti, che ogni contatto nel cammino della vita – anche con un animale – è un avvenimento, che si compie all’interno della rete dell'Amore di tutta la creazione. Ogni animale può essere usato da Dio, per attestare la Sua Verità verso le anime umane, attraverso segni di Amore, e per mostrare sempre di nuovo, come sono unici la Conoscenza e l'Intelligenza Divina, che rendono possibile che un animale presenti specifici modelli di comportamento, che spesso sono più intelligenti e anche più amorosi di quelli delle anime umane. L'animale è spesso il più puro ambasciatore di segni, perché non pensa sul suo comportamento, in modo che, ciò che un animale spesso fà come impulso naturale, non è influenzato dalle tenebre del pensiero.

Le anime sono spesso disattente ai problemi comportamentali dei suoi animali domestici, con altre parole: se lo dimenticano presto e non gli danno nesuna attenzione. Non di rado la Provvidenza Divina mette dei segni attraverso gli animali. I'uomo considera facilmente gli animali a torto come cose immature e oggetti ignoranti. Così ignorano fondamentalmente i canali che spesso Dio si serve per aiutare nello sviluppo della direzione delle anime. Le anime devono imparare, che gli animali sono Opera Divina, che possono essere usati dal Suo creatore in qualsiasi momento, per stimolare determinati comportamenti, determinati risultati o sentimenti e per dare loro insegnamenti.

Una volta ho potuto essere testimone di un comportamento molto insolito di un animale domestico nei suoi ultimi giorni di vita, la quale a rispetto Maria mi spiegò, che era un segno con il quale Dio voleva dimostrare, in quale grande misura un animale morente vive nel fervore del Piano di Dio. Questa serie di segni fù incoronata, per così dire, attraverso l’ora della morte di quest'animale: è morto a mezzanotte dopo la festa del papa, in un giorno, che può essere considerato come la festa del Padre Eterno, come se Dio volesse mostrare, come quest'animale rimase fino all'ultimo respiro al Suo servizio.

         5. Attraverso il rapporto con gli animali le anime possono aiutare a promuovere in grande misura la loro felicità in questo mondo. La Signora di tutte le anime disse una volta, che se le anime applicassero verso gli animali un rispetto molto più grande e un Amore molto più profondo, già si ridurebbe notevolmente, per questi motivi, la montagna della miseria in questo mondo. Noi lo dovremmo capire così: c’è nel rapporto con gli animali una mancanza d'Amore, e per questo motivo la corrente dell'Amore attraverso la creazione è venuta completamente o in gran parte in innumerevoli punti a bloccarsi. Ogni giorno si compiono in questo mondo miliardi di contatti tra uomini e animali. In una grandissima parte di questi contatti prevale in diverse proporzioni la mancanza d'Amore. La mancanza d'Amore si manifesta in tutti i tipi e segni di ostilità, di maltrattamento e dello sfruttamento verso gli animali, ma anche con l'indifferenza.

Questo significa, che la Vita Divina defluisce in numerosi punti della rete della creazione, in modo che tutta la forza della vita si riduce notevolmente in tutta la creazione. Questo vuol dire, che gli effetti della grazia vengono ridotti, e che conseguentemente i segni della Presenza di Dio diventano meno chiari. La creazione si allontana sempre di più dall'equilibrio creato da Dio, basato totalmente nella corrente d'Amore. Constatiamo il seguente:

  • Tutte le anime umane e animali reagiscono attraverso forti e diversi gradi di conflitti interni, che possono esprimersi in aggressioni, depressione, la mancanza della voglia di vivere, paure e molti altri segni della perdita della vera Vita e del crescente dominio delle tenebre;

  • La natura reagisce su questo attraverso fenomeni inusuali compresi veri disastri naturali, che non possono essere spiegati esclusivamente dalle leggi meteorologiche e geologiche;

  • Il mondo vegetale reagisce su questo attraverso deviazioni nella crescita e nella fioritura. Conosciute sono le molte mutazioni, in cui generi di piante (anche con gli animali accade sempre) presentano progressivamente altre caratteristiche. La Madre di Dio ricorda, che questi fenomeni non hanno solo cause biologiche ma anche spirituali, e che alla fine sono attribuiti al peso dei peccati che le anime umane hanno accumulato. Quello, che dalla scienza viene denominato come 'evoluzione naturale', è in realtà molto spesso l'espressione delle deviazioni dalle Leggi di crescita Divine, dove lo sviluppo allo stesso tempo comincia a eseguire una vita per sé. Tali deragliamenti vengono alla Luce a causa dei peccati, perchè i peccati sono una trasgressione verso la Legge dell'Amore di Dio, e perchè l'Amore di Dio è l'essenza e l'indispensabile alimento di tutte le vite.

Il tutto porta caos e miseria nelle diverse forme. Indico già a questo punto la tesi della Regina del Cielo, che le anime umane non troveranno mai la vera felicità sulla terra, finché non contempleranno gli animali e la natura, alla Luce del ruolo a loro assegnato da Dio, come dignitosi rappresentanti dell'Amore Divino – cioè, finché non considerano questi in base alla Legge dell'Amore di Dio.

         6. Gli animali come portatori dell'Amore possono aiutare a guarire le anime umane. Gli animali vengono molto spesso considerati inferiori. Nonostante ciò, essi possiedono una capacità pronunciata, di lasciar fluire l'Amore. Questo vale specialmente per le specie di animali più avanzate, a cui appartengono entro altri, gli animali domestici, come pure per esempio i delfini. Questi animali sono capaci, di portare alle anime umane un'Amore sincero e una grande Pace, e in tal modo aiutare a curare le anime da ogni tipo di lesioni e blocchi nella corrente dell'Amore. A motivo della loro presenza e del loro comportamento, questi animali riescono spesso in quello che nessun uomo riesce: l'apertura di un'anima umana, che è poco, o non più accessibile all'Amore, o anche si è ritirato in se stesso, o si è avvolto in uno stato d'anima depressivo, o che invece è diventato agressivo perchè non crede più nell'Amore.

Molti animali hanno un carisma naturale, di spontaneità, d'innocenza, di sincerità senza riserve, di affetto incondizionato, e sono così veramente capaci, di mettere in movimento nuovamente una corrente d'Amore bloccata e così lavare via il peso di molte emozioni dolorose. L'animale non parla, ma un cuore umano, che è abbastanza sensibile all'atmosfera dell'Amore sincero, si può 'capire' nuovamente attraverso determinati modelli di comportamento degli animali, e sentirsi compreso nella corrente dell'Amore Divino.

Avete già notato, come determinati animali possono guardare una persona mentre questa piange, o mentre prega? Anche a me sono state raccontate cose meravigliose sui miei animali domestici dalla mia vicinanza, mentre mi sono state concesse dalla Santissima Vergine Maria profonde estasi. Da questo comportamento ne segue che questi animali devono avere una notevole sensibilità per determinati stati mentali delle anime umane nella loro vicinanza. Anche io ho trovato nei miei animali domestici modelli di comportamento, che indicano una chiara ed eccezionale sensibilità per il soprannaturale mentre era molto accentuata la Presenza della Santissima Vergine nella stanza. Dio mette, senza il minimo dubbio, segni attraverso gli animali.

La constatazione, che gli animali sono capaci di aiutare a sbloccare nelle anime umane, l'Amore e la Luce, e così contribuire alla loro cura, è di un significato importante per il sostegno della tesi della Signora di tutte le anime, che gli animali possono interpretare un’ importante ruolo indiretto nel Piano di Salvezza di Dio. Quando un'anima si chiude alla corrente d'Amore, non può più compiere pertanto, la funzione prevista da Dio, come dovrebbe essere, ciò significa, che paralizza il suo sviluppo sprituale così come il suo contributo alla realizzazione del Piano di Salvezza di Dio. Le anime quindi non compiono più il compito per la quale sono venuti al mondo. Il fatto, che gli animali possono aiutare a eliminare questo blocco, sottolinea che Dio ha destinato anche loro nel ruolo, di aiutare le anime umane nel loro cammino per la santificazione. Consideriamo anche, che una vera cura del corpo, spirito e sentimenti sia permanente solo nella misura di come l'anima è davvero sana. Dunque, gli animali possono creare un vero ponte per la profonda cura dell'anima. Quando un’ animale tocca veramente una persona, questo accade sempre ai livelli più alti della vita dell'anima, al livello, in cui l'anima può sentire la Presenza Divina.

Pertanto un animale può essere un ponte particolarmente prezioso per le Opere di Dio a favore dell'anima umana. È dunque una visione molto assurda, anche un'insulto a Dio, parlare di un animale come se fosse 'solo un animale stupido'. Dio si aspetta da tutte le anime rispetto per tutti i Suoi strumenti, non importa in quale forma Lui vuole impiegarli. Dio utilizza in realtà anche gli animali come strumenti.

Le anime umane devono trattare ogni creatura in una condizione di rispetto immacolato, coscienti del fatto, che ogni creatura (persone e animali) porta in sé la firma di Dio, e che, pertanto qualsiasi espressione di crudeltà verso una creatura, alla fine equivale a un'aggressione a Dio stesso.

All'anima umana spetta pure a questo proposito una responsabilità particolare. La facoltà dell'animale di lasciar fluire l'Amore e così aprire le anime all'Amore e aiutarli a curare nel profondo, viene influenzata in gran parte attraverso il tipo di esperienzia di vita, che questo animale ha fatto, o meglio ancora fà. In un animale, che – per esempio attraverso mani umane – viene permanentemente traumatizzato, può essere, che la corrente d'Amore si riduca continuamente. L'animale può diventare spaventato, diffidente, ritirarsi in sé stesso o diventare agressivo, e viene in tal modo eliminato come nodo attivo nella rete dell'Amore Divino. Potrei esprimere ciò con le parole della Signora di tutte le anime in una delle Sue rivelazioni dell'anno 2007:

"L'Amore degli animali può, in parte essere comparato a quello di un’ anima umana, che fino ad un certo grado può essere inquinato dall'influenza dell'esperienzia di vita".

Da questo si nota nuovamente, com'è grande la responsabilità che un’ anima umana si prende quando per esempio si rende colpevole del maltrattamento di animali.

A confermazione del fatto, che gli animali sono utilizzati, totalmente dalla Provvidenza Divina, come strumenti per la realizzazione delle Sue Opere, dirigo volentieri a questo punto ancora le seguenti parole della Signora di tutte le anime, nella Sua rivelazione del 11. Settembre 2007:

"Mentre conosco tutte le condizioni di tutte le creature, sono nella posizione di giudicare, ciò che le creature possono offrire l'uno all’altro, tutto questo in relazione alla realizzazione del Piano di Salvezza Divino per le anime".

Alla luce di queste parole si capisce facilmente, che animali e anime umane sono perciò messi in contatto, perchè Dio stesso si promette qualcosa da questo contatto, in primo luogo per la fioritura dell'anima e la sua capacità, di contribuire positivamente alla realizzazione delle Sue Opere.

Capitolo 3

la profonda natura degli animali. La caratteristica della natura degli animali

Gli animali non hanno nel vero senso della parola un'anima, sono portatori di quello che, la Signora delle anime definisce come 'Principio vitale', un seme, che è portatore di vita in tutto l'essere, anche del corpo, nel quale l'animale si muove sulla terra. Maria compara questo seme con un fiore, dove le proprie foglie sono impiantate in una serie di cerchi sequenziali. Nella misura in cui l'animale appartiene ad una specie sviluppata più alta, questo cosidetto fiore d'anima è formato da un più grande numero di cerchi, quindi il fiore, è per così dire, più complesso. Questo fiore non è altro che una costruzione geniale dell'Amore di Dio, ed è formato essenzialmente da nient'altro che Amore, perché è l'Amore, che forma l'essenza di tutta la forza vitale in tutte le creature. Così spiegava la Signora di tutte le anime nel Giugno 2007.

Ho indicato già prima, che gli animali di per sé non possono peccare. Se nella relazione tra un'uomo e un animale qualcosa non decorre secondo la Legge di Dio, cioè quando questa relazione non è segnata dall'uomo di vero Amore, non è l'animale che deve chiederne conto a Dio, ma bensí l'uomo. Dovessero le anime subito essere consapevoli della portata che hanno tutti i fatti e persino i loro pensieri e sentimenti dentro il Piano di Dio, e per la loro felicità eterna, e se regnasse tra le anime un grande senso di peccato, così molte cose, che adesso nel contesto del rapporto tra l'uomo e l'animale vengono trascurate, non avverrebbero. Esattamente in questa trascuratezza, questa mancanza di attenzione, anche in questa indifferenza, si trova un ricco terreno propizio al peccato. Giornalmente vengono eseguite nel mondo numerose azioni tra le anime umane e gli animali, che non vengono riconosciuti come peccato, ma che tuttavia valgono come peccati per Dio. Il fatto, che un animale non possiede nel vero senso della parola un'anima, non vuol dire per niente, che Dio approva ogni comportamento da parte dell'anima umana verso l'animale. Parlerò più tardi dettagliatamente su questo.

In una rivelazione del 11. Giugno 2007 la Signora di tutte le anime indicò, che l'amore di un animale mantiene del tutto più puri, i punti di contatto con l'Amore Divino, che l'Amore di un'anima umana, perché l'animale nel donare il suo amore non viene impedito dalle numerose influenze della ragione, come questo è il caso dell'anima umana. Ovvero identifica gli animali, che vivono molto di più con il cuore che con il pensiero. Nell'anima umana questo era in principio anche così, ma questa capacità è stata sin dal peccato originale in molte anime in gran parte repressa.

Pensiamo di come la società umana è molto 'razionalizzata': Scienza, tecnologia e molte correnti di pensiero, hanno elevato la ragione umana ad un Dio, che può regnare in tutto e che fà superfluo l'unico vero Dio. I travolgenti successi nella scienza e tecnologia, come anche i diversi modi politici di vedere il mondo, hanno sedotto l'anima umana a credere, che i sentimenti degli uomini non sono degni, li indeboliscono, e agiscono contro il 'progresso' del mondo.

La ragione dell'animale non è disposta come la nostra, ad analizzare e argomentare. L'animale vive quasi completamente dai suoi sentimenti, come anche da reazioni a percezioni intuitive, che scorrono attraverso i suoi sensi. Specialmente le alte specie di animali hanno una grande sensibilità e un cuore, che è molto aperto, e che per questo motivo sono in grado di sentire positive o negative impressioni specialmente intense. Se dunque un animale viene trattato con vero Amore, nel suo comportamento sarà così aperto, che l'anima umana, di cui è sensibile, può essere toccata profondamente attraverso questo comportamento e tutta l'atmosfera intorno all'animale. Beninteso, questo non vuol dire che un animale che riceve poco o nessun Amore, non sia in grado, di aprire un'anima umana. Vuol dire solo, che un animale, che è nutrito d'Amore, questo Amore lo porta sensibilmente in sé, e con questo il suo principio vitale si sviluppa.

Uno dei motivi, perché Dio ha creato gli animali, che come animali domestici possono servire gli uomini, è quello, che questi animali possono sviluppare un sano effetto verso un cuore umano ferito. Ad un'anima umana che gli viene difficile di trovare l'Amore di Dio, può essere con questo, aperta a questa esperienza, che si lascia toccare dall'apertura dell'amore dell'animale domestico. Se il cammino di vita di un certo animale incrocia il cammino di vita di un certo uomo, dobbiamo ritenere, cha la Provvidenza Divina con questo incontro ne persegue uno scopo. Questo vale anche per i contatti di corta durata. Anche i contatti di corta durata possono a volte influenzare completamente e incosapevolmente un'anima umana per molto tempo. Se un animale si trova nel cammino della vita di un'anima da molto tempo, cosicché quest'animale e quest'anima iniziano a dividere insieme più esperienze, l'anima può essere così convinta, che Dio con questo segue un delineato Piano.

Se una certa anima umana prende con sé un certo animale domestico, in verità chiude un'alleanza con questo animale, e ne sarà chiamato a risponderne davanti a Dio: l'anima umana si prende la responsabilità verso ogni animale, che prende con sé per un lungo periodo, di fargli avere assistenza, vero Amore, protezione, aiuto e soccorso. L'anima umana fà il voto verso Dio, principalmente a rispetto di ogni animale nel suo cammino, che si comporterà verso questo animale come si comportasse Dio.

Se un'anima umana e un animale si sono trovati, ed entrano in un rapporto intensivo, stringono realmente un certo tipo di alleanza. Concretamente questo vuol dire, che l'anima umana si impegna verso Dio, ad essere un canale di intimità, di cure e Amore, dunque, di prendersi la responsabilità che ne segue da questo rapporto, come anche l'impegno di aiutare a promuovere i Piani di Dio. L'anima, che entra in una relazione con un'altra creatura, prende l'impegno di rappresentare Dio verso l'altra creatura. Questo vuol dire in primo luogo, che a quest'altra creatura deve scorrere Amore e ogni materia di confidenza e sicurezza, affinché tutti gli esseri che sono coinvolti nella relazione, possano compiere totalmente il loro compito dentro il Piano Divino.

Questo è esattamente il profondo significato di ogni relazione tra una persona e un animale, non importa se questa relazione è di corta o lunga durata: i partecipanti della relazione sono dati l'uno all'altro da Dio, nell'intenzione di sostenersi nei propri compiti della vita. Perfino in un'incontro che dura solo pochi attimi, l'uomo ha la responsabilità verso Dio di trattare l'animale amorevolmente. Maria mi ispira già da anni, su ogni animale che incontro, non importa se si tratta di una formica in un ramo, o di un topolino sotto un cespuglio, o di un gatto vagabondo ecc..., di dire in silenzio dal profondo del cuore 'ti voglio bene!'. Mi ha assicurato, che questo animale riceve il segnale e lo inserisce in sé come un piccolo raggio di una nuova forza vitale, e che questo piccolo regalo nascosto di Amore invia un raggio di Luce attraverso la creazione.

Per questo l'animale può essere un canale molto puro della Provvidenza Divina, perché non viene bloccato dagli ostacoli che l'anima umana spesso deve superare in sé stessa per sentire la Presenza di Dio:

  • il discutere con la ragione

  • il prendersi in dettagli del passato

  • il timore delle persone

  • la mancanza di credere nei Misteri Divini e all'operato di Dio in tutti i dettagli della vita.

  • la caccia al profitto materiale e al possesso.

L'animale domestico conosce questi ostacoli in misura molto piccola, certi sono addirittura completamente estranei. Pertanto l'animale domestico è molto più vicino a Dio in molti punti di vista, di che l'anima umana con tutte le sue influenze e reazioni della ragione a queste influenze. La Regina del Cielo mi mostrò con alcune mie esperienze, di come anche un animale estraneo da una certa distanza, può sentire il vero Amore e reagirne. In uno di questi casi mi si avvicinò un gatto piuttosto timido, che si trovava in un piccolo sentiero a circa venti metri di distanza, dopo che avevo detto intensamente dentro di me (dunque inpercettibile) 'ti voglio bene', improvvisamente cominciò ad adularmi. La confidenza sembrava essere perfetta.

Maria spiegò dopo questo notevole episodio:

"Un animale riconosce in un impostazione di vero Amore, spontaneamente lo stato naturale, così come Dio l'aveva previsto nella Sua creazione",

e più tardi:

"Animali di una specie sviluppata più alta sono molto sensibili all'essenza della Vita e alla Presenza di Dio – l'Amore – e hanno la proprietà di farlo scorrere liberamente, non appena sentono che l'essere che incontrano possiede questa forza in sé".

Gli animali sono molto sensibili ai sentimenti, agli umori fluttuanti, all'Amore, esattamente come anche agli atteggiamenti o intenzioni negative, che partono da un anima umana. Ho avuto l'esperienza di come gatti e cani mostrano la tendenza, di adulare un'anima umana che piange o osservarla immobile per lungo tempo. Ho anche visto più volte animali domestici reagire allegramente quando un'anima umana irradia allegria.

Il fatto, che un animale non può parlare, non lo fà automaticamente inadatto allo scambio di emozioni: esattamente per questo, che un animale non parla, non possono i suoi sentimenti, che scorrono dal cuore esattamente come l'uomo, essere macchiati di parole. Vero, non inquinato Amore, scorre sempre direttamente entro i cuori, e esce facilmente fuori dal suo corso quando nel processo interviene la bocca. L'anima umana è, entro altro, spesso impedita di collegarsi interiormente, in questo punto, alla Presenza di Dio: parla troppo, e impedisce il suo proprio cuore di trovare Dio. Il parlare interrompe spesso la vita interiore per far posto alle sensazioni, che tuttavia allontanano da Dio. Nell'animale manca questo meccanismo, e entro altro sente più forte il vero Amore, risp. la mancanza del vero Amore, di quanto molte anime umane sono capaci di sentire.

Gli animali sono spesso in condizioni migliori, di aprire dei cuori chiusi o feriti: non pensano, ma vivono nel piano dei sentimenti. Per questi motivi gli riesce spesso di diffondere intorno a loro vero Amore e portare sentimenti di vero Amore alla gente. Un cuore, che (nuovamente) è messo in grado, di sentire l'Amore, si apre, e può essere riattivato nella corrente dell'Amore e della Vita Divina.

Già ho indicato in passato in questi scritti, che il tipo di esperienza che un animale fà, determina, di quanto è opportuno che l'animale possa compiere il suo ruolo come punto nodale nella rete d'Amore. Anche le specie più alte di animali possiedono un sistema di sentimenti, che può far effetto come di una porta verso il nucleo profondo del loro essere: impressioni, che vengono recepite come positive, aprono questa porta; impressioni, che vengono recepite come negative, la chiudono. Se una creatura è sottoposta continuamente a impressioni negative, questa porta può essere anche chiusa per sempre. In questo ultimo caso c'è il rischio che la creatura si chiude sempre più in sé stessa per paura di lesioni, di iniziare a chiudersi anche al vero Amore, e con questo lasciar defluire da sé la vera vita. Quindi, dopo non è più in grado, di fare quello a cui Dio l'ha destinata. Esattamente qua, stà la tragedia di ogni mancanza di vero Amore nella vita di ogni creatura – anima umana e animale.

Pertanto, che un animale vive essenzialmente dei sentimenti, non dai pensieri con la ragione, gli riesce migliore, di sondare il cuore di una persona, di come riesce la media delle persone a sondare il cuore di un animale. Prima del peccato originale l'anima umana era automaticamente in grado di comunicarsi, come fanno gli angeli: di cuore a cuore. Questo vuol dire, che l'uomo "poteva leggere nel cuore della creatura". A causa del peccato questa facoltà è rimasta nascosta, vuol dire: l'anima deve nuovamente imparare a riscoprirla. Nel nostro tempo questo vale come dono mistico quando un'anima può esattamente sentire cosa succede in una creatura (persone o animali)

Il peccato originale è stato un taglio nella pratica del vero Amore verso Dio. L'anima ne fù pesantamente ferita. Possiamo considerarlo come 'frutto naturale' del peccato originale, che il cuore dell'anima umana sarebbe rimasto come canale dell'Amore Divino, futuramente inquinato. Un canale inquinato non è in grado di percezioni pure, dove si tratta della vera profondità di una creatura. Gli animali tuttavia,non possono peccare. La facoltà, che hanno ricevuto quando sono stati creati, di vivere dal cuore, è rimasta intatta.

L'animale possiede questa facoltà di vivere dei sentimenti, a motivo della sua apertura all'operato Divino. Un animale è spesso molto più ricettivo all'operato Divino di che un'anima umana. Per questo un animale che appartiene alla specie sviluppata più alta, per esempio un animale domestico, sarà più sensibile all'Amore vero, alla Luce, sicurezza, contentezza, dolcezza, Pace interiore, pazienza, comprensione e accuratezza, e se sente queste condizioni in una persona, darà, da parte sua un vero Amore, perché in quest'anima sente uno specchio della Presenza Divina, che l'animale sente con intuito come Sorgente della sua vita.

L'animale fà questa esperienza completamente senza pensieri e quindi incosciente. Cioè, non si pone domande, a confronto con l'anima umana, e con questo non viene facilmente condotto nel suo essere interiore all'inganno e alle tenebre, come questo è il caso dell'uomo. Consideriamo sempre, che gli animali sono creature di Dio, che spesso sono più sensibili delle anime umane in rapporto a quello che è, o no, compatibile con la Legge Divina.

Pertanto l'animale vive incosciente verso la Legge Divina, con uno zelo più grande che la media delle anime umane. La Signora di tutte le anime mi disse una volta, che l'animale sofferente porta i suoi dolori diversamente di come la maggior parte delle persone fanno. L'uomo si lascia in una certa misura guidare dalla ragione, che i suoi processi spirituali diventano subito i suoi peggiori nemici: con questo il suo dolore diventa più pesante, comincia a fantasticare a ad analizzare, e si fà ogni tipo di idee per il futuro. l'animale invece, si lascia unire con il Cuore di Dio, così, prontamente. Soffre, è vero, ma tuttavia reagisce completamente diversamente, così che il dolore acquista allo stesso tempo un'altro significato.

In un certo modo si può dire, che l'animale incosciente e senza il suo proprio volere, offre di cuore il suo dolore a Dio, semplicemente a motivo del suo stato interiore. Ho indicato già prima, che Maria durante la malattia di un animale domestico mi assicurò, che in un animale non c'è nessuna opposizione contro i suoi dolori: li sopporta, perché questo è lo stato naturale del principio vitale. Così dovrebbe essere anche nell'anima umana, ma al contrario l'uomo si oppone spesso ai suoi dolori e prove, perché lo spirito pensativo non li accetta e l 'anima è incitata continuamente da ispirazioni tenebrose contro ogni croce, esattamente perché sofferenze accettate e offerte posseggono un valore salvifico. Nell'animale qesto elemento salvifico non c'è, ma Dio insegna alle anime umane anche in questo punto, attraverso gli animali intorno a loro.

Capitolo 4

La responsabilità dell'uomo verso gli animali

4.1. l'anima umana come amministratice della creazione

Dio ha previsto l'anima umana come coronamento della Sua creazione. Questo comporta responsabilità. L'uomo doveva essere l'amministratore di tutto verso Dio. Questo porta con sè il compito obbligatorio di trattare gli animali e le piante rispettosamente, perchè sono proprietà di Dio: Li ha creati con Amore, li nutre continuamente con il Suo Amore, e ha nascosto in loro tesori di vita e di guarigione. L'anima umana può chiamarsi di 'proprietaria'di un animale domestico, il contadino 'proprietario' di bovini, maiali, pecore ecc..., in realtà questo è solo il caso di un contesto di vita terrena. Ogni animale è, e rimane in realtà proprietà di Dio, mentre l'uomo sulla terra non è più di un custode, nolleggiatore, amministratore, non importa di che. L'anima umana è quella che verso gli animali fà un patto di alleanza davanti a Dio, di accuratezza e Amore.

La Signora di tutte le anime indica, che l'anima umana nell'ora del suo giudizio, viene anche giudicata secondo il suo comportamento verso gli animali e la natura. Un buon amministratore tratta quello che gli è stato confidato da parte del Proprietario, con cura impeccabile. Questa cura l'uomo la deve in primo luogo ad ogni persona e ogni animale, che risp. gli viene dato dalla Provvidenza Divina da prendere sotto la Sua protezione. L'uomo è veramente in questa terra proprietario di niente, ma amministratore, o se vogliamo chiamarlo così, il nolleggiatore. Ogni anima, ogni animale e pianta rimane esclusivamente proprietà di Dio.

Già che i nostri animali domestici appartengono solo a Dio, e noi non siamo altro che custodi, le cure che usiamo verso di loro, in realtà sono un servizio a Dio.

Visto che ogni creatura è proprietà di Dio, il trattamento di rispetto e Amore con un animale diventa un grande omaggio verso Dio.

Molto spesso si trattano gli animali con molta indifferenza: l'anima non riconosce dopo il particolare di ogni essere vivente. Riconoscere il valore e la dignità di ogni animale, vuol dire riconoscere, che questo animale è opera di Dio, non un oggetto senza sentimenti o senza una vera vita, che sarebbe stato solamente fatto per appagare, in qual modo anche sia, le nostre necessità. Pensiamo sempre, di difendere la dignità di ogni creatura – anche quella di un animale - fondamentalmente vuol dire: di difendere l'Amore di Dio contro ogni mancanza di rispetto. Il vero Amore è l'essenza del Cuore di Dio, e si deve contemplare come Santo. Vale a dire che forma l'essere, la materia prima e la forza di ogni vita, e così del grande mistero che rappresenta l'esistenza e l'azione di Dio.

4.2 Le relazioni dentro la creazione

Ho già dovuto indicare che: tra le creature solo l'uomo può peccare. Quando le due prime anime umane commisero il peccato originale, la relazione tra Dio e l'uomo fù seriamente ferita: il peccato originale si scontrò contro l'alleanza, nella cui forza l'anima umana si era impegnata verso Dio all'obbedienza, alla docilità e al servizio. Servizio dell'anima umana verso Dio vuol dire in primo luogo, la sua disponibilità di impegnarsi sulla terra, con tutta la sua vita, per la realizzazione del Suo grande Piano di Salvezza. Visto che l'anima umana era stata messa come amministratrice e custode di tutta la creazione, tutta la creazione soffrì sotto l'effetto del peccato originale, perchè l'amministratore perse, attraverso questo peccato, la santità, e non rappresentò più spontaneamente Dio.

La Signora di tutte le anime indicò già prima, che il peccato originale ha seriamente disturbato l'equilibrio dentro la rete della creazione. Questo è più facile da capire se ci mettiamo davanti agli occhi, che questa rete è formata allo stesso tempo di un grande tutto di canali, dove l'Amore di Dio scorre verso tutte le creature, e che ogni peccato è una trasgressione verso l'Amore. Già che il peccato originale fù il primo tra tutti i peccati, la vera rottura della santa alleanza, doveva obbligatoriamente portare con sè una rottura nella corrente d'Amore: Dio lascia scorrere la corrente principale del Suo Amore su tutte le anime umane, e altre correnti alle altre creature. Da questa corrente principale devono formarsi attraverso le anime umane molte diramazioni verso tutte le altre creature, con la quale le anime vengono a contatto.

Già fin dal peccato originale, in molte di queste innumerevoli diramazioni non scorre più puro Amore. Questa interruzione ha portato pesantemente fuori equilibrio i numerosi rapporti tra tutte le creature. Il peccato è certamente l'opposto dell'Amore, e l'Amore è la forza motrice di tutta la vita. Attraverso ogni peccato che l'anima umana compie, colpisce allo stesso tempo la rete della creazione con nuove perdite. Considerando il fatto, che giornalmente vengono commessi miliardi di peccati, scorre fuori giornalmente in miliardi posti della rete una certa quantità di Amore Divino: questo rimane non utilizzato, e con questo viene perso per la costruzione, restaurazione e guarigione della creazione.

Questi secoli di massiva perdita di Amore sono responsabili, che le relazioni reciproche tra gli esseri viventi e tra i vari tipi di specie viventi siano completamente distorte. Proprio per questo sono apparse le situazioni tra gli animali selvaggi, tra le specie, il timore degli animali verso le persone, la rapacità nella natura, l'aggressione tra gli esseri viventi ecc... Dio non ha creato queste situazioni – i peccati delle anime umane le hanno suscitate.

L'anima umana si comporta così con molti esseri viventi, come già sta facendo, perchè non capisce e non può sondare il Oiano che Dio segue con la Sua creazione. Il rapporto con gli animali si trova in un enorme campo d'ignoranza, nella quale l'anima umana brancola già dal peccato originale. Per questo motivo questo rapporto è in molti punti di vista marcato in certa misura dalle tenebre, e che questo ha contribuito più alla miseria nel mondo di quanto la maggior parte delle anime possano credere.

Visto che le tante distorsioni tra le relazioni entro tutte le creature sono da atribuire in ultimo al peccato originale e ai seguenti peccati sfrenati dell'umanità, incombe anche alle anime umane la responsabilità, di aiutare a ripristinare questi rapporti. Per questo scopo, ogni anima deve prima di tutto essere e rimanere cosciente dell'origine Divina di tutto quello che vive, e deve trattare – gli animali così come il suo prossimo – nella sua proprietà di opera e proprietà di Dio. Ogni anima umana deve, per esempio, tenere sempre presente il seguente davanti agli occhi:

Quando si difende la dignità di una creatura, si glorifica il creatore, della quale questa creatura ha ricevuto la sua peculiarità, il suo specifico carattere e proprietà. Le tenebre hanno come obbiettivo già dall'inizio, di minare le Opere di Dio, e sommergere di miseria nelle forme diverse tutte le creature. Per questo scopo satana ha messo in atto tutta la sua furbizia, nell'intenzione, di indebolire l'Amore nelle anime umane e dove possibile ucciderlo, perchè sapeva, che con questo sarebbe distrutta tutta la creazione e conseguentemente l'anima umana riceverebbe su di sè una seconda onda d'urto di tenebre che gli darebbe il colpo di grazia. Ogni mancanza di Amore nella costituzione interiore e nel comportamento di un anima umana fà un effetto bumerang di tenebre: l'anima scaglia con il suo atteggiamento peccaminoso, vizioso e modo di comportarsi in un certo modo tenebre attorno a sè, e queste cadono attraverso la dissestata creazione dinuovo nell'anima, cosicchè questa diviene per due volte vittima:

  • attraverso la crescente discordia nella propia coscienza;
  • per il fatto, che si raccoglie quello che si semina attorno a sè.

Le conseguenze sono chiare: le anime umane sono responsabili per tutto lo squilibrio nella creazione, che si rispecchia nella natura, nelle condizioni meteorologiche, nel comportamento aggressivo contro gli animali, e in innumerevoli altri segni di traviamento e mancanza di armonia con le Leggi Divine.

Satana ha sedotto le anime umane a rinnegare l'Amore, con innumerevoli, pesanti e continue conseguenze, che crescono incessantemente come palla di neve. Ogni mancanza di Amore suscita tenebre, e così miseria in tutta la creazione. Dove manca l'Amore, Dio viene per così dire annullato, perchè Lui non impone mai le Sue preferenze: l'anima si decide per le tenebre, allora raccoglierà tenebre, malgrado tutta la Luce, che Dio vorrebbe donarle. Tuttavia l'anima umana in tutta la sua cecità vede la propia mancanza di Amore non come la sorgente di tutto il male nel mondo, scava sempre più a fondo nel mondo nella sua ricerca di 'soluzioni' che di per sè non portano Luce e per questo non partoriscono altro che figli delle tenebre.

Visto che il mondo con tutte le sue lusinghe e false promesse riesce a mantenere le anime nel suo fascino, si guarda a Dio, il grande antipodo di tutto quello che è mondano e grande pietra di inciampo per una disinibita soddisfazione di tutti i bisogni apparenti, come responsabile di ogni miseria. L'anima si lascia sedurre dai folli pensieri della sua ragione, nell'opinione che Dio ha completamente abbandonato la Sua creazione, e come prossimo passo logico, la convinzione che semplicemente non può esserci nessun Dio. Così vediamo la nascita e il prosperare dell'empietà.

Una via di ritorno c'è: appena l'anima umana tratta con rispetto e vero Amore, in grande stile tutte le sue creature – persone e animali – e non umilia più nessuno di loro, il progetto delle tenebre di compromettere le Opere di Dio e affondarle nelle diverse miserie, sarà compleatmente spezzato. È molto semplice, perchè questa è la Legge fondamentale: l'Amore porta Luce e Pace, la mancanza di Amore porta tenebre e discordia in tutte le sue forme.

Il riconoscere e difendere la dignità di ogni creatura vuol dire: di agire in modo che, per tutte le creature e per Dio stesso diviene visibile, che questa creatura è vista come qualcosa di valore, e che apprezza la presenza di questa creatura nel propio corso della vita (sia per un corto o lungo periodo, a seconda della Provvidenza Divina). L'unico atteggiamento naturale adatto ad un'anima umana – perchè è questo che ha ricevuto impresso da Dio, e non un'altro – è quello, che ogni creatura, anche ogni animale, lo riconosca come dono di Dio, e che si lasci toccare dalla sua presenza e del suo essere. Non dimentichiamoci mai, che anche ogni animale forma nel nostro cammino un punto nodale in questa grande rete della creazione, attraverso il quale Dio manda il Suo amore e così la vera Vita.

La regola d'oro per ogni relazione, che un'anima umana intraprende o progetta verso una creatura - persona o animale – e per qualsiasi contatto da parte dell'anima umana con una creatura, è: Dio si aspetta dall'anima, che questa si accosti con un cuore, che in nessun modo tendi al propio vantaggio, ma che si impegni ad essere qualcosa di positivo per la creatura. L'anima deve trattare ogni creatura che a suo miglior modo e sapere possa dire, che per la vita di questa creatura ha fatto una certa positiva differenza. Con altre parole: il bilancio di ogni rapporto con una creatura deve essere positivo. Questo vuol dire automaticamente anche, che tutto il negativo, che l'anima fà, dice, pensa o sente verso una creatura, deve essere riparato. Se questa riparazione non avviene, per esempio, se la creatura non è più in vita o non è possibile restaurare in qualche modo un'altro contatto, questa deve avvenire di cuore, con preghiera, consacrazione della relazione alla Santissima Vergine, e quando possibile con riparazioni che vengono offerte come atti di Amore.

4.3. la riscoperta dell'Amore

Dal punto precedente ne risulta logico, che l'anima umana deve imparare di nuovo a riscoprire l'Amore di Dio, che si evidenzia nel cammino della vita in molte cose, perfino nel più piccolo fiore, in un cane vagabondo, in un gatto domestico, in una farfalla danzante, in un uccellino sopra un ramo, ecc...

Un'anima che si nutre abbondantemente dell'Amore Divino, contempla gradualmente sempre più la creazione così come la contempla Dio stesso. Ottiene sempre più una conoscenza profonda del vero essere di ogni persona, di ogni animale, di ogni pianta o fiore, e vede in tutto questo quello che vede Dio: Opere del Suo Amore. Quest'anima sente attraverso tutto questo un'Amore sempre più profondo verso ogni creatura. Tutto questo satana lo sà anche, e per questo motivo ha fatto tutto il possibile, di chiudere molti cuori umani. Nella misura, in cui l'uomo vive più di pensiero razionale, misura il valore di tutte le cose nel suo mondo, solo considerando di come può soddisfare i suoi bisogni materiali. In un certo pensiero mondano non c'è più posto per l'Amore, perchè l'Amore non porta denaro, nè beni e proprietà, e appena anche gli esseri viventi vengono collegati con soldi e possesso, viene firmata la sentenza di morte dell'Amore verso questi esseri. Per questi motivi un vero Amore verso gli animali per esempio, non si concilia con l'allevamento di animali per macello, per la vendita e performance sportive.

La Signora di tutte le anime segnalò nella Rivelazione del 11. Giugno 2007, di quanto è grande il significato di un'armonia senza macchia tra le anime umane e gli animali, come anche quella dello scorrere dell'Amore tra di loro, e lascia notare a rispetto, che il mondo è abitato da molti miliardi di animali, e che il cammino della vita di molti milioni di anime umane è incrociato da animali domestici. Solo tra le anime umane e gli animali domestici si compiono in questo mondo giornalmente molti miliardi di contatti. Per lo stato di grazia di tutta l'umanità fà una notevole differenza, di quanto Amore scorre, o no, in questi numerosi contatti. Il 13. Agosto 2007 la Regina del Cielo disse parole che sono così sensazionali, che a questo punto devo ripeterle parola su parola:

"Dillo alle anime, che ogni azione e ogni parola di sincero Amore verso un animale, contribuisce alla restaurazione della così gravemente turbata creazione, si, che anche l'Amore verso gli animali accellera la fondazione del Regno di Dio sulla terra, perchè Dio vi ritrova l'armonia iniziale che ha messo nella creazione e della quale si era persa con il peccato originale".

È degno di nota, che l'umanità negli ultimi secoli ha esteso di molto le sue conoscenze sulla tecnologia e scienza, malgrado – si, esattemente per questo – l'espansione di queste conoscenze hanno avuto così poca sensibilità con la sostanza, l'immensurabile significato e lo smisurato valore dell'Amore.

Per questi motivi non è a caso, che la Regina del Cielo insegna esattamente in questo tempo la Scienza della Vita Divina, che in sostanza insegna alle anime l'arte di come trattare con l'Amore Divino, e farli completamente fruttificare per la propria santificazione e il compimento delle Opere Divine.

L'anima, che chiude il suo cuore al suo prossimo (persone o animali), dimentica presto, che questo prossimo, esattamente come lei, mostra sentimenti risp. ogni forma di sensibilità, e anche un bisogno di Amore. Se l'anima tratta il suo prossimo senza Amore o anche senza nessun rispetto, offende seriamente il fondamento della Legge, che ha previsto, che ogni essere necessita di Amore come nutrimento affinché possa compiere il suo ruolo dentro il Piano Divino, e che per questo incombe ad ogni anima, di far lavorare in sè la corrente di Amore che riceve da Dio, e lasciarla scorrere senza limiti verso tutte le altre creature.

L'Amore ha molti volti. Detto in altri modi: l'Amore si esprime attraverso diversi numerosi canali. La Signora di tutte le anime confrontò già ripetutamente il tutto delle virtù con un albero, dove l'Amore è il tronco e tutte le altre virtù i rami. Concretamente questa immagine vuol dire, che tutte le virtù sono nutrite dall'Amore, che sono tutte unite dall'Amore e addirittura emergono da esso. Se noi allora osserviamo la norma celeste, che dice, che l'anima umana deve trattare gli animali nel cammino della sua vita con vero Amore, questo vuol dire concretamente, che l'anima umana può e deve esercitare verso ogni animale tutte le virtù. Per questo il comportamento desiderato da Dio verso gli animali richiede l'impiego delle virtù come prontezza nel soccorrere, accuratezza, mitezza, pazienza, tolleranza, rispetto ecc...

Ogni animale compie un proprio compito nel grande Piano di Dio. Per il fatto, che l'anima umana ha cura di un animale, lo tratta con Amore, gli offfre cibo e alloggio, aiuta a creare un nuovo equilibrio nella fortemente turbata creazione, e questo modo di comportarsi lascia scorrere senza difficoltà il vero Amore. Maria insiste, che ad ogni anima incombe il dovere, di rappresentare l'Amore di Dio, non solo verso il suo prossimo, come anche verso ogni animale.

Fà parte di ogni anima uno dei compiti più importanti della vita, di aiutare il suo prossimo ( uomo e animale), ad esaudire le sue necessità. Come è grande agli occhi di Dio, quando un'anima può aiutare un'altra anima, persino in cose piccole. Esattamente così grande, in certi casi anche di più, quando un'anima umana rinnega se stessa affinché un animale stia meglio. Il motivo non stà solo nel fatto, che questo animale viene messo in grado di compiere il suo compito, ma anche, che l'accuratezza di un anima verso un animale testimonia un'Amore che porta in sè più sacrificio di come l'accuratezza verso una persona:

  • verso il prossimo può esserci in gioco timore umano (si fanno certe cose nell'intenzione di evitare certe reazioni, commenti o pensieri negativi), o si può offrire un servizio al prossimo per interesse personale, perchè questo dopo per sua parte fà anche qualcosa di buono, ecc...

  • tuttavia verso un animale, non si parla di timore sui commenti negativi, perdita della faccia, o di attesa di ricevere qualcosa tastabile indietro. Se dunque si fà qualcosa di positivo verso un animale, la possibilità è grande, che si fà con Amore disinteressato.

L'anima umana deve essere interessata alle esigenze di ogni creatura. Se osserva la creatura – uomo o animale – in un modo 'sano' (vuol dire: senza nessuna curiosità malata per cose mondane) può imparare a vedere, come un certo comportamento indica determinate esigenze, dove per quanto concerne, l'anima può tentare ad andare incontro verso la creatura. Essere interessati ai bisogni di una creatura, vuol dire per esempio: di prendere in considerazione il fatto, che gli animali fuori in inverno hanno bisogno di alimento supplementare, che hanno bisogno di acqua fresca in ogni condizione climatica, ma anche, che gli animali non vivono solo di alimento e acqua, ma che hanno bisogno di Amore in ogni tempo. Spesso le anime umane credono che ai propri animali domestici non manca niente se hanno una scodella piena, mentre tuttavia sentono la mancanza del più importante: Amore, attenzione, e il sentimento che la sua presenza è apprezzata e che fà parte pienamente della vita dell'anima alla quale è stato affidato.

L'anima, che ha come obbiettivo principale della sua vita e del suo operare, l'appagamento delle proprie esigenze, osserva le creature facilmente come concorrenti o come oggetti, che servono solo ad appagare i propri desideri o ad arricchirsi. Quest'anima diventa senza sentimenti o egoista. Purtroppo questo atteggiamento è nutrito in grande stile verso gli animali. Questo si esprime entro altro nel fiorire mondiale dell'industria, dove l'animale è usato come prodotto nella catena alimentare, nel commercio per l'abbigliamento, per motivi sportivi, e molti altri scopi. Gli animali vengono visti in questo mondo solo come sorgente di alimento – e reddito in grande stile.

4.4. La relazione tra l'uomo e l'animale

Dio ha previsto la Sua creazione come un sitema complessivo, questo vuol dire: come un tutto organizzato, dove tutti gli elementi sono uniti uno con l'altro, e dove il cooperare di tutte le parti determina come il tutto funziona appropriato. 'come il tutto funziona appropriato', qui è da capire come 'in quale misura il tutto può veramente realizzare lo scopo finale, nella quale è stato chiamato alla vita'. Il mondo vegetale e animale segue naturalmente le norme dell'Intelligenza Divina che sono poste in ogni essere vivente. Questo vuol dire, che gli animali e le piante vivono conforme il Piano di Dio. Innumerose deviazioni nella crescita, modelli di comportamento ecc.. alla fine sono da attribuire all'intervenzione umana:

  • direttamente: pensiamo principalmente alla deforestazione, all'inquinamento con tutte le sue conseguenze, manipolazioni genetiche, caccia e pesca senza nessuna regola, allevamento di animali a scopo commerciale, sterminio di molte specie di animali, industrializzazione e urbanizzazione in grande scala ecc..;

  • indirettamente: è poco conosciuto, risp. è di rado preso in considerazione, che tutte le deviazioni nella crescita, nella fioritura, nello sviluppo, modificazioni delle specie ecc.. che appaiono nel mondo degli animali e delle piante, e che si ripercuotono secondo modelli che nell'ambito della biologia e fisica vengono riconosciuti, che la radice primaria, la causa principale è risp. sono, di origine spirituale. La Regina del Cielo lo ha dimostrato in più scritti, e lo ribadisce a questo punto di nuovo.

In tutti questi casi si parla, che l'Intelligenza Divina è messa da parte dall'intervenzione umana. Le Leggi Divine non ricevono sin dal peccato originale quasi nessuna possibilità di ripercuotersi nella natura in modo da non essere inquinate. Fintantochè l'anima umana accetta l'abbondanza dell'Amore Divino, ella stessa funziona come specchio puro di questo Amore per tutta la creazione. Questo Amore Divino, e così la Vita Divina, scorre poi libero attraverso la creazione, e tutte le creature vengono nutrite con la forza del vero Amore. Finchè questa forza rimane la forza motrice dentro ogni creatura e tra tutte le creature, ogni organismo vive esattamente secondo l'Intelligenza e Sapienza Divina, e si compiono tutti i contatti e relazioni tra tutte le creature esattamente conforme questa Intelligenza e Sapienza. Tuttavia attraverso il peccato originale l'anima umana perse la facoltà di continuare a far scorrere spontaneamente l'abbndanza del vero Amore.

La crescita, fioritura e sviluppo di tutte le creature viventi hanno subito danni, perchè non potevano più incorporare in loro l'abbondanza dell'Amore Divino. Per questo le deviazioni in tutti i processi vitali hanno avuto la possibilità di svilupparsi. Le diverse deviazioni come anche le malattie sono state così chiamate a vivere. Quello che la teoria dell'evoluzione nella biologia vuole farci credere come uno 'sviluppo naturale' sono in realtà gli effetti del peccato. Se gli esseri viventi avessero ricevuto la possibilità di vivere sempre rigorosamente secondo l'Intelligenza Divina, nella natura non ci sarebbe stata nessuna 'evoluzione', perchè l'Intelligenza di Dio è perfetta e non vincolata nel tempo. Cosicchè Dio non ha previsto nessuna modificazione per nessun processo verso e tra gli esseri viventi. La libera volontà dell'anima umana, chiamiamola il falso uso di questa libera volontà, perchè l'anima si decide per il peccato e contro l'Amore Divino, ha chiamato alla vita questi cambiamenti. Sappiamo nel frattempo, che Dio non va contro la libera volontà dell'anima umana.

Gli animali e le piante non possono infrangere la Legge di Dio da se stessi, per queste infrazioni è solo l'uomo responsabile. Queste infrazioni contro la Legge di Dio non sono altro che peccati. A questo punto mostro con piacere il seguente significato di 'peccato', cosi come la Madre di Dio mi ha fatto annotare nella 3 parte degli Scritti di Tempesta:

"Un peccato è ogni azione, ogni parola, ogni pensiero, ogni desiderio o ogni trascuratezza che noi contrastiamo nel Piano di Dio sulla creazione, e disturbiamo l'armonia e il giusto funzionamento dentro di essa. Dio ha ordinato la Sua creazione con una certa armonia, che viene regolata attraverso la Legge Divina. Ogni deviazione da questa Legge viene denominata peccato, perchè ogni peccato è un certo tipo di mancanza contro l'Amore".

Questa definizione mostra chiaramente un inganno quando si pensa che le anime possono solo peccare nel quadro del loro comportamento verso il prossimo. Ogni azione, che disturba l'armonia o il buon effetto dentro la creazione Divina, e con questo si contrasta il Piano di Dio, è un peccato, perchè un certo tipo di comportamento è una mancanza verso l'Amore. Questo vuol dire concretamente, che l'uomo, che non tratta un animale o persino la natura secondo le intenzioni di Dio e la Legge del Suo Amore, vive in stato di peccato. La Signora delle anime lascia annunciare questa tesi con grande accentuazione, perché lascia vedere il fenomeno del peccato molto più ampiamente che la maggior parte delle anime riconosce.

Dio ha pensato la creazione come un circuito chiuso. Ho dovuto provare, che l'anima umana ha la totale responsabilità per ogni disturbo dentro questo sistema. Le anime hanno disturbato questo sistema innumerevoli volte. I percorsi più importanti, dove questi disturbi hanno avuto incidenza, sono:

  • il peccato originale: questa trasgressione unica, dove le prime anime umane hanno ferito la Legge dell'Amore di Dio, e rotto l'alleanza della loro ubbidienza e servizio ai Suoi Piani e Opere. Da allora l'anima umana non è più in grado 'automaticamente', di rappresentare Dio nella creazione, questo vuol dire di essere specchio del Suo Amore, e lasciar scorrere liberamente le Sue correnti d'Amore verso le Sue creature;

  • I 'peccati veniali': ho dovuto indicare più volte negli scritti passati di come i peccati dell'umanità influiscono sul 'comportamento'della natura. Questo è da attribuire al fatto che ogni peccato taglia o talvolta viene fatto inefficace un canale dentro la corrente d'Amore, che scorre attraverso la creazione.

  • Il diretto intervento dell'uomo nello 'sviluppo naturale' della natura. Ripeto - la mia lista - chiaramente incompleta: deforestazione, inquinamento con tutte le sue conseguenze, manipolazioni genetiche, pesca e caccia senza regole, allevamento di animali a scopo commerciale, sterminio di varie specie di animali, urbanizzazione e industrializzazione su larga scala ecc..

Ho dovuto indicare ripetutamente, che anche il comportamento degli animali tra di loro (aggressioni, rapacità ...) non è il modo che Dio aveva previsto secondo la natura, ma che anche questo comportamento – e modello reattivo è da attribuire ai numerosi casi dove le anime umane sin dal peccato originale hanno mancato verso la Legge Divina dell'Amore, e continuano a farlo. Solo l'anima umana – quindi non Dio, molto meno gli animali – è la sola responsabile per ogni deviazione verso la Legge dell'Amore che si può verificare nella natura, quindi anche ogni aggressione e rapacità nel mondo animale.

All'anima umana resta il compito di ripristinare l'armonia dentro la creazione. Questo è solo possibile nella misura in cui un grande numero di anime conducono una vita sempre più santa. Ricordo che 'santità' basicamente vuol dire: 'trovarsi in uno stato, dove l'anima porta la Salvezza nella creazione con tutto il suo comportamento, tutte le sue parole, pensieri, sentimenti, desideri e aspirazioni'. Il significato delle relazioni amorose tra ogni anima umana e tutti gli animali non si può sopravvalutare.

Dio ha così determinato, che ci devono essere specie di animali che sono eccezionalmente adatti a vivere con le anime umane. Queste specie di animali Li ha provvisti con modelli di comportamento, che possono contribuire allo sviluppo delle virtù dell'anima umana di cui vengono a contatto o in cui dividono un piccolo cammino della vita.

Dio ha creato innumerevoli specie di animali. L'uomo non conosce persino oggi ogni specie. Un paio di milioni di specie sono stati ufficialmente registrate. Nonostante ogni anno vengono scoperti un paio di migliaia di nuovi generi. Allo stesso tempo tutto quello che è stato creato da Dio ha un ruolo ben definito da compiere dentro il tutto. Per questo motivo l'anima umana – dobbiamo tenerlo sempre davanti agli occhi – che è stata pensata da Dio come Sua 'rappresentante' verso la creazione, deve orientarsi nei rapporti con gli animali a due regole fondamentali:

         1. Ogni anima individuale è verso gli animali rappresentante di Dio. Questo vuol dire, che nel suo comportamento verso ogni animale deve esprimere le caratteristiche Divine: Amore incondizionato, mitezza, tolleranza, pazienza, dolcezza d'animo, accuratezza, comprensione, e basicamente tutte le virtù. Per questo è importante dire, che ogni mancanza di comprensione per la peculiarità dell'animale, blocca la corrente dell'Amore tra le creature o anche la frena in vari modi. L'anima che empatizza con il suo prossimo o con un animale, impara allo stesso tempo ad osservare con gli occhi di questa creatura il proprio mondo, e capisce meglio perchè questa creatura si comporta in un certo modo. È importante che l'uomo abbia spesso davanti agli occhi, che ogni animale si comporta così e non altrimenti per due motivi, che rappresentano i fattori più importatnti dei quali si influenzano a vicenda:

  • perchè ha ricevuto impresso un modello comportamentale da Dio: Lui lo ha impresso in ogni specie di animale e ha anche previsto tra ogni specie di individuo a individuo infinite varianti individuali;

  • perchè questi modelli comportamentali previsti dalla natura sono stati influenzati da diversi fattori direttamente e indirettamente dall'intervento dell'uomo (vedi prima in questo punto).

         2. Dio rimane Signore della Sua creazione. L'anima umana è solo l'amministratrice. Ricordo all'immaggine già descritta, dove la creazione è presentata come un parco o una riserva naturale, dove Dio è il Proprietario, e l'anima umana guardia del parco, sorvegliante o 'Ranger' che ha il compito, di provvedere che il tutto viene mantenuto in ordine, che la sopravvivenza del parco o riserva naturale sia assicurata, e nelle migliori condizioni possibili ( in questo contesto vuol dire: completamente in armonia con le Leggi Divine). Basicamente l'anima umana non possiede gli animali, può solo disporne, quindi esclusivamente in un modo di come vuole Dio, vuol dire: in vista della realizzazione del Suo Piano. Concretamente questo vuol dire, che l'anima umana non può disporre della vita di un essere vivente, e a quest'ultimo non può infliggere nessun dolore e danno non importa di che forma, ma che ha di occuparsi che ogni essere della creazione possa sentire la Presenza Divina sotto ogni aspetto. Questo può solo succedere in un atmosfera di vero Amore. Resta all'anima umana l'obbligazione, di creare questa atmosfera, attraverso un cuore, che batta completamente secondo il ritmo del Cuore Divino.

In ogni caso, solo Dio è giudice sullo stato d'anima, da dove questa azione è venuta fuori, dell'uomo che uccide un animale. In ogni caso, quando l'anima umana infligge dolore ad un animale, viene anche giudicata da Dio, che misura secondo l'Amore il contributo di ogni anima al compimento delle Sue Opere, che quest'anima ha fatto o lasciato di fare con ogni atto, ogni parola, in ogni sentimento e pensiero. Ci sono dei casi dove Dio non condanna severamente quando l'anima umana uccide un animale. La Madre di Dio mi ha dato l'esempio seguente:

Quando un anima umana si trova in una Giungla o Savana ed è minacciata da un serpente, non avendo nussuna via di uscita, Dio non conta come peccato se quest'anima uccide l'animale. Importante è lo stato d'animo: si uccide il serpente solo per difendersi, allora questo viene perdonato. Si uccide il serpente con un atteggiamento di 'cacciatore' allora questo fatto si rende impuro (un vizio). Potrei chiarirlo come segue: affinché il serpente non dà motivo, che abbia intenzione di attacare l'uomo, questo non può ucciderlo – se veramente vuole essere puro davanti a Dio – e neanche sfidarlo tanto che questo attacchi. In tutti i casi vale, che Dio giudica l'anima umana secondo lo stato d'animo al momento dell'incontro. Maria indica il fatto, che se un'anima viene attacata da un animale, di per se non è un motivo determinante per uccidere l'animale. Per questo deve trovarsi in uno stato di emergenza, e l'animale deve essere pericoloso e imprevedibile.

Pensiamo in tutto questo, che l'anima umana ha ricevuto impressa nel suo cuore la conoscenza della Legge Divina dell'Amore. Per mantenere questa conoscenza 'attiva' o 'accessibile', è necessario che l'anima si mantenga pura. Purezza vuol dire: agire, pensare, parlare, sentire e volere, come Dio si aspetta da ogni anima, e così evitare tutto quello che sporca l'anima e l'allontana dallo stato di santità. Tutto questo vuol dire, che ogni anima umana è posta davanti al grande compito di tendere possibilmente ad una grande purezza, affinché sia in grado, in tutte le situazioni, di distinguere quello che piace o non piace a Dio, e non perda il desiderio di espandere attorno a lei senza eccezione nient'altro che Amore. Solo con questo atteggiamento l'anima umana può rappresentare realmente Dio in ogni contatto con le proprie creature.

L'anima umana deve tendere ad uno stato ideale verso gli animali, essere uno specchio della presenza Divina, cosicché gli animali alla presenza dell'anima umana sentano Dio stesso vicino. Concretamente ci si deve immagginare un comportamento e un atteggiamento che sono impregnati dai seguenti elementi:

componenti dello specchio della Presenza Divina
  • Amore incondizionato
  • Accuratezza – interesse per i veri bisogni delle creature, insieme con assistenza, dolcezza, delicatezza
  • Pazienza
  • Tolleranza
  • Calore – dare sicurezza
  • Luce – coprire la creatura in un atmosfera globale positiva
  • Disponibilità
  • Sentimento e tatto
  • Togliere tutte le paure e inquietudini
  • Sviluppare la gioia di vivere
  • Dare coraggio, speranza e consolazione
  • Essere un balsamo per il cuore
  • Intendimento e rispetto per la creatura e la sua peculiarità
  • Difesa della dignità della creatura

Queste componenti sono anche le componenti del vero Amore, perché Dio = il Vero Amore. Chiarirò più tardi questa sintesi.

Uomo e animale sentono inconsciamente forte la presenza dell'Amore Divino quando un'anima tratta con loro o appare nellla loro vicinanza, e gli atteggiamenti indicati prima diventano pienamente efficaci.

Dio ha creato gli animali per Amore dell'uomo, affinché l'uomo ne abbia gioia, e affinché gli animali come altri generi di esseri servano di sorgente di istruzione nelle virtù. L'anima può attraverso il rapporto con gli animali, conforme l'atteggiamento su indicato, svilupparsi in grande misura. Maria dice questo chiaramente. Questo significa prontamente, che l'uomo tratta gli animali senza Amore, e dovrà renderne conto alla giustizia Divina per il suo comportamento, visto che Dio lo ha fatto tutore della creazione e così anche degli animali. Cerchiamo di capire bene, che gli animali sono messi nel nostro cammino, perchè la Provvidenza Divina vuole, attraverso gli animali, guidarci in un processo di santificazione. Con questo ne risulta che l'anima umana deve spesso superare grandi barriere prima che possa occuparsi delle esigenze degli animali, e il comportamento di un`anima verso gli animali è per Dio spesso un grado di misura per lo sviluppo dell'anima nell'area dell'Amore.

La responsabilità dell'anima umana, per quello che non scorre bene nella creazione e anche nel mondo animale, va molto lontana. Pensiamo solamente ai seguenti punti, e teniamo davanti agli occhi che questa lista è lontana di essere completa:

  • a motivo dei peccati degli uomini certi animali sono aggressivi. Questo vale anche per l'influenza dei peccati da parte di tutta l'umanità di tutti i tempi per il comportamento di molti animali selvaggi, che più dell'influenza delle poche amorevoli anime verso i loro animali domestici. Ogni mancanza di Amore suscita le tenebre. Un essere che viene trattato male, diventa progressivamente – a volte di colpo – inutile nel contesto della sua missione per Dio;

  • a motivo dei peccati degli uomini c'è nella natura libera, tra gli animali la rapacità. La scienza lo chiama di 'istinto'. Questo è sola una parte della verità: la Regina del Cielo ricorda, che nel comportamento degli animali molto è cambiato da quando il peccato originale e il peso di tutti i peccati di tutta l'umanità lo hanno influenzato;

  • a motivo dei peccati degli uomini il comportamento tra gli uomini e gli animali è pesantemente disturbato, che molti animali non hanno più fiducia in loro e quando gli si avvicina una persona prendono la fuga, ecc... Se pensiamo che l'anima umana è stata pensata da Dio come tutrice della creazione, come rappresentante della Sua Presenza e Opere, a favore di tutte le creature, cosi questa affermazone è una vera vergogna per l'umanità: nessun essere vivente è stato programmato da Dio, in modo che alla Presenza del vero Amore prenda la fuga;

  • a motivo dei peccati degli uomini molte specie di animali, mangiano solo o prevalentemente carne. In principio il consumo di carne non era stato previsto per nessun essere. Dio ha provvisto ogni essere con un corpo, come mezzo per muovere il principio vitale nella creazione - per l'uomo è l'anima nel vero senso della parola. Dio non ha mai avuto intenzione, che il corpo di una certa creatura sia mangiato da un'altra creatura. Rimando a rispetto anche alla lettera risposta Nr. 435, dove chiaramente vengono esposti i motivi spirituali che parlano contro il consumo di carne.

Da tutta l'argomentazione esposta nel presente manifesto ci si rende conto, che la relazione tra uomo e animale è molto importante per il Cielo, e che i rapporti tra gli uomini e gli animali, per lo sviluppo del Piano di Salvezza Divino, sono molto più importanti di quanto la maggior parte degli uomini crede. Già il profeta Isaia parlò dell'era messianica, dove tutta la creazione ritroverà la completa armonia. Questa armonia esisteva, prima che venisse commesso il peccato originale. C'e solo una via per tornare indietro alla completa armonia tra tutte le creature: quella di una perfetta fioritura del vero Amore in ogni anima umana. Basicamente questa fioritura è tutto l'impegno della lotta della Luce contro le tenebre. La forza che sta dietro il peccato originale come di tutti gli altri peccati venuti più tardi è satana. È lui, che tenta di minare con tutte le sue opere l'Amore. Per questo la lotta contro le tenebre è basicamente una lotta per il perfezionamento dell'Amore in molte anime.

Maria chiama l'umanità ad un nuovo, perfetto, incondizionato e amorevole comportamento a rispetto degli animali, e pone sempre l'accento di come l'atmosfera della vita in terra cambierebbe in modo favorevole, se l'anima umana rappresentasse Dio come Egli veramente è verso gli animali. Nessun'anima umana in terra può veramente essere specchio immacolato di Dio, ma tuttavia é dato ad ogni anima di realizzare un grande grado di fioritura nel vero Amore. Affinché possiamo raggiungere questo, ci sono confidati i misteri della totale consacrazione a Maria, Signora di tutte le anime. Quindi vale, che le anime diventino canali di puro Amore.

È giunto il momento, che l'umanità si ponga seriamente la domanda, quali danni apporta agli effetti dell'Amore Divino, di come tratta gli animali attualmente (nel commercio, ma anche spesso nalla sfera privata). L'Amore è il combustibile della vera Vita. L'anima, che disprezza questo o lo rinnega nel suo comportamento, non può giustificarsi davanti a Dio. Tutto quello che è stato creato da Dio, porta elementi del Suo Amore con sè. In molte creature questi elementi sono bloccati, fatti innoqui, in vari modi oppressi, o uccisi. Guai all'anima, che prova a deturpare le Opere Divine. Così dice la Legge di Dio.

Capitolo 5

Valutazione spirituale del dolore, che viene inflitto agli animali

5.1. La consapevolezza totale di Dio e la Madre di Dio

Partiamo dal punto di partenza, dove Dio rende comprensibile la Sua posizione a rispetto del comportamento dell'anima umana verso gli animali: Dio esige da ogni anima umana, che rappresenti verso gli animali il Suo Amore, la Sua Presenza e le Sue Opere. Questo vuol dire, che l'anima umana deve trattare gli animali in modo che, quando gli sono vicini sentano come se Dio stesso fosse presente. Dio esige da ogni anima umana, che considerano gli animali come portatori di sentimenti, come possesso e proprietà Divina, e come canali completi di cui Dio si serve per la formazione dell'anima. Per questo motivo è peccato agli occhi di Dio, in determinate circostanze peccato grave, quando un anima umana non tratta gli animali, come farebbe Dio stesso, o quando ne ruba la dignità, o non li tratta con un Amore incondizionato, e quando non li onora per quello che veramente sono: un regalo e un Opera di Dio.

È molto importante, tenere sempre presente davanti agli occhi, che ogni animale della creazione ha un ruolo da compiere, ed è per questo motivo che per Dio è importante, e che ogni mancanza di Amore da parte dell'anima umana verso un animale ad un certo punto cambia la corrente di Amore e così anche la Vita Divina nella creazione. Se osserviamo tutto questo, riconosciamo come Gesù e Maria possono sentire senza restrizioni tutto l'Amore, ma anche tutto il dolore di tutta la creazione. Tutto il dolore, che le anime umane e gli animali si fanno a vicenda, forma il continuo eterno dolore di Gesù e Maria.

Gesù e Maria portano con Loro nel Cuore e nel corpo continuamente il tutto dei sentimenti di ogni creatura. Seguono i punti più importanti, di come questo ne sia il caso:

         1. Dio non potrebbe altrimenti valutare l'esatto stato di grazia o disgrazia di ogni anima. Veramente, per l'esatta valutazione dello stato di grazia o disgrazia di un anima è importante che Dio possa in tutti i particolari:

  • sentire esattamente tutto quello che l'uomo soffre fisicamente, mentalmente e spiritualmente: altrimenti non si potrebbe mai determinare il valore salvifico dei suoi dolori e prove, e l'anima potrebbe per questo ingannare Dio, scanbiando i dolori. In questo caso Dio farebbe dipendere lo sviluppo del Suo Piano di Salvezza da ogni ipocrisia dell'anima umana;

  • sentire esattamente, cosa viene fatto al prossimo o ad un animale

Questo fenomeno si lascia definire come la totale consapevolezza di Dio.

         2. Gesù e Maria rimangono fino alla fine dei tempi completamente attivi nel 'ciclo'della Salvezza. Non potrebbero mai essere parte di questo sistema, se non fossero pienamente coinvolti negli effetti dei rapporti reciproci tra tutte le creature, risp. se questi effetti non fossero sentiti nel Loro proprio essere.

In questo senso si intendono anche le seguenti parole, che dicono, che Gesù porta la Sua croce per tutti i tempi, e che Maria piange per tutti i tempi sull'umanità.

Esprimendolo meglio: Gesù e Maria sentono ogni dolore, disgusto, ogni fatica, ogni malattia, gli effetti di ogni prova in ogni anima umana, ogni cuore umano, ogni spirito umano e ogni anima umana, perchè in vista del completamento della Salvezza sono uniti perfettamente con ogni essere vivente.

Attraverso un Mistero Divino, Gesù e Maria possono sentire allo stesso tempo nel Loro proprio essere, ogni sentimento fisico, spirituale e mentale di ogni essere vivente. Questo vuol dire anche, che non solo sentono quello avviene con tutti gli uomini, ma anche tutto quello che avviene con tutti gli animali. Questo conferma la perfezione della capacità Divina di giudicare infallibilmente ogni anima umana. Veramente, il tutto dei meriti, della santità, degli errori e delle imperfezioni di ogni anima viene anche determinato, da come si tratta gli animali nel proprio cammino della vita. La maggior parte delle anime non sà, risp. non prendono in considerazione, di quanto è importante agli occhi di Dio il rapporto con gli animali nel proprio cammino di vita.

Ho già indicato, che ogni essere vivente – uomo e animale – portano in loro la firma di Dio. Tutto è venuto da Dio. Ogni essere è un miracolo del Suo Amore. Non riconoscere la dignità di ogni creatura – uomo o animale – disprezza e sottovaluta con questo la Sorgente dell'Amore e della Vita stessa. L'anima, che fà del male al prossimo o ad un animale, fà del male a Dio. Si colpisce il prossimo, così si colpisce Dio. Questo vale esattamente anche quando la vittima è un animale, come anche quando si tratta di un uomo.

Chi tratta il suo prossimo – uomo o animale – con delicatezza e tenerezza, veste questa creatura con la lana. Chi tratta il suo prossimo con insensibilità e grossolanamente, colloca un chiodo nel suo cuore, un altro nel Cuore di Dio, ed un terzo nel proprio cuore, perchè quello che si fà al prossimo (bene come anche male), lo si fà anche a Dio, e (con ciò, che il Creatore e tutte le creature sono uniti uno con l'altro), per ultimo anche a se stessi. Non lo possiamo sopravvalutare: l'uomo non fà nessuna azione per se, non parla nessuna parola per sé, non conserva nessun pensiero e nessun sentimento solo per se. Tutto ha un ritorno sulla creazione come un tutto, nello sviluppo del Piano Divino, e sullo stato di grazia o disgrazia di tutta l'umanità, e produce un effetto bumerang: ritorna alla fonte. L'anima, che semina Amore, raccoglie Amore, semina tenebre e dolore, raccoglie tenebre e dolore, tutto questo in certi casi ed in certe forme già qui sulla terra, con certezza anche dopo questa vita, davanti al Giudizio Divino.

5.2. Il trattamento verso gli animali ispirato dal male

Ho già indicato chiaramante i motivi più importanti, nei quali Dio ha creato gli animali, come anche all'importanza spirituale della presenza degli stessi nella creazione. Quindi non è solo a motivo della Legge Divina dell'Amore, che l'anima umana deve trattare gli animali amorevolmente: un trattamento amoroso con gli animali è inoltre stato impresso ad ogni anima naturalmente. Tuttavia molti animali soffrono attraverso le mani dell'uomo. Questo è un vero abominio agli occhi di Dio: gli animali come segno del Suo Amore, vengono disprezzati. La Signora di tutte le anime enfatizza molto, che ogni trattamento senza Amore verso gli animali agisce su Dio, come se fosse scagliato nel Suo volto, con disprezzo, un regalo del Suo Amore. Le anime umane solitamente non prendono in cosiderazione, che ogni maltrattamento verso un animale, nel suo effetto fondamentale è un maltrattamento verso Dio stesso, quindi, che in un maltrattamento verso un animale si abusa di un Opera di Dio, e quindi, a motivo della Sua globale consapevolezza (vedi punto 5.1) Dio sente tutto quello che una creatura sente e cosa le viene fatto.

Ho dovuto già indicare nei vari scritti passati, che satana ha l'obbiettivo di deturpare le Opere di Dio e farle inefficaci. Visto che tutta la creazione si basa sulla corrente di Amore, conduce le sue opere di distruzione proprio per ispirare le anime nelle diverse deviazioni dall'Amore. Per questo ogni peccato è una deviazione dell'Amore: non importa verso quale virtù si viene a mancare, alla fine ogni trasgressione è una trasgressione contro l'Amore, perchè tutte le virtù sono rami del tronco, che si chiama 'Amore'. Così satana ispira l'umanità ogni giorno a molti milioni di azioni senza Amore verso gli animali. Questo vuol dire concretamente, che il peso dei peccati, che grava sull'umanità, attraverso le mancanze di Amore verso gli animali cresce considerevolmente di giorno in giorno.

La forza motrice dietro ogni mancanza di Amore verso gli animali e così satana, esattamente come è il caso di ogni vizio e di ogni peccato. Ci si potrebbe domandare, che cosa il male ci guadagna, quando gli animali soffrono attraverso le mani dell'uomo, quando di per sé gli animali non gli interessano? Alla fine gli interessano esclusivamente le anime umane. La risposta si intravede già facilmente in tutto quello che questi scritti hanno già comprovato: l'uomo con il suo comportamento verso gli animali spesso cade in peccato senza essere cosciente che sta commettendo un peccato, perchè 'si tratta solo di un animale'. Inoltre non dimentichiamo che ogni animale è un punto nella rete della creazione, dove la corrente dell'Amore deve continuare a scorrere.

Ogni elemento senza Amore nel comportamento verso un animale disturba un piccolo punto nodale in questa rete di Amore. Quali sono le conseguenze di un certo comportamento?

  • si alimentano i piani e le opere delle tenebre

  • si bloccano in molti punti allo stesso tempo le Opere della Luce

  • si disturbano in grande stile i rapporti tra le creature di Dio.

Ogni rottura nella corrente dell'Amore Divino tra le creature, porta il maligno più vicino al suo scopo finale (la distruzione delle basi del Regno di Dio sulla terra e la caduta dell'anima umana) e sposta la realizzazione dello scopo finale di Dio (la fondazione del Suo Regno di Amore completo e di pace sulla terra). Ogni mancanza di Amore di un anima umana verso un animale porta nuova miseria sulla terra.

Quale valore ha la sofferenza dell'animale? Di per sè la sofferenza di animali non ha valore redentivo, perchè gli animali si trovano al di fuori del Piano Divino, ma... gli animali vengono messi nelle vie dell'uomo affinché l'anima umana impari molto da loro, che li aiuterà, alla perfezione, di raggiungere al totale sviluppo come anima. Ricordo ai 'componenti dello specchio della Presenza di Dio' che sono elencati nel punto 4.4. Visto che Dio ha dato ad ogni anima umana il compito di diventare specchio della Sua Presenza in tutta la creazione, ogni anima deve anche tentare di sviluppare nel suo trattamento verso gli animali ogni componente di questo specchio. La sofferenza di animali di per sè è completamente inutile finchè non viene consacrata dalle anime umane. La Regina del cielo chiama insistentemente, che tutta la sofferenza degli animali, possibilmente da molte anime umane, le venga consacrato continuamente. Se questo non avviene, chiama solo tenebre sulla terra. Se viene consacrato, queste tenebre saranno equilibrate, e si può perfino riscattare la Grazia, portare alla conversione le anime, che si fanno colpevoli del male fatto agli animali.

5.3. Categorie di trattamento verso gli animali ispirate dal male

L'anima umana può comportarsi verso un animale in diversi modi. Si tratta quasi spesso di imperfezioni, che al minimo appartengono nell'ambito dei vizi, in molti casi nell'ambito dei peccati. Ricordo per ragioni di completezza alla definizione che la Signora di tutte le anime ci dà per vizio e peccato:

Vizio = ogni modo di pensare o agire, che riduce la fecondità dell’anima per le Opere di Dio e per il Piano Divino.

Peccato = ogni azione, ogni parola, ogni pensiero, ogni desiderio o omissione che l'anima contrasta con il Piano che Dio ha con la creazione, e disturba l'armonia e un giusto funzionamento della stessa. Dio ha ordinato la creazione secondo una certa armonia, che viene regolata dalla Legge dell'Amore. Ogni deviazione dalla Legge dell'Amore viene chiamata peccato. Un'anima compie un peccato, quando cede all'ispirazione del male, stimulando così un allontanamento dalla Legge di Dio.

Nelle prime due categorie seguenti abbiamo a che fare con veri peccati, che vengono commessi direttamente verso certi animali:

5.3.1. Maltrattamenti nel vero senso della parola

Conosciamo maltrattamenti in diverse forme: aggressioni, torture, tormenti fisici e spirituali, ecc... Non indico qui nessun esempio concreto a motivo della tesi sollevata dalla Signora di tutte le anime, che una lista dettagliata delle opere delle tenebre può risultare ad una esaltazione delle stesse.

La Signora di tutte le anime definisce maltrattamento come "ogni comportamento o ogni effetto di comportamento da parte di un'anima umana verso una creatura, che devia dalla Legge Divina dell'Amore, e dove si applica ad uno o più dei seguenti elementi:
  • L'essere della creatura viene usato per uno scopo che Dio non ha stabilito;

  • L'essere della creatura viene trattato in un modo, che intende causare dolore, o quando l'anima umana è cosciente che causa dolori alla creatura;

  • Alla creatura viene inflitto dolore fisico, spirituale o mentale, o anche il comportamento può portare ad un certo danno;

  • la creatura è pregiudicata nella sua dignità di creatura di Dio;

  • la creatura è impedita di compiere il suo ruolo previsto da Dio, nel grande Piano della Sua creazione".

Satana ispira anime umane ai maltrattamenti verso gli animali, come anche verso le persone nell'intenzione, che:

  • venga colpita la Legge dell'Amore, così che le Opere di Dio vengano minate e la fondazione del Suo Regno sulla terra venga differito;

  • l'anima colpevole fa danno al suo proprio stato di Grazia;

  • la creatura maltrattata viene scossa nella sua fede al vero Amore;

  • la creatura maltrattata non può più compiere liberamente e risp. non più in uno stato puro, il compito per la quale è nel mondo.

Analizziamo la definizione di maltrattamento, affinché possiamo constatare, come è profondo questo fenomeno:

  • Comportamento o effetto di un comportamento: sotto 'effetto di un comportamento' sono da intendere i casi in cui il comportamento peccaminoso può anche ricevere il suo effetto senza bisogno che l'anima umana sia presente fisicamente presso la creatura. Un piccolo esempio: ci sono sistemi in cui un animale, per esempio un cane, viene obbligato fisicamente a rimanere immobile, in quanto gli viene inferto una scarica ellettrica ad ogni suo movimento. Un altro esempio è il bracconaggio, dove agli animali viene inferto dolore per mezzo di dispositivi che permettono di catturarli senza che in quel momento sia necessaria la presenza fisica di un'anima umana.

  • Comportamento, che differisce dalla Legge Divina dell'Amore: possiamo considerarlo in questo modo, che la Legge Divina dell’Amore viene incorporata dal tutto dei componenti dello specchio della Presenza di Dio, cosi come sono stati listati nel punto 4.4. Nei maltrattamenti queste componenti non li troviamo, perchè è satana che agisce con le sue opere tenebrose. Ritorno a parlare di questo dettagliatamente.

  • Una finalità per le creature, di cui Dio non ha determinato: possiamo pensare in primo luogo a certe situazioni, per coprire esigenze umane, dove gli animali vengono sfruttati fisicamente fino ad essere esausti. Sebbene gli animali possono essere usati, con la permissione di Dio, come aiuto per determinate opere, ma solo con la condizione, che vengono trattati dagli uomini prendendo in considerazione le cosi dette componenti dello Specchio della Presenza Divina, e in nessun modo secondo un regime, che fisicamente li esaurisce.

  • Un modo di comportamento, che intende causare dolore: qui ci troviamo nel campo del puro sadismo, con torture, tormenti sia fisici che spirituali. L'anima umana sottopone la creatura ad azioni che vengono ispirate da satana, in modo che violano completamente verso ogni forma di Amore, e sono indirizzate a minare alla distruzione del corpo, spirito, anima o equilibrio emozionale. Si mira ad effetti che come componenti portano con se: soffrimento, dolore, paure, una totale rottura dell’essere della creatura, l'estinguere della Luce, e la rottura del loro credo all'Amore di Dio o del prossimo, all’esistenza di Dio, la Sua Presenza o i Suoi effetti. Satana ispira qui ad azioni, che si servono delle conoscenze della fragilità della creatura sia fisicamente o nel campo spirituale, con l'intenzione di minare questa creatura, allontanarla da Dio e distruggerla. In certi casi l'anima umana con questo comportamento non ha neppure uno scopo ben chiaro, e agisce con una passione indomabile, di causare infelicità. C’è spesso una tendenza inconsapevole, di compensare questa infelicità:

    • alla vista di una creatura, che le viene tolta tutta la felicità e pace interiore. Lo si potrebe spiegare cosi, che l’anima che maltratta si dice: "se a me non va bene, faccio in modo che a te ti vada peggio". Cosi sembra che quest’anima (cosciente o incosciente) si vuole elevare ad ogni costo al di sopra della sua vittima come se volesse elevarsi essa stessa ad un certo tipo di onnipotenza, anche se usa tutti i mezzi satanici e si lascia ispirare completamente da lui;

    • attraverso la sensazione, che può manipolare questa creatura liberamente.

La Signora di tutte le anime indica, che l’anima che maltratta, sia di continuo o durante la fase che porta a questo comportamento, si trova cosi lontano da Dio, che si sente di fronte alla sua vittima come un Dio che punisce. In verità, durante il maltrattamento è pienamente strumento di satana nella totale applicazione dei suoi piani di distruzione dell’Amore e per vergognare Dio. È come se l’anima che maltratta si costruisse un proprio mondo, secondo la sua propria 'giustizia', e dove lei stessa è Dio onnipotente. Fa questo, affinché le sue frustrazioni, insoddisfazioni e delusioni avute durante la sua vita, può liberamente conmpensarle in vista di un essere che cade nella sua libera disponibilità e sotto la sua 'giustizia', e dove non di rado vuole colpire Dio stesso, perchè è Lui quello che gli ha causato 'una cosi grande ingiustizia'.

  • Azione di cui l’anima umana deve sapere, che può portare dolori alla creatura: perfino nei casi dove la creatura durante l’azione non sente nessun dolore, l’anima che maltratta tuttavia viene vista da Dio come anima che ha causato dolore, perchè c’era l’intenzione di causarlo. La Signora di tutte le anime ha già indicato nel passato, che Dio giudica secondo lo stato d’animo e secondo l’intenzione dell’anima, sia nel bene come anche nel male.

  • Viene inflitto un danno fisico, spirituale o psichico, o il comportamento può portare con sè tale danno: caratterizza il maltrattamento, l’azione che causa alla creatura ferite o danni nelle parti del corpo, inibisce o ne frantuma le parti, porta la creatura allo squilibrio emozionale o spirituale, e spesso ne mina il nucleo del suo essere (nell’anima per le persone, nel principio vitale per gli animali). Già si può parlare di maltrattamenti, se c’è l’intenzione di dannificare la creatura sia materialmente o non materialmente.

  • La creatura viene pregiudicata nella sua dignità di creatura di Dio: maltrattare umilia la creatura, ed in certi casi avviene con l’intenzione di umiliarla. Ricordo a rispetto, che umiliare è sempre stato uno dei motivi principali nella strategia di satana. Già dall'inizio è stata sua intenzione, di cancellare la firma di Dio da tutte le creature, di farli diventare irriconoscibili nella loro qualità di Opera Divina. Esattamente per questo induce continuamente le anime umane al peccato – perchè il peccato deforma l’anima - tenta le anime umane a maltrattare gli animali, affinché pecchino, gli animali ne soffrono, e la corrente d’Amore venga interrotta. Come potrebbe satana minare le Opere Divine meglio, se non nell’incitare le creature una contro l’altra, affinché si rubino a vicenda l’Amore e si rendono inefficaci uno con l’altro? Questa lista di distruzione infernale viene di rado riconosciuta dall'umanità.

  • La creatura viene impedita di compiere il ruolo previsto da Dio dentro il grande Piano della creazione: il maltrattamento può cambiare profondamente il corso della vita di una creatura. Non solamente viene spesso usato il corpo della creatura in un modo di cui non è stato creato, ma viene spesso distrutto spiritualmente e moralmente umiliato, cosi che tutta la personalità può cambiare, e spesso i maltrattamenti lasciano tracce che colpiscono la creautura nel nucleo del suo essere: molto spesso diminuisce nella creatura passo dopo passo la capacità di amare, ricevere l’Amore e di credere nel vero Amore. La creatura si spegne gradualmente – in certi casi all’improvviso – come punto di Luce e punto nodale nella corrente d’Amore Divina.

La conseguenza di ogni maltrattamento verso una creatura per parte di un’anima umana causa un blocco da qualche parte nella corrente d’Amore, che Dio manda nella creazione. L’anima stessa che maltratta è prigioniera delle tenebre, o per poco, o momentaneamente, o per lungo tempo, e spegne attraverso le sue azioni la Luce e il fuoco nella creatura maltrattata, cosi che si forma una via di tenebre dove Dio aveva previsto una via di Luce. Per questa ragione la creatura reagisce in questo stato normalmente con sentimenti tenebrosi, e diventa sempre meno possibile di diffondere luce e Amore attorno a sè, e in molti casi porta a vasti blocchi nella corrente d'Amore. Così satana costruisce la sua catena di tenebre.

Poiché la traduzione italiana non potrà mai essere completata, la Regina del Cielo ci chiede a questo punto di presentare un estratto delle Sue conclusioni a questa importantissima scrittura:

Ultimo consiglio dalla Madre di Dio:

1. In ogni contatto con un animale, cerca di empatizzare in questo essere in tutte le circostanze (freddo, caldo, fame, sete).

2. Siate consapevole in ogni contatto con un animale che è un essere che, proprio come voi, vive d'Amore, ha costantemente bisogno dell'Amore, desidera l'Amore, può prosperare solo nella misura in cui riceve Amore, e anche solo a tal punto che la sua vocazione di nodo di Amore e Pace può pienamente svilupparsi.

3. Considerate costantemente ogni creatura vivente come un'opera dell'Amore di Dio che contiene un granello di cuore di Dio al suo interno. Siate consapevole che gli animali che non potete facilmente amare non erano naturalmente come li vedi ora (a causa del peccato originale!). Originariamente, ogni animale era affabile. È nel piano di Dio che questo deve essere di nuovo così. Così il profeta Isaia già provvedeva alla sua visione dell'era messianica.

4. Avvicinate ad ogni animale come se fosse il vstro migliore amico, con l'amore auto-negante, la pazienza, la tolleranza, la disponibilità, la comprensione.

5. Nella misura in cui più anime umane mostrano più Amore per più animali, tutta la Creazione sarà avvolta in più Luce. L'essenza della qualità della vita nel mondo consiste nella misura del vero Amore e della pace interiore nelle anime. L'umanità ha ancora troppo poco capito che trattare con gli animali è uno dei maggiori fattori che determina la qualità della vita. Chiunque semina l'Amore raccoglie Amore. Coloro che seminano il maltrattamento e il freddo, raccolgono le tenebre e il malcontento. Chiunque veda il nostro mondo e l'atteggiamento di molte anime umane comprende che una rivoluzione in questo punto è urgentemente necessaria.

6. Ogni anima dovrebbe tener conto del fatto che l'interazione con gli animali è un fattore importante nel suo stato di grazia e nella realizzazione della sua Eterna Salvezza. Le anime non si condannano solo con una fratellanza maliziosa e senza Amore con i loro simili, ma possono farlo anche con una fratellanza maliziosa e priva di Amore con gli animali. Poche anime lo sanno. È proprio per questo momento che questi insegnamenti del Cielo stesso sono dati alle anime.

In conclusione, la Signora di tutte le anime formula le seguenti raccomandazioni per implorare le grazie e per riparare i molti comportamenti nei confronti degli animali che non sono conformi alla Legge d'Amore di Dio:

  • Non lasciate alcuna possibilità di fornire animali che vivono all'aperto con cibo e / o acqua fresca;

  • Se possibile, prendete un animale che non ha una casa o è stato rifiutato, e lo circondate con molto amore e cura;

  • Date a Dio, preferibilmente attraverso Maria, ogni atto d'Amore che fate verso un animale e ogni parola d'Amore che parlate ad un animale, con l'intenzione che gli effetti di queste azioni e di queste parole si estendano a tutta la creazione e che tutti gli animali possano ricevere i raggi dell'Amore. Credete in questo, e sarà così, così promette la Regina del Cielo e della terra.

Amorevolmente al servizio di Dio e della Sua creazione, Myriam

La Santa Vergine e il diavolo

TOTUS TUUS MARIA !

CONFESSIONE FATTA DA UN DEMONE
AL COMANDO DELLA SANTA VERGINE MARIA

come rivelato da Maria a Myriam van Nazareth
giovedì 15 marzo 2007

Osservazione preliminare

In particolare nel corso degli anni 2006-2007, la Signora di tutte le anime ha concesso ripetutamente visioni a Myriam in cui ha mostrato la Sua 'relazione' con i demoni. Lo fece nel quadro dei Suoi insegnamenti sul potere unico concesso alla Regina del Cielo, in modo che le anime dovessero ricavare speranza e incoraggiamento da questa informazione nella loro pesante lotta quotidiana contro le tenebre. La Signora di tutte le anime ha etichettato la maggior parte di queste visioni come 'private', ma ha dato il permesso di pubblicare la seguente parte.

La seguente rivelazione è unica in questo senso, che fa parte di una lunga visione attraverso cui, nel marzo 2007, la Signora di tutte le anime ha dimostrato a Myriam come ha ordinato a 32 demoni di gettarsi in ginocchio ai Suoi piedi, in seguito ne ha scelto uno di loro e gli ha fatto rendere una confessione straordinaria. Dopo questo evento, Myriam fu gravemente attaccata da Satana. In diverse occasioni, Maria stessa ha in seguito confermato la verità di ciò che era stato mostrato e detto in questa visione. La Signora Celeste in seguito spiegò a Myriam che aveva concesso questa visione con l'intenzione di rafforzare la fede delle anime nel potere illimitato tenuto dalla Regina del Cielo sulle forze dell'oscurità, così da incoraggiarle nella loro lotta quotidiana contro le influenze a volte piuttosto opprimenti che ogni anima sperimenterà dalle azioni svolte dall'oscurità nelle loro vite.

I passaggi che sono ancora etichettati da Maria come 'privati', saranno resi in questa rivelazione come "(...)".

Maria a Myriam: "Voglio che tu scriva quello che sto permettendo ora di ascoltare dalla bocca di uno di questi nemici delle anime, perché al Mio comando parlerà a nome di tutti i demoni. Voglio che tu trasmetta questa testimonianza a le anime, perché sarà una rivelazione unica di una pietra miliare nella storia della salvezza negli ultimi preparativi per la vittoria finale della Donna su Satana e l'istituzione del Regno di Dio sulla terra".

Vedo Maria che indica l'indice destro a uno dei 32 demoni che si sono prostrati davanti a Lei. Con le dita del piede sinistro tocca il suolo a sinistra di fronte a Lei e inizia a parlargli:

MARIA: "Prostrati ai Miei piedi, esattamente a questo punto"

(In una frazione di secondo vedo il demone gettarsi a terra sul posto che Maria ha indicato prima indicandolo con il Suo piede)..

MARIA: "Tutti i tuoi pensieri sono noti a Me. Voglio che tu inizi a rendere conto, ad alta voce, della tua esperienza interiore di questo contatto con Me e della relazione di tutti i demoni verso di Me, e di farlo in glorificazione del Mio potere, come confessione di fronte ai tuoi compagni, e di fronte agli angeli e questa anima umana, come testimonianza dell'impotenza di tutte le forze oscure contro Maria, la Signora di tutte le anime. La minima insincerità, falsità o omissione volontaria nella tua testimonianza ti esporrà a una terribile, eterna punizione per la Mia soddisfazione. Parla!"

Il demone giace prostrato ai piedi di Maria e inizia a parlare a voce alta, in qualche modo a scatti, con ansia e pieno di paura. Comincio a scrivere mentre ascolto le parole, e riferisco le frasi che Maria vuole che io riferisca quando le digito in seguito:

CONFESSIONE FATTA DA UN DEMONE
AL COMANDO DELLA SIGNORA CELESTE

"Lui 'dall'Alto' ci ha predetto che la Donna ci sconfiggerà. Per secoli abbiamo dubitato che quest'ora sarebbe mai venuta, perché il nostro maestro (Satana) ci ha insegnato come ottenere sempre più potere sulle anime umane. In questa età li governiamo come non siamo mai stati in grado di fare prima. Conosciamo tutte le loro debolezze e indeboliamo la loro fede e fiducia in misura tale da convincerli che "Lui dall'Alto" non esiste.

Siamo riusciti a far credere alla maggior parte delle anime umane che non c'è né un Dio né un diavolo, e che la terra è quindi governata solo dall'uomo. Ora credono di essere loro stessi Dio e fanno tutto ciò a cui li ispiriamo. Questo è il modo in cui governiamo tutto. Ci siamo sentiti così potenti ... Quasi tutti stanno prostrati ai nostri piedi, senza rendersi conto di chi o cosa sia che li governa così totalmente ... "

(Esita per un po', mentre procede):

"Da poco siamo stati molestati dalle richieste di Lei ... la Donna ... Nell'ora in cui fu chiamata da Lei per comparire davanti a Lei, sperimentai una tortura interiore che era mille volte più terribile dei fuochi dell'inferno ...

(la voce diventa sempre più tesa, i suoni cominciano a suonare come un ansimare angusto).

Terribile! ... Mi ordinò di gettarmi in ginocchio davanti a Lei quando ero ancora a molti metri da Lei ... Niente ... Non c'era niente che potessi fare ... Dopo che Lei mi aveva fatto cenno con il dito di avvicinarsi a Lei, non ero in grado di fare altro che andare a gattonare sulle ginocchia verso i Suoi piedi come un insetto ...

Che umiliazione! Questo potere, questo potere terribile! E questa impotenza in me! Non essere in grado di fare nulla se non obbedire a un comando così profondamente umiliante da parte della Donna che stava percependo apprezzabilmente il potere totale che aveva su di me ... (...) Mai prima d'ora Si è rivelata come la Signora di tutto. Faremmo qualsiasi cosa per sfuggire a questo, ma Lei lo vuole ... Il Suo terribile potere! Anche in migliaia non ci sentiamo nulla rispetto a Lei, e rabbrividiamo di paura per il Suo minimo movimento, ogni parola che pronuncia e ogni movimento delle Sue mani e dei Suoi piedi (...) E terribile ...

Noi, che godevamo così tanto del potere che sembravamo avere su tutto, ora siamo costretti da questa Donna a gettarci ai Suoi piedi e a rimanere prostrati davanti a Lei e nella Sua Presenza. Ci ha umiliato al massimo. (...)

Non possiamo fare altro che obbedire a tutti i Suoi comandi immediatamente, poiché la Sua volontà ha forza di legge (...). Mai prima d'ora ero stato in grado di credere che il potere detenuto dalla Donna su di noi è così totale, così assoluto e così terribile, fino a quando non ho sperimentato me stesso l'effetto di rimanere prostrato ai Suoi piedi, completamente alla Sua grazia (...)"

(Ora sta parlando come in una pesante lotta interiore):

"Se le anime volessero davvero vivere delle vite virtuose e arrendersi completamente a Lei, noi laggiù staremmo tutti gemendo sotto i Suoi piedi lo stesso giorno, perché è quello che vuole: Vuole fare di tutti noi i Suoi schiavi. Ma per fortuna le anime sono così facili da tentare. Cosa faremmo senza gli innumerevoli miliardi di peccati commessi sulla terra ogni giorno? (...)

Per noi le punizioni che la Donna ci infligge sono profonde e sconvolgenti umiliazioni. Lei li impone su di noi perché per anni ci siamo rifiutati di servirlo e obbedir 'Gli dall'Alto' e a Lei stessa. (...) Devo confessare che il giorno si avvicina, sul quale Ella sta per assaporare la gioia di porre il nostro maestro stesso sotto i Suoi piedi.

È una legge dall'Alto che tutto e tutti sono deposti ai piedi della Donna. L'inferno è in tumulto, perché ora ci sta ordinando di comunicare le esperienze che stiamo facendo con Lei a tutti i dannati. Ogni anima dannata rabbrividisce di paura alla prospettiva di essere chiamata ai Suoi piedi. Tutto ciò che abbiamo lavorato per compiere per secoli, sta cadendo a pezzi in proporzione come Lei avrebbe ritenuto opportuno rendere più numerosi di noi Suoi schiavi".

(Continua in una terribile lotta interiore):

"Per noi è un'esperienza sconvolgente essere costretti a guardare la cieca sottomissione degli angeli alla Donna. Vedere le ANIME UMANE inginocchiarsi profondamente ai Suoi piedi, tuttavia, è una tortura oltre ogni espressione, per ogni sottomissione volontaria da parte di un'anima umana verso La Donna esalta gli effetti del Suo potere sconfinato e ascolta un'anima umana che la saluta in una profonda auto-umiliazione come 'Signora' ci fa diventare isterici, per questo motivo il Suo essere riconosciuta come 'Signora di tutte le anime' da molti umani significherebbe la fine assoluta di noi.

Se mai dovesse arrivare l'ora in cui le anime umane capiscono e riconoscono che la Donna è la loro Signora, il Suo potere dividerà l'inferno e noi tutti saremo ai Suoi piedi per l'eternità ... Confesso e riconosco: La Donna è la Signora assoluta di tutto ciò che vive. Lei ha tutto il potere, anche sopra noi demoni. Nell'ora in cui le anime umane riconoscono questo e vivono con questa consapevolezza, tutta la creazione tremerà e si scuoterà sulle sue fondamenta, e il nostro regno sarà finito".

(così ha parlato un demone non identificato, in obbedienza al comando di Maria)

(La figura diabolica rimane silenziosa. Maria, che ha tutto il tempo guardato dall'alto in basso la figura ai Suoi piedi, e che si sta irradiando con dignità e potere come nessuna parola può descrivere, ora parla):

MARIA: "Voglio che tu ritorni all'inferno. Voglio sentirti ripetere questa confessione usando le stesse parole davanti al tuo padrone, Satana, in presenza di tutti i dannati. In seguito deciderò sul tuo destino. Vai!"

Vedo e sento la figura diabolica che inizia disperatamente a rabbrividire ai piedi di Maria, implorarono pietà. Mentre lo guarda, ripete semplicemente la Sua ultima parola: "Vai!". Lo vedo scomparire come un'ombra scura che diventa invisibile.

Breve nota esplicativa: In una serie di visioni nel corso degli anni 2006-2007 la Signora di tutte le anime mostrò a Myriam il Suo potere per rendere i demoni permanentemente inefficaci proprio come Le piace, entro i limiti consentiti dalla Legge della Giustizia Divina. Ciò significa che è una grazia straordinaria che deve essere 'guadagnata' o 'pagata'. Lei mi ha mostrato:

  1. come ha punito i demoni ordinandoli prima ad assumere un corpo materiale e successivamente a gettarsi ai Suoi piedi per lodare il Suo potere su di loro mentre sono rimasti in ginocchio di fronte a Lei per una durata determinata dal Suo comando e mentre si umiliavano davanti a Lei in vari modi;
  2. come, dopo qualche tempo, ha mandato via i puniti, ordinando loro di rimanere in ginocchio all'inferno in Suo onore per la durata imposta da Lei e continuando udibilmente a lodare Lei come 'la Signora di tutte le anime'.

Maria mi ha assicurato (...) che i demoni puniti non sono in alcun modo in grado di interrompere le loro lodi alla Signora di tutte le anime per la durata che Lei ha voluto, poiché il Suo potere su di loro impedisce loro di interromperle anche per un singolo momento. Maria ha spiegato che Essa può solo infliggere tale punizione ai demoni nella misura in cui la Giustizia Divina la giustifica e che ciò dipende dalla profondità della consacrazione delle anime a Lei, dalle loro espiazioni, dalle loro offerte e dalla misura in cui riconoscono che Lei è la Signora di tutte le anime.

Osservazione finale

La Signora di tutte le anime ha concesso la visione di cui sopra come conferma particolarmente impressionante per il fatto che si avvicina il tempo in cui l'immagine della Regina Celeste che preme il piede sul serpente dall'inferno diventerà una realtà percettibile. Tuttavia, questa immagine è già una realtà mentre parliamo, non solo agli occhi di Dio, ma in generale, in quegli eventi in cui la Signora di tutte le anime rende le opere operate dai demoni inefficaci nella misura in cui la consacrazione e la resa delle anime a Lei consente al Suo potere di diventare visibile.

Il potere di Maria è illimitato, eppure è in varia misura inibito nei suoi effetti dalla Legge della Giustizia Divina: il potere di Maria può essere espresso notevolmente solo nella misura in cui l'umanità si santifica.

Le visioni che mostrano la punizione dei demoni da Maria, che la Signora mi ha concesso abbastanza intensamente per un certo periodo negli anni 2006-2007, parlano molto bene. Tuttavia, queste visioni non possono (ancora) essere pubblicate, perché - così Maria stessa - lo stato di grazia dell'umanità non consente di farlo a questo punto. Io, a cui sono state concesse queste visioni, ne attesto la verità celeste, e quindi testimonio il potere illimitato della Signora di tutte le anime su ogni singola fonte di oscurità e su ogni piano di oscurità.

Queste visioni sono tutt'altro che semplici fantasie, sono doni immeritati di grazia attraverso cui io, anima indegna, fu permesso di vedere una prefigurazione di ciò che è già una realtà compiuta e un giorno diventerà una realtà percettibile: il Trionfo finale della Donna sull'oscurità. Ha già sconfitto completamente le tenebre nella Sua Immacolata Concezione, ma Lei ripeterà questa vittoria ancora una volta in rappresentanza di tutte le anime, nell'ora in cui Satana sarà visibilmente sotto i Suoi piedi, totalmente umiliata e sconfitta. Questa è una Promessa Divina, i cui effetti la Signora di tutte le anime ha dimostrato al Sua serva a beneficio della sua formazione al livello ultimo di servizio alla Regina del Cielo nella Sua più sublime capacità (come la Signora di tutte le anime).

Quanto a me personalmente, ho passato un po' di tempo per venire a patti con l'idea che delle estasi ineffabile mi furono concesse ripetutamente, in cui ho potuto vedere la mia Signora Celeste in un'esibizione di potere che non si può né immaginare né esprimere, durante i quali i demoni, le incarnazioni di tutti la miseria di questo mondo, furono in realtà costretti a giacere prostrati ai Suoi piedi al Suo comando. Lo vedrei solo più tardi mi stava concedendo questo dono di grazia per permettermi di perseverare nel trasmettere alle anime il messaggio di una speranza perfetta, e di continuare a farlo sulla base di un'esperienza personale che era stata profondamente impressionato nel mio cuore.

Maria mi ordina di esortare tutte le anime a mostrare cieca fiducia nella Signora di tutte le anime, in modo che possa essere abilitata a far davvero tremare l'inferno. Nulla di meno della felicità e della pace di tutta l'umanità è in gioco, così come la fondazione del Regno di Dio sulla terra.

Servendo amorevolmente la Signora di tutte le anime, Myriam.

Maria Domina Animarum e Myriam

TOTUS TUUS, MARIA !

L'OPERA MARIA DOMINA ANIMARUM
MYRIAM - UNA VITA PER, CON E ATTRAVERSO
LA SIGNORA DI TUTTE LE ANIME

Myriam van Nazareth

Nel 1997 la Madre di Dio chiamò un'anima delle Fiandre (la parte fiamminga del Belgio) ad una vita esclusivamente a Suo servizio, dandole il nome di Myriam. All’inizio Myriam fu intensamente addestrata dalla Santa Vergine ad essere il Suo canale mistico.

L’Opera Maria Domina Animarum nacque poco dopo, ma si sviluppò a lungo in segreto ed i compiti che la Regina del cielo affidava a Myriam si accumulavano gradualmente.

Fu soprattutto dal 2005, allorchè la Santa Vergine si manifestò per la prima volta come Signora di tutte le Anime, che l’Apostolato divenne un apostolato di annuncio profetico. Il 1° maggio 2008 l’Apostolato venne messo on line dalla Germania. Durante la Quaresima 2011, su espressa richiesta della Signora di tutte le Anime, l’Apostolato fu completamente ristrutturato.

L’annuncio profetico che la Regina del cielo dà attraverso Myriam pone come elemento essenziale l’insegnamento della Scienza della Vita Divina, così come l’approfondimento della conoscenza della vera natura, della vera Gloria e della vera potenza, ai più sconosciuti, della Madre di Dio.

La Signora di tutte le Anime esprime la Sua intenzione a rimanere in stretto contatto con le anime, in particolare con i suoi richiami a formare una catena di luce, a formare dei gruppi di preghiera e soprattutto con le lettere di risposta. Chiede insistentemente che le anime approfondiscano la lettura di tutti gli argomenti trattati negli scritti offerti al pubblico, perché in essi tutto è strettamente connesso per formare un sistema unico, chiaro e coerente.

In questi ultimi tempi MARIA ci è presentata da Dio come la Signora di tutte la Anime. Il Suo compito è quello di santificare le anime dal di dentro, a tal punto che sia loro possibile di completare in se stessi le opere di Gesù Cristo, e sotto la guida di Maria a realizzare l'instaurazione del regno di Dio sulla terra. Maria vuole raggiungere questo attraverso l'eliminazione dell'ignoranza su tutti gli elementi del piano di Dio e sull'insegnamento alle anime nella Scienza della Vita Divina. Per questo motivo dovremmo consacrarci senza condizioni e per sempre a Maria, la Signora di tutte la Anime.


L'UNICITÀ E LO SCOPO DELL'
OPERA MARIA DOMINA ANIMARUM

La più profonda e la più frequente domanda è questa: a che scopo vive effettivamente l'uomo?

Per Dio ogni anima ha qui sulla terra due scopi da realizzare:

  1. Contribuire ad instaurare il Regno di Dio sulla terra

  2. Attraverso la sequela di Cristo realizzare in se stesso la vera santità

Questi due scopi tendono strettamente insieme, e determinano la realizzazione del Piano di Salvezza, che Dio ha previsto per tutta l'umanità.

Nella misura in cui un'anima riesce a santificarsi, definisce il suo 'valore' dentro il Piano di Salvezza di Dio, che nella misura che un'anima cresce in santità, diventa un puro specchio delle caratteristiche di Dio, e la sua volontà sta più in armonia con la volontà di Dio. Cosicché le sue intezioni, i suoi desideri e aspirazioni e tutto il suo fare e lasciar di fare saranno rivestiti della volontà di Dio, che tutto quello che viene fatto da quest'anima sembrerà come se venisse fatto da Dio stesso. Per questo l'anima santa sviluppa una così grande forza dentro le opere di Dio. In un grado completamente assoluto questo riguarda Maria, la Madre di Cristo e Regina del cielo e della terra. Per questi motivi Lei è stata elevata da Dio a Signora di tutte le anime, nella quale propietà Lei si è rivelata alle anime per la prima volta nell'anno 2005 attraverso Myriam van Nazareth.

Maria è come uno specchio di Dio. In Lei la santità ha raggiunto il più alto grado che può essere raggiunto da un'anima creata. Per questo motivo Lei è per le anime la Via Dorata verso il cuore di Dio. Nel Suo Piano di Salvezza Dio ha previsto la possibilità che le anime possano consacrarsi totalmente a Maria. Attraverso la consacrazione totale a Maria, l'anima dona se stessa, tutti i suoi atteggiamenti, tutto quello che fà, e tutta la sua vita con tutto quello che gli succede, affinché Lei tutto questo lo 'lavora' e lo arricchisce con l'infinita forza santificante e il Suo completo Amore. Questo vuol dire che Dio le ha donato un potere eccezionale sulle anime.

Così Maria può regnare sulle anime che si consacrano totalmente a Lei e vivono questa consacrazione attivamente ogni giorno, senza limiti.

Le uniche due restrizioni che si presentano nella pratica concreta del potere della Signora stanno:

  • nell'eventuale non volontà dell'anima, di donarsi totalmente alle opere di Dio;

  • nelle restrizioni, che ugualmente possono essere sottoposti per parte delle leggi della Giustizia Divina.

L'anima consacrata a Maria diviene con tutto il suo essere e tutta la sua vita come materia prima per ottenere Grazie per tutta l'umanità per realizzare il piano di Dio. Maria realizza questa 'trasformazione' attraverso la mediazione di grazie, attraverso il patrocinio nella Giustizia Divina e una 'nuova creazione' (profonda trasformazione) delle anime.

Il piano di Dio ha così previsto, che Maria come Signora di tutte le anime eserciti il Suo infinito potere negli ultimi tempi, a capo degli angeli e delle anime umane nella lotta della Luce Divina contro le tenebre (le forze del male). Nelle Sue rivelazioni a Myriam van Nazareth Maria spiega, perché il Suo attributo di Signora di tutte le anime viene rivelato solamente in quest'epoca dell'umanità.

Nella Sua propietà di Signora di tutte le anime Maria ha finalmente il compito negli ultimi tempi di completare la Redenzione dell'umanità in ogni anima individuale compiuta da Gesù Cristo, nella misura in cui un'anima dona come segno la sua libera volontà a Maria, e che dopo chiede di offrire la sua totale partecipazione a queste opere celesti.

Nel 11 ottobre 2008 Maria definisce la santità, attraverso Myriam van Nazareth come segue:

"Anime del Mio Cuore. Sono inviata a voi da Dio, per insegnarvi la Scienza della Vita Divina. La Vita Divina è la vita nella completa osservanza delle Leggi Divine, la vita nella vera santità. La santità è lo stato dell'anima, la quale è in grado di portare 'Salvezza' nella creazione, attraverso quello che dice e fa, e persino attraverso i suoi pensieri, sentimenti e desideri nascosti".

Il 12 agosto 2006 diceva già la Signora di tutte le anime:

"Un'anima santa è un'anima che ha incorporato in sé la Verità di Dio e questa la vive e sente nel centro del suo essere. Scopre l'eterna Verità e inizia ad osservarla come se stesse penetrando nel centro di un fiore, dove foglia per foglia è messa da parte così che il centro del fiore diventa sempre più visibile. Le foglie dei fiori sono gli elementi della verità in cui è formata la santità. Le virtù sono la materia prima del vero Amore, si, la materia prima dell'essere stesso di Dio".

Maria chiama la Santità un viaggio alla scoperta dell'essere di Dio, che di per sé non si lascia mai del tutto penetrare, tuttavia scopre durante questo viaggio una Sorgente di infinite glorie. In questo viaggio l'anima apprende sempre meglio a vedere se stessa come realmente è, cioè, effettivamente così come la vede Dio. Scopre i pericoli che minacciano il processo di guarigione, le cause e il tipo dei peccati, le propie debolezze dell'anima, le aspettative che Dio le pone (sia in generale così come ogni anima individuale a seconda della propia chiamata), e le vie per la liberazione dell'anima. Esattamente tutto questo appartiene al 'materiale educativo' della Scienza della Vita Divina".

La vera Santità è perfetta libertà dell'anima, distacco dai diversi legami, tranne solo uno: il legame con DIO. Esattatemnte la sensazione che si è completamente protetti nel Cuore di Dio, libera l'anima dai sensi di paura e impotenza. Lei può diventare un tutt'uno con il Cuore di Dio tendendo alla perfezione delle varie virtù.

Più grande è l'unità tra l'anima e il Cuore di Dio, più è liberata dal sentimento (il più delle volte inconsciente) che è prigioniera della vita. Questo sentimento è causato dai legami alle cose mondane: Necessità, che l'anima non può o non riesce ad opporsi, ma anche – entro altri-curiosità e i vari ricordi sul propio passato, in breve, tutto quello che mantiene l'anima nei fatti, pensieri e sentimenti alle cose materiali, cioè i segnali che il propio corpo le trasmette, tutte le percezione dei sensi a rispetto del propio mondo e tutti gli eventi di tutta la sua vita. L'anima non può allo stesso tempo occuparsi di cose materiali e non materiali, cioè con la spiritualità, tutto quello che sta in relazione con Dio e le Sue opere e con lo sviluppo della vita spirituale. Fà parte degli obiettivi della Signora di tutte le Anime di svegliare il desiderio e la consapevolezza in ogni anima, di mettersi completamente a servizio di una vita di cose non materiali (questo è: Servire Dio e non mammona).

Esattamente il crescimento delle conoscenze sulla verità di Dio forniscono all'anima passo dopo passo la sua liberazione. Le conoscenze dell'anima cristiana su la sua magnifica fede - l'insegnamento di Cristo come l’único fondamento della verità di Dio- sono diventate tuttavia nebbiosi, cosìcche la grande maggioranza delle anime non si sentono libere ma confuse e pesanti, non riuscendo loro di liberarsi dalla propia prigione verso le cose materiali.

Per questo Dio annuncia Maria come Signora di tutte le Anime, per insegnare alle anime la Scienza della Vita Divina, le vie per la completa liberazione interiore e infiniti sconosciuti o dimenticati elementi della verità di Dio e questi cambiarli di dentro per fuori completamente sotto il potere fino adesso sconosciuto Maria. Maria, la Signora di tutte le Anime, ci viene data da Dio come Guida del cambiamento interiore e come Maestra sulla via della vera Santità per il completo adempimento della vocazione di ogni anima, cioé ad una vita piena di frutti per le opere e i piani di Dio, attraverso il quale LEI completa le opere di salvezza di Cristo. Così viene aperta per l'anima la vera felicità – già gradualmente in questa terra. Prendiamo la Mano, che Dio ci da nella Signora di tutte le Anime, l'Alba del regno di Dio sulla terra e la Pioniera della perfetta pace interiore e di una intramontabile felicità.

Nell'anno 1997 Maria chiamò Myriam van Nazareth ad una via di formazione mistica, infine al servizio come 'Apostolo della Signora di tutte le Anime'. Attraverso questo strumento Maria insegna alle anime già da diversi anni nelle conoscenze mistiche, che LEI descrisse nel 2007 per la prima volta come La Scienza della Vita Divina, "la scienza dell'anima e le sue facoltà, di vivere secondo l'immagine del suo creatore". Fà questo attraverso un vasto volume di scritti: Libri, piccoli insegnamenti, preghiere e molte rivelazioni dove Maria scopre il profondo della vita dell'anima nell´intezione di guidare le anime a realizzare la propia vocazione di figli di Dio. 'La Scienza della Vita Divina' insegna alle anime molte cose, su cosa può essere utile nel quotidiano di cristiano: cosa succede intorno alle anime, cosa si aspetta Dio concretamente dalle anime; come possono le anime usare il loro 'bagaglio' (talenti, ma anche prove ecc.) nel cammino della vita; cosa promette alle anime la totale consacrazione a Maria e per quali motivi questa cosacrazione è la via dorata nel seguire Cristo, e molto altro. Sempre una più vasta gamma di elementi della verità Divina viene passo dopo passo presentato alle anime. Per questo si può dire, che gli insegnamenti e le rivelazioni della Signora di tutte le Anime porta alle anime il Sole di Primavera.. Intendono creare in ogni anima l'eterna primavera. Portano alle anime:

  • la luce della vera speranza;

  • il calore del perfetto amore celeste di Maria;

  • la bellezza di nuova fioritura nella propia anima;

  • nuovi frutti nella vita dell'anima.

Per questi motivi gli insegnamenti e le rivelazioni della Signora di tutte le Anime possono descriversi come Guida ad una completa nuova vita: una vita nella vera speranza, nel vero amore, nella vera fede, nella confidenza, nella vera pace del cuore e quindi nella felicità. L'anima che fà propio gli insegnamenti della Signora di tutte le Anime, arriva realmente a casa nel porto della pace interiore, che Gesù ha aperto per le anime di buona volontà. Un'anima che è di buona volontà, è un'anima che tende a uguagliare la propia volontà con quella di Dio. La volontà di Dio è la sorgente di ogni vita.

Come Signora di tutte le anime Maria è la guida a questa sorgente, perché porta in Sé per sempre Gesù Cristo il Sole di Mezzogiorno. Quindi Maria è l'Alba, la promessa dell'eterna primavera. Lei vuole far partecipe ogni anima al Suo eterno sole di primavera, attraverso gli insegnamenti, rivelazioni e preghiere che come Signora di tutte le Anime inspira a Myriam van Nazareth.

Nel Suo attributo di Signora di tutte le Anime viene dato adesso alle anime come ultimo mezzo di salvezza per l'umanità, che sotto il peso del male, dell'incredulità e del modernismo langue. In Lei Dio risponde con le potenti armi di:

  • Consapevolezza delle anime su se stesse, sulle strategie del male, sulle vie del peccato e le innumerevoli tentazioni della vita mondana

  • Immenso approfondimento delle conoscenze della verità di Dio (La Scienza della Vita Divina);

  • Ritorno alle radici tradizionali delle leggi Divine.

L'unicità e lo scopo dell'Opera Maria Domina Animarum stà nel fatto che é stato fondato da Maria stessa, per poter divulgare e usare queste Armi Divine entro le anime, affinché possa essere instaurato il Regno di Dio sulla terra.


SOPRA L'URGENZA DELL'APOSTOLATO

Dalle rivelazioni di martedi 26 dicembre 2006

Myriam van Nazareth

"Le anime vivono gli ultimi tempi. Questo non è più un tempo di superficialità. Ti ho chiamata come Apostolo della Signora di tutte le anime ad essere uno strumento di approfondimento. Ti ho chiamata nella Mia Badia e Ti ho ristrutturata ad essere un segno contro il mondo e le sue superficialità. Ti ho chiamata a far risplendere il mio potere davanti alle anime.

Dillo alle anime che Io mi occupo di tutte le loro preoccupazioni giornaliere, sotto la condizione che Mi si donano totalmente e vogliano condurre una vita di approfondimento. Desidero, che le anime cerchino il Mio Cuore e che tutte le loro preoccupazioni terrene le seppelliscano nel Mio Cuore.

Dal Mio Apostolo desidero che insegni alle anime per quanto riguarda le Vie e come queste trovarle nel fondo della propia vita. Desidero, che non ti lasci persuadere in qualsiasi contatto con le anime a seguire Vie che non promuovono i Miei piani e le Mie opere. Questo non è più tempo di chiacchiere per le preoccupazioni giornalire. Voglio fissare un segno in te per le anime di quello che per Dio è importante: la lotta contro il nemico dell'anima.

Questa lotta si può solo vincere, non appena le anime stesse aquistano la grazia, in quanto tendono ad un profondo approfondimento spirituale, si proteggono contro tutti i vizi e tutte le seduzioni terrene e nella consacrazione totale a Me. Desidero dalle anime una completa sequela di Cristo prendendo sulle proprie spalle le croci con fervore (...). questo non è più un tempo di liberare le anime dalle loro preoccupazioni terrene, l'ora è arrivata di accompagnarli in fondo alla loro vita, per la quale Dio si aspetta da loro".


SOPRA L'UNICITÀ DELL'APOSTOLATO

Rivelazione del 8 gennaio 2007 a Myriam van Nazareth
sul carattere unico delle rivelazioni odierne di Maria come Signora di tutte le Anime

"Le anime riconoscono di rado i segni della propia epoca, come anche di raro l'effettivo raggio di azione e la vera profondità delle Opere di Dio che rivela nei propri giorni all'umanità. Come Signora di tutte le anime ti ho fatto testimone speciale degli effetti di una fase fuori dal comune nella storia di Salvezza dell'umanità. Io rivelo adesso attraverso di te Verità, Misteri e Piani che L'Altissimo ha preservato per questi tempi. Nessun santo, nessun profeta ha mai visto queste cose così come le rivelo ai tuoi occhi interiori, perché l'ora di Dio non era ancora venuta.

Questo è il tempo delle grandi rivelazioni su Maria e il Suo vero essere, un tempo, che coincide insieme con gli ultimi preparativi per la sconfitta di satana nella creazione di Dio. Nessuna anima capisce fino a questo punto la portata delle cose, che Io in questi giorni porto a compimento attraverso di te. Queste opere sono uniche nella storia di salvezza. Insodabile è questa Grazia.

Prega lo Spirito Santo per dar Luce alle anime, che Io guido alla sorgente, la cui acqua Io lascio scorrere attraverso il giardino del tuo cuore, perché le anime non hanno ancora capito che sono testimoni di Cose straordinarie. Io sono il grande segno, la Donna che lascia splendere la luce dell'alba alla fine della notte dell'anima. In Me sono raccolte immense ricchezze, tesori di misteri Divini, oceani di splendori, che si moltiplicano incessantemente. E attraverso di te, Apostolo della Signora delle Anime e del potere degli eletti di Dio degli ultimi tempi, ho iniziato il completamento dell'ultima fase delle rivelazioni di Dio, per la completa liberazione dell'umanità dal morso soffocante della notte: la rivelazione della vera Propietà, Gloria e Potere di Maria, Signora delle anime. Attraverso di te rivelo alle anime i segnali di transito per la loro navigazione attraverso la confusione selavaggia, gli sviamenti e l'ignoranza delle anime. Do loro l'itinerario sicuro verso la vera santità, che Dio aveva previsto per tutte le anime in tutti i tempi, e che tuttavia in seguito al peccato originale era diventata irragiungibile. Adesso il Creatore completa il cerchio delle Sue opere. Creò la mia Anima con l'unicità dell'immacolata Concezione. Inviò Suo figlio Gesù Cristo nel mondo, per effetuare la redenzione. Ha riversato lo Spirito Santo sulla chiesa, e findunque mostra alle anime la via ai piedi dell'Immacolata, di cui ha tenuto velato fino a questi ultimi tempi la Sua vera grandezza, perché il compimento dei tempi per la rivelazione delle rivelazioni non era ancora venuto.

Adesso Ha determinato, che l'ora per la rivelazione completa dei Suoi piani è venuta. E rivela alle anime la loro vera Signora, che a causa dei Suoi eterni e continui meriti, e a forza della Sua Immacolata Concezione e l'abbondanza di potere ricevuto alla Sua Coronazione finalmente si alza come Dominatrice, che guiderà le anime al compimento della santità, sapienza e conoscenza delle Sue grandi opere e piani, affinché loro con il loro Fiat ai piedi della Signora delle anime nello splendore dei Suoi doni, lascino risplendere il Suo potere per la vittoria finale sopra il principe della menzogna, della truffa e dello sviamento.

Popolo di Cristo, svegliati e alzati per le grandi cose, che Io, in e per voi realizzo. L'ora della verità è arrivata".


TOTUS TUUS, MARIA!

Presentazione di

MYRIAM VAN NAZARETH

Una vita per, con e attraverso MARIA
la Signora di tutte le anime

Nella primavera dell'anno 1997 Myriam van Nazareth fu chiamata per vie mistiche ad una vita a servizio della Santa Vergine Maria. Giá nelle prime visioni ed estasi Maria lasciò chiaramente intravedere a Myriam che si trattava di una predilezione verso una vita futura nella totale, incondizionata ed eterna consacrazione al Suo servizio e infatti ben presto si fece conoscere come 'tua Signora', definendo Myriam (in maniera straordinariamente amabile) come "Mia Schiava, schiava del Mio Amore, esclusivamente chiamata a Mio servizio, Mio possesso e propietà". Myriam è stata dotata di numerosi doni mistici, tra gli altri di una soprannaturale capacità di conoscere i misteri di Dio, le leggi della Vita Divina, il Piano di Dio, gli elementi della lotta tra la Luce e le tenebre e un'interminabile numero di conoscenze sulle eccezionali propietà ed il ruolo soprannaturale della Santa Vergine.

Un'altro notevole dono è stato quello di permetterle di comporre una grande quantità di preghiere e meditazioni spirituali. Maria chiamò Myriam già dall'inizio a promuovere la consacrazione delle anime a Lei, mostrandosi all'inizio nella forma di Madre Dolorosa.

L'esperienza mistica della Passione, specialmente dell'unità mistica con la Madre Dolorosa diventò a partire dal 1998, uno degli elementi caratterizanti la vita mistica di Myriam van Nazareth. In seguito Myriam, per cinque anni, si dedicò alla compilazione di una grande quantità di preghiere, meditazioni sulle preghiere, piccoli testi e di una grande quantità di note sulle visioni per mezzo delle quali Maria formò la Sua schiava nella via della fusione mistica con il propio Cuore.

Nell'autunno dell'anno 2002 la Santa Vergine palesò la propia volontà: Myriam doveva iniziare a far conoscere le propie esperienze di vita mistica con Maria anche agli altri, pertanto le conoscenze ed i soprannaturali chiarimenti circa la Vita Divina e i valori profondi dell'insegnamento cristiano (l'unica verità di Dio) dovevano essere presentati in forma scritta, secondo le condizioni ed i suggerimenti della Santa Vergine. Il Suo piano infatti prevedeva varie fasi da attuare con una certa gradualità.

Nacque così nel 2003 il primo libro di Myriam van Nazareth il Matrimonio Spirituale. Una vita con e nella Santa Vergine come cammino verso il Regno di Dio. Mistica di Maria come vocazione. In questo libro Myriam elabora gli insegnamenti della Santa Vergine per una vita con Maria come nucleo e punto di partenza dei vari argomenti trattati. Nel frattempo sono state raccolte le prime 600 preghiere nel libro di preghiere Il Giardino di Fiori di Maria.

Nella primavera dell'anno 2004 seguí Germogli di Primavera nell'Albero della Vita. Sopra le virtù e le vie nascoste sulla santità. Qui Maria invita Myriam ad una profonda descrizione di 64 virtù ed alla contemplazione delle vie sconosciute per la santità delle anime come base per la vera felicità, la vera pace del cuore e dell'eterna beatitudine.

Nell'estate 2004 Maria indusse Myriam a compilare dei testi ad un ritmo straordinariamente rapido, attraverso i quali vennero svelati i contesti profondi ed i significati sconosciuti delle parole della Bibbia. Tutto questo con l'intenzione di approfondire la Fede nelle anime. In totale furono elaborati, in poco più di un anno, 86 scritti con riferimento alla Verità di Dio nella preparazione del Suo Regno. Questa serie prese il titolo di Scritti di Tempesta, perché mirano ad attaccare la forza della menzogna e dell'influenza di satana generando una benefica tempesta di risveglio nelle anime. In ogni scritto di tempesta vengono smascherate eresie, inganni, forme di abbaglio e falsità, perché si risvegli tra i cristiani la consapevolezza della loro condizione e possano così essere in grado di conoscere e riconoscere il loro grande nemico (satana e le sue opere).

Nella primavera dell'anno 2005 uscí il Manifesto Testamento dell'Alleanza. Eterna Primavera all'ombra della Croce, che tratta dell'eredità di Cristo, dei Suoi insegnamenti, e di come farli fruttificare, con l'obiettivo di stabilire la fondazione del Regno di Dio sulla terra.

L'andamento dell'Apostolato di Myriam van Nazareth diede inizio nel 2006 all'occasione di compilare il Manifesto Il Tempio di Maria. Consacrazione totale a Maria come santa alleanza tra l'anima e la Santa Vergine. Questo Manifesto è il frutto di un periodo dove molte anime si lasciavano consacrare a Maria attraverso le parole di Myriam che, con le sue indicazioni, mostra come consacrarsi a Maria per essere trasformati da Lei in un tempio di Santità. Il testo insegna alle anime, come possono far partecipare Maria di ogni piccola cosa di ogni giorno e come è inimmaginabilmente grande il significato e il valore che la consacrazione totale a Maria ha per le anime e Dio.

Nel corso dell'anno 2005 la Santa Vergine diede chiaramnete a conoscere a quale scopo Myriam van Nazareth era così intensamente formata a modello di Maria. Nel giugno 2005 in una piccola chiesa consacrata all'Immacolata Concezione, durante una visione Maria completò in modo formale il matrimonio spirituale tra Lei e Myriam, creando un'alleanza santa in un'eterna unione spirituale. Diede a Myriam nove regole di vita che Lei designa come 'i Miei comandamenti'. Presto si saprà perché questa santa alleanza fu fatta a sigillare la profonda unione mistica. Nell'autunno dello stesso anno Maria annunciò a Myriam che a partire da allora si sarebbe chiamata apostolo di Maria, la potente Signora delle anime e apostolo della potenza di Maria. La Santa Vergine rivelò che Dio annuncia che adesso è venuto il momento di far conoscere Maria nella Sua piena caratteristica, la Sua Gloria e la Sua Potenza, come Signora di tutte le anime, il più grande compito di Myriam van Nazareth in questa vita. Maria disse a Myriam:

"per questo motivo tu sei nata. Ti ho chiamata affinché continui le Mie opere sulla terra e a farmi conoscere nella ricchezza della Mia potenza".

La prima manifestazione di Maria nella funzione di Signora di tutte le anime diede vita ad un volume particolarmente esteso di Rivelazioni. Nel suo totale queste rivelazioni annunciano (ancora sono in andamento) il più grande mistero di Dio degli ultimi tempi, la vera Gloria e Potenza di Maria come Signora delle anime. In queste rivelazioni Maria annuncia per vie sistematiche gli aspetti e gli elementi e la forma della propia Potenza fino ad ora mai rivelati, che ha ricevuto a causa del fatto che L'Altissimo l'ha predestinata a completare il Piano di Salvezza di Dio e che a questo scopo Le ha dato un potere totale sopra le Anime. La grande verità su queste nuove e complete conoscenze è stata publicata all'inizio del 2008 nel manifesto L'Alba del regno di Dio sulla terra il quale porta con sé un estensione unica dell'immaggine familiare di Maria.

Le rivelazioni e visioni della Signora di tutte le anime si basano su quattro categorie:

  1. Lezioni della Santa Vergine Maria per approfondire l'insegnamento pratico di Cristo. Maria definisce il totale di queste lezioni come la Scienza della Vita Divina.

  2. Rivelazioni sui misteri sconosciuti, con riferimento alla Natura, le Proprietà, la Gloria, la Santità e la Potenza di Maria, il suo rapporto con Dio e le anime (gli angeli, le anime umane, i dannati) e alla vera influenza della Sua posizione nell'esecuzione del Piano di Salvezza di Dio. La pubblicazione di questa categoria di rivelazioni non è stata fino ad ora permessa totalmente da Maria.

  3. Indicazioni personali e il ruolo di Myriam nel contesto di un approccio educativo verso l'ubbidienza totale a Maria. Anche queste rivelazioni non sono state divulgate e pubblicate in grande numero.

  4. Visioni su 'Incontri' tra Maria e i demoni, dove Maria testimonia eccezionalmente a Myriam, in immaggini e a parole, il Suo potere distruttivo demoni. Troverete un esempio impressionante nella testimonianza intitolata Confessione fatta da un demono al comanda della Santa Vergine Maria, che è descritto sotto La Santa Vergine e il diavolo.

Nella primavera dell'anno 2007 vengono pubblicati due notevoli libri. Questi due libri si basano sul profondo desiderio della Santa Vergine di portare le anime ad una profonda conoscenza di sé stesse, mettendole nella situazione di poterla seguire il più fedelmente possibile. Nel libro Crociata nell'anima. Modi pratici per liberare l'anima e condurla alla vera felicità, il lettore è invitato a condurre una crociata all'interno della propia anima, per liberarla dal suo occupante, il tentatore e i frutti delle sue opere in forma dei suoi vizi. Il libro è pensato come meditazione-preghiera-esercizio per la quaresima. Subito dopo è stato pubblicato il libro Rinascita del Paradiso Terrestre. Passeggiate attraverso l'anima di Maria, il Giardino felice dello Spirito Santo. Questo libro è nato in seguito ad una lunga serie di visioni sulla vita di Maria in terra e sulla somiglianza simbolica dell'Anima di Maria con un giardino paradisiaco. Maria illustra la certezza, che Dio L'ha predestinata a incorporare in Sé la rinascita del perduto paradiso terrestre, e insegna alle anime le vie di come seguirla totalmente.

Myriam van Nazareth è chiamata dalla Santa Vergine ad una vita riservata e di preghiera, al sacrificio e alla divulgazione per iscritto con i seguenti obiettivi:

  • Combattere contro l'ignoranza ed il traviamento delle anime, in collegamento con i profondi valori del cristianesimo e contro le spudorate menzogne che da secoli vengono diffuse attraverso le opere di satana. Tale lotta avviene con riferimento alla legge di Dio, al significato del peccato, alla giustizia di Dio, all'Amore di Dio, al valore della sofferenza etc...;

  • Informare le anime su mezzi e vie di come liberarsi dai propi vizi e debolezze e su mezzi e vie di come trovare già in terra la vera felicità e la vera pace del cuore;

  • Informare le anime sui metodi più efficaci per comunicare con Dio e Maria (questo insegnamento avviene tra l'altro con preghiere e suppliche);

  • Accompagnamento delle anime nei momenti di ogni giorno con la totale consacrazione a Maria, come via dorata per il compimento del Piano di Salvezza;

  • per la prima volta nella storia, rivelazioni della completa verità su Maria, la Potente Signora delle anime in virtù della forza Onnipotente Divina.

Affinché tutto questo porti frutti, Maria ha formato e istruito Myriam nella unità mistica con il propio cuore e nella profonda obbedienza e profonda sottomissione a Lei. Per questa ragione Myriam scrive, annuncia e non fà nulla che non sia volontà di Maria, perché la Santa Vergine disse un giorno: "Io voglio che la Mia vita e le Mie Opere possano continuare in te e per mezzo tuo".

È pertanto necessario annullare la propia volontà e a tale scopo Maria sottopone Myriam giornalmente ad una stretta disciplina di obbedienza, affinché 'l'Apostolo della potenza di Maria' sia un esempio vivente del Suo illimitato e reale potere sulle anime e perché mostri di quali sorgenti di grazia e intensa pace interiore un'anima possa usufruire quando Maria diventa veramente Signora della propia esistenza.

Maria ha testimoniato a Myriam van Nazareth nella sua fino adesso sconosciuta estensione la verità sull'annunci della Sua sublimità, "perché il tempo di Dio non era ancora venuto". A causa di queste conoscenze Myriam van Nazareth lotta accanitamente contro ogni manifestazione delle tenebre nelle anime, e per il riconoscimento di Maria come Signora delle anime, poiché è in questo attributo che Dio vuole far conoscere il completo capolavoro delle Sue mani. Ogni anima che riconosce e accetta Maria come sua Signora porta un passo avanti la vittoria finale della Luce sulle tenebre e attraverso questo, la liberazione di ogni miseria dal mondo. Far capire queste cose di una certa grandezza alle anime, affinché possano vedere, è il vero capolavoro di Myriam van Nazareth.

L'IDENTITÀ DI MYRIAM

(Estratto dalla lettera 142)

Myriam van Nazareth

All'inizio la Signora mi lascia accedere ad un'osservazione della sua lettera, che per sé non sarebbe importante, se Maria non usasse questa occasione per indicare qualcosa alle anime:

Si è verificato che ci sono anime che vorrebbero conoscere più da vicino l'identità terrena di Myiriam. Maria sottolinea indicando che il nome della Sua Myriam è parte di un Piano di Dio. Maria ha chiamato Myriam a Suo servizio nell´anno 1997 e l'ha sottoposta subito a una formazione mistica nell'unità della Regina del cielo. Si tratta qui di una chiamata e un compito per tutta la vita. Maria diede a Myriam il Suo propio nome aramaico (foneticamente si dice 'Mèr-i-am') per mettere in tal modo un segno della completa unione mistica. La Signora delle anime ha messo nel suo Cuore l'identità terrena di Myriam e L'ha sotterrata, così che Myriam in cielo è sempre Myriam, così come questa anima è stata formata da Maria e ancora giornalmente viene formata (perché una formazione mistica è un compito per tutta la vita).

Per questo motivo Maria invita fortemente alle anime a non farsi domande a rispetto dell'identità terrena di Myriam. L'attenzione non deve essere verso la persona di Myriam, ma totalmente direzionata agli insegnamenti della Regina del cielo verso le anime.

Subito dopo la chiamata Maria spiega a Myriam il piano celeste. Myriam si deve mettere totalmente a disposizione della Regina del cielo, affinché sia possibile pienamente e totalmente farsi dominare da Maria. A questo scopo l'identità terrena doveva futuramente essere considerata come non esistente. Rimane solo l'anima che da Maria verrá chiamata come Myriam van Nazareth. Attraverso e per Myriam, Maria dona se stessa alle anime. Tuttavia questo può avvenire solo con la partecipazione dell'anima che si lascia penetrare totalmente da Maria. Il si di Myriam è stato un inizio di unione mistica mariana.

Quelle poche anime che hanno conosciuto e risp. conoscono l'idendità terrena di Myriam, Maria chiede la promessa – verso la Regina del cielo – che loro considerino questa identità come non esistente e che questa non venga rivelata a nessuno. Maria indica che qui si tratta di un'opera di Maria e non può essere toccata da nessuna anima umana. La Signora domanda questo come atto di rispetto verso un piano celeste, che per il momento non può essere esplorato e che Lei (cito Maria): "Voglio portare a compimento attraverso il Mio ruscello, la quale ho personalmente regalato il Mio Nome per sempre".

La Signora di tutte le anime compie le Sue opere attraverso la Sua Myriam nella propietà di anima mistica in atto di spiritualizzazione. Maria usa Myriam come canale, attraverso il quale le parole della Sorgente Divina come Acqua di Vita Divina, scorrono verso le anime, nella dose e nel tempo determinato da Maria.

Per questi motivi, così risalta Maria, è completamente inutile ponersi domande sull'identità terrena di Myriam van Nazareth. La Signora desidera che le anime "non sprechino il tempo prezioso che Dio gli ha regalato allo scopo di prepararsi alla propia eterna Beatitudine, in speculazioni". L'unica cosa importante sono le Opere, che Maria compie attraverso il Suo 'Ruscello'. Ossia Maria regala alle anime la seguente immagine da prendere in considerazione.

La Signora di tutte le anime regala alle anime ogni insegnamento, rivelazioni, preghiere e lettere nel contesto dell'apostolato Myriam van Nazareth. Cosìcché:
  • la Sorgente = Dio

  • il Laghetto = Maria

  • l'Acqua della Vita Divina = tutte le opere, che attraverso l'Opera Maria Domina Animarum vengono compiute a favore delle anime.

  • il ruscello, dove attraverso quest'acqua scorre verso le anime è Myriam.

Maria pone la domanda: È affatto necessario conoscere l'identità del ruscello? Non è l'identità che determina l'efficacia e l'idonetà della corrente. Importante è solo che "IO ho istruito questo ruscello e le ho donato il Mio nome", e il suo scopo. Questa è esclusivamente preoccupazione di Maria, di tenere sempre pulito il ruscello, proteggerlo e controllarne l'attività...

 

Natale

TOTUS TUUS, MARIA!

LA NASCITA DI GESÙ CRISTO SULLA TERRA

Il profondo significato del Natale – la festa del 25. Dicembre

Tratto della collezione di scritti intitolata
GEMME DI GRAZIA

Ispirato per la Santissima Vergine Maria a

Myriam van Nazareth

Dio aveva già dall'inizio piani straordinari con l'anima umana. Già stava scritto nel Suo Piano iniziale, che l'anima umana doveva vivere nello stato di perfetta santità, a Sua immagine e somiglianza. Il Creatore non ha mai voluto abbandonare questo Piano, anche quando le prime due anime umane commetterono il peccato originale e con questo persero lo stato di grazia. Non l'ha neanche abbandonato malgrado i peccati, che dopo la caduta dell'uomo dovevano essere commessi in una vera massa sfrenata. Perchè a motivo della Legge Divina, il peccato e le sue conseguenze per tutta la creazione trovano il suo rimedio nell'obbedienza, nell'Amore e nella sofferenza, Dio doveva inviare suo Figlio Gesù Cristo nel mondo come essere umano pur mantenendo la Sua Divinità a condurre una vita come uomo.

Il Cristo doveva prendere su di Sè lo stato dell'essere umano con tutte le sue debolezze e tutte le sue prove, e doveva ottenere alle anime la loro redenzione dagli effetti del peccato originale. Doveva far questo con una vita, segnata di ubbidienza, Amore e sofferenze. Faccio riferimento in questo contesto al fatto che la Signora di tutte le anime chiama il trio Ubbidienza + Amore + Sofferenza il Triangolo della Fertilità Spirituale ... Allora il vero seguire Gesù deve essere marcato di Ubbidienza, Amore e Sofferenza.

Così Dio inviò Suo Figlio nel mondo, non come adulto, ma come seme del Dio-Uomo, posto dallo Spirito Santo nella Santissima Vergine Maria. Alla 'Donna' la più grande meraviglia di Dio tra le anime umane, fu completato dalla Santissima Trinità il perfetto matrimonio mistico, affinchè il Suo Seno Verginale portasse il Messia. Durante nove mesi si fusero in Maria l'umanità e la Divinità come un simbolo per la preparazione dell'anima umana al suo ritorno allo stato della perfetta Santità, in una nascita come anima nobile nella perfetta vita Divina.

Maria abitava con Giuseppe a Nazareth, una cittadina d'Israele, che in quest'epoca apparteneva ai territori occupati dell'Impero Romano. L'imperatore romano ordinò un censimento per tutti i territori occupati. Per questo, tutti i parenti di ogni famiglia dovevano farsi registrare nel luogo dove il capo famiglia era nato. Quindi Giuseppe si mosse com Maria, che era gravida, verso Betlemme dove doveva dare al mondo il Messia. Attraverso gli eventi e i fenomeni, che accompagnarono questo viaggio Dio parlò alle anime umane di tutti i tempi:

  • Il viaggio a Betlemme era pieno di prove e cattive condizioni climatiche, che Maria e Giuseppe presero su di Loro con profondo Amore e nella completa donazione. Con questo Dio vuole mostrare che il viaggio per la rinascita di un'anima alla vita Divina è una via difficile, ma che riceve la sua massima fertilità quando l'anima accetta tutti gli ostacoli:
    • Nell'ubbidienza (l'ordine dell'imperatore romano ha qui nella vita spirituale la sua controparte nell'invito di Dio all'anima a preparare la sua rinascita per la Vera Vita);

    • nell'Amore (Maria sosteneva tutte le prove con abnegazione, per dare il Messia al mondo);

    • con la consacrazione delle propie prove (Maria e Giuseppe offrivano a Dio tutti gli ostacoli, durante la Loro ininterrotta preghiera e continua consacrazione);

  • A Betlemme stesso fu negata a Maria e Giuseppe ogni possibilità di ospitarsi. Con questo Dio indica che nel corso della storia il Divino doveva essere bandito dalla maggioranza delle anime. Per la Santità e le sue caratteristiche (semplicità, dolcezza, discrezione, mancanza d'interesse per le cose terrene) non c'è posto negli alberghi delle anime (= nei cuori). Dio viene lasciato fuori, al freddo.
  • Finalmente non resta nessun'altra possibilità a Giuseppe e Maria, di entrare in una grotta del paese collinare, che era usata solo dai pastori come rifugio per gli animali nel passaggio per i pascoli. Maria lascia intendere chiaramente a Giuseppe che stima più questa possibilità che la permanenza in un albergo sovraffollato, perchè Lei vuole portare al mondo L'Uomo-Dio nel silenzio e nel ritiro. Dio indica qui, che molti cuori umani sono come una grotta in una terra inospitale, freddi e impuri.
  • Nella grotta vengono fatti i preparativi per la nascita di Cristo. Sorprendentemente il Bambino Gesù riceve là il vero calore e Amore solo da un certo tipo di creature:
    • da Giuseppe e Maria, anime umane di una santità, che nella storia non sarebbe superata;

    • da animali (un bue e un asinello): Gli animali sono nella creazione in molti punti di vista esseri semplici, e in quanto tali donano amore spontaneo;

    • dai pastori, anime umane molto semplici, che non con ogni tipo di pensiero dello spirito, ma con cuore caloroso accettano che qui succede qualcosa di miracoloso, che viene veramente da Dio. Dio rivolge qua una chiamata ai futuri sacerdoti di Cristo, che saranno chiamati ad essere pastori di anime e che hanno da compiere questo dono in profonda semplicità e con un Amore spontaneo da un caloroso cuore;

    • Più tardi dovevano venire anche a visitarli dall'oriente i tre saggi: tre personalità di alto rango, che dovevano rinnegare la loro posizione terrena, per letteralmente cercare Dio e dargli i loro doni.

È da notare, che Dio lascia annunciare la nascita di Cristo dai Suoi messaggeri (gli Angeli) proprio ai pastori, non poco lontano dalla massa degli uomini della abitata Betlemme. Sarà sempre così: Dio trova sempre i più grandi frutti per la Sua parola, nelle anime che semplicemente vivono di un caloroso cuore, pieno di Amore spontaneo.

  • A partire dal giorno in cui il Seme dell'Uomo-Dio fu posto in Maria, Ella si trovava in un grado straordinario di estasi. Durante tutto il viaggio per Betlemme sembrava, che Maria entrava sempre più a fondo nella completa unione con il Cristo. Quando venne il momento della nascita del Cristo, Maria si trovava in un estasi assoluta. Il parto avvenne assolutamente senza dolori, e durante l'accaduto la Madre di Dio era avvolta da un'intensa Luce. Dio lascia qui intravedere la rinascita dell'anima per la vera Vita Divina: una nascita nella vera Luce, che entusiasma Dio. La profonda estasi di Maria alla nascita di Gesù Cristo era anche da attribuirsi al fatto che, durante il parto Le furono regalate visioni uniche sulla profondità del Piano di Salvezza.

Durante il parto la Madre divide già il dolore che il Cuore di Dio ha subito a causa del peccato originale, e riceve con questo dolore la possibilità, di partecipare alla riparazione per la caduta della prima coppia umana. A causa della Sua Immacolata Concezione, Maria era al di sopra della necessità di contribuire a questa riparazione. Pertanto Lei era completamente libera dai dolori del parto. Altresì, sarebbe stato inadeguato, che la Madre del Dio-Uomo avrebbe dovuto partorire quest'ultimo con dolore, perchè il Cristo non puó portare altro al mondo, che la vera gioia e la liberazione dai dolori, che il peccato causa nell'anima.

La nascita del Dio-Uomo è un fatto unico: Il Cristo doveva nascere nella carne solo una unica volta. Sebbene Natale vuole anche ricordare alle anime:

  • che sono chiamate, a nascere di nuovo nello Spirito, per la Vita Divina. La Signora di tutte le anime indica, che in questi ultimi tempi, come mai prima, Lei ha il compito di 'Partorire' nello Spirito, nel senso che ha il potere di dirigere gli effetti innovatori dello Spirito Santo e completarli in ogni anima che Le si dona completamente nella totale e incodizionata consacrazione. La perfetta sequela di Cristo include per le anime anche la rinascita da Maria per la vita Divina.
  • che il Cristo nacque sulla terra, per annunciare il Regno di Dio, e che anche in questi ultimi tempi le anime devono 'nascere' (trasformate, rinnovate) da Maria, la quale devono costruire le fondamenta per la realizzazione del Regno di Dio sulla terra. Così Maria è veramente la Madre del Regno di Dio sulla terra, che per forza del decreto Divino, da Lei doveva nascere già il Re di questo Regno, il Cristo. In questi ultimi tempi Maria è gravida del compimento del Piano di Dio, che sarà veramente realizzato con l'instaurazione del Regno di Dio sulla terra.

Di nuovo ogni anno, Natale è un invito di Dio ad ogni anima, a prepararsi per una nuova vita, per una rinascita da Maria ad una vita nella vera sequela di Gesù Cristo. Nella notte di Natale Dio vuole veramente venire a partorire Gesù nell'anima, per crescere in unità con lei e farla partecipe incessantemente dell'alimento del Suo Sangue salvifico e delle benedizioni del Suo Amore, il quale libererà l'anima da tutto quello che la tiene presa in stato di disgrazia nella vita. Per questo l'anima deve permettere a Maria di entrare in se stessa, affinché Lei sia in grado, di pulire da tutte le impurezze e tenebre, la povera grotta della propria vita interiore e trasformarla in un tabernacolo di santità, dove il Cristo puó svolgere la sua Divinità.

Natale deve essere la nascita della vera Luce nell'anima. Dio l'ha destinato come la nuova creazione dell'anima da una fredda, impura e tenebrosa grotta a una focolaio di vero Amore, purezza e santità, la nascita del vero essere cristiano nell'anima.


RIVELAZIONE di 18 dicembre 2010

Auguri di Natale ispirati dalla Santissima Vergine Maria

Come è sorto questo Augurio di Natale: Queste parole sono state ispirate dalla Signora di tutte le anime, Sabato, 18. Dicembre 2010 come risposta alla domanda di Myriam, di come, secondo il Suo punto di vista, potrebbe essere adatto spiritualmente un Augurio di Natale, per esempio in una Cartolina.

Mia cara Sorella, mio caro Fratello,

in questo incontro di anima con anima e cuore con cuore vi desidero l'Amore del Cristo Bambino e della Sua Santa Madre Maria.

Possa la Madre di Dio partorire il piccolo Gesù nella grotta del vostro cuore, e lasciarlo crescere, affinché la Luce di Dio vi segua in tutte le vostre vie come un'ombra celeste, e la vera Pace interiore in voi possa mettere radici ogni giorno del nuovo anno.

Con Gesù e Maria nei vostri cuori, la stella rimarrà su di voi e illuminerà le tenebre delle prove come un'abbraccio di Dio.

Buon Natale!

Copyright - Contatto

TOTUS TUUS, MARIA !

CONTATTO CON IL NOSTRO APOSTOLATE E
OSSERVAZIONI A RISPETTO DEI DIRITTI D'AUTORE

Cari fratelli e sorelle in Gesù e Maria,

A causa di ritiro definitivo di Myriam nessune lettere possono essere inviati all’Apostolato.

Quest'Apostolato di Maria come Signora di tutte le anime è in primo luogo un’apostolato di annuncio. Tutti gli scritti e le immaggini che trovate in questa pagina web, provengono esclusivamente da una sorgente mistica, e sono così prodotti di ispirazione celeste. Sono parole e immaggini, con il quale la Regina del cielo forma le anime nella Scienza della Vita Divina, e vuole aprire i cuori alla pienezza dell'Amore Divino.

Per questo motivo la Santissima Vergine Maria, la Signora di tutte le anime è la vera Proprietaria di tutti i prodotti - testi e immaggini - che trovate nel sito www.maria-domina-animarum.net; tutto il nostro apostolato è sotto la Sua potente protezione.

Corrisponde interamente all’ideologia delle opere di Maria Domina Animarum, esattamente per la sua origine, scopo e obiettivi, che consapevolmente non vengono prese misure di protezione terrene, ma si fa riferimento esclusivamente alla responsabilità morale e spirituale di ogni anima, questo vuol dire alla responsabilità verso il Cielo, così come è stato contrassegnato da Dio stesso in ogni coscienza. In questa opera non si tratta di un’opera terrena da un intelletto umano, ma nel vero senso profondo della parola di un Opera della Regina del cielo.

Precisiamo, che ogni anima, che falsifica, deturpa, vende a scopo di lucro gli scritti risp. le immaggini di www.maria-domina-animarum.net, o in qualche modo o per qualche scopo non è compatibile o si contraddice con lo Spirito dell´apostolato della Signora di tutte le anime, si rende responsabile in prima linea davanti a Dio stesso.

Si scopre ogni tanto, che anche fuori dell’apostolato Maria Domina Animarum circolano scritti e immaggini in riferimento all’opera della Signora di tutte le anime, che non escono dal nostro apostolato. In certi casi alcuni scritti ed immaggini vengono anche venduti. Enfatizziamo, che solo gli scritti e immaggini che riportano esclusivamente le indicazioni delle attuali opere di Maria Domina Animarum (l’indirizzo originale della posta belga, l’attuale indirizzo di mail o risp. l’indirizzo di internet – guarda le informazioni sotto il menu 'contatti') o che vengono trovati nella pagina web www.maria-domina-animarum.net valgono come materiale didattico autentico da parte della Signora di tutte le anime. Scritti e immaggini, che non hanno queste indicazioni, non provengono da quest’opera. Dunque non garantiamo sia per il loro contenuto sia per la credulità dei canali di diffusione degli stessi.

Uniamoci in preghiera, affinchè i frutti celesti offerti attraverso questo apostolato, vengono usati esclusivamente con cuore puro e in un modo che glorifichi Dio e la Signora di tutte le anime.

Con amore, e a servizio della Signora di tutte le anime

Il Suo apostolato Maria Domina Animarum


© Copyright: Questi scritti celesti sono una libera pubblicazione. Per questo è stato permesso dall’Opera Maria Domina Animarum di poter farne delle copie, sotto la condizione, che questi testi non vengono in nessun modo cambiati e le copie vengono diffuse senza costi, e non venduti per trarne un lucro finanziario. In altre pagine Web questi testi possono essere usati solo in parte, e precisamente con l´indicazione del link della pagina originale www.maria-domina-animarum.net. Tutti i diritti di questi testi sono riservati all’Opera Maria Domina Animarum.